Resta sintonizzato

Politica

SAN PRISCO, l’amministrazione non ascolta il Prefetto Ruberto e vota contro l’incompatibilità di Cinotti

Pubblicato

il

SAN PRISCO – Si è appena concluso il Consiglio comunale tenutosi oggi alle 13:00 nella sala consiliare “F. Zibella” all’interno della casa comunale in Via S. Matrona. Il primo punto all’ordine del giorno trattava l’incompatibilità contestata e denunciata dai consiglieri d’opposizione riguardante il consigliere Francesco Cinotti, il quale, secondo quanto contestano i consiglieri di minoranza, effettua lavoro professionale alle dipendenze dell’ente comunale di cui è consigliere. Un chiaro e lampante conflitto di interessi che ha sottolineato anche il Prefetto Ruberto nella sua considerazione fatta quando il sindaco Domenico D’Angelo chiese il suo parere.

Undici consiglieri su quindici, oggi, in barba a ciò che ne ha dedotto il Prefetto hanno votato contro l’incompatibilità di Cinotti. Il consigliere Ventriglia ha giustificato la votazione asserendo che gli incarichi ricoperti dal Cinotti sono da considerarsi saltuari e non permanenti, per cui quest’amministrazione ha stabilito che gli incompatibili a San Prisco debbano essere solo i dipendenti comunali a tempo indeterminato e non i professionisti scelti fuori le mura, i quali potranno continuare a prendere soldi pubblici anche stando seduti in Consiglio. L’abbiamo scritto stamattina che alla vergogna non c’è mai fine, ma a questo punto credo che si tratti solo di mera incompetenza.

Da sottolineare inoltre che la presenza di Francesco Cinotti in quel di Via S.Matrona era da addurre ad un consigliere di maggioranza a tutti gli effetti, giusto perché è stato visto entrare e colloquiare serenamente solo con gli esponenti di governo. In fondo se è ancora consigliere comunale lo deve soprattutto a loro.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Cdm, provvedimento contro il caro bollette il prossimo 20 gennaio

Pubblicato

il

ITALIA – Un provvedimento contro il caro bollette e un altro su ristori a settori economici colpiti dalla pandemia saranno all’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri, giovedì 20 gennaio.

Le misure contro il caro bollette, proposte dal Mite in una bozza presentata a Palazzo Chigi durante le feste, prevedono un contributo di solidarietà dalle società energetiche, tagli dell’Iva e degli oneri di sistema. I ristori riguardano discoteche, impianti sportivi, realtà culturali e turismo.

Per combattere il caro bollette nel breve periodo, il Ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha proposto in una riunione a Palazzo Chigi di utilizzare i proventi delle aste Ets, il sistema Ue per l’acquisto di diritti ad emettere CO2. Il Mise ha proposto anche di tassare gli extra-profitti delle società energetiche, di utilizzare l’extra-gettito delle accise e di accantonare scorte strategiche di gas per le imprese. Lo ha appreso l’ANSA da fonti governative.

Continua a leggere

Politica

Rifiuti a Napoli, Manfredi: “Deficit personale e mezzi Asia”

Pubblicato

il

NAPOLI – Napoli è sporca da settimana. La denuncia arriva dai cittadini partenopei ormai stanchi di vedere la città in stato di degrado e sporcizia. Cumuli di rifiuti sono visibili in diversi quartieri della città. Da Chaia a Pianura, dalla zona orientale ai Quartieri spagnoli.

La situazione è sotto gli occhi di tutti – il laconico commento del sindaco Gaetano Manfredi – purtroppo al cronico deficit di personale e mezzi dell’Asia, si aggiungono i contagiati Covid che hanno ulteriormente ridotto la forza lavoro. Stimiano che all’Azienda manchino almeno 400 utià lavorative e bisogna fare uno sforzo per garantire le assunzioni di personale”.  

Continua a leggere

Politica

Giugliano, Anna Savarese è il nuovo vicensindaco del comune

Pubblicato

il

GIUGLIANO IN CAMPANIA – Nuovo vicesindaco a Giugliano in Campania. Si tratta dell’architetto Anna Savarese, a lei saranno affidate le deleghe di Transizione Ecologica, Ecologia e Ambiente, Qualità dell’aria, Agricoltura.

Il suo nome è stato proposto dal Movimento Cinque Stelle, partito cui spetta la nomina del vice sindaco. Anna Savarese sostituisce Pietro Di Girolamo, cui restano tutte le deleghe attuali.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante