Resta sintonizzato

Cronaca

Colpi di pistola contro la casa del detenuto: è successo a Succivo

Pubblicato

il

Nella giornata di lunedì sera, a Succivo, è accaduto uno spiacevole episodio.

Alcuni colpi di pistola avrebbero colpito un’abitazione del comune in provincia di Caserta. Nella casa c’erano moglie e figlio di un esponente del clan dei Casalesi:  S.M., detto “O mister”, attualmente in carcere.

Sul posto sono intervenuti subito i carabinieri che hanno trovato almeno cinque proiettili. Gli inquirenti sono a lavoro per capire i motivi di questo episodio. Varie piste sono al vaglio degli investigatori, tra queste anche quella di un’intimidazione di tipo mafiosa.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avellino

Giallo nell’Avellinese, anziano preso a bastonate trovato riverso nel suo garage

Pubblicato

il

Un uomo di 72 anni è stato trovato riverso nel suo garage a Torrette di Mercogliano, in provincia di Avellino, con profonde ferite alla testa e al petto.

I carabinieri intervenuti sul posto ritengono che sia stato verosimilmente aggredito a colpi di bastone.

La vittima ha ricevuto i primi soccorsi dai sanitari del 118 che lo hanno poi trasferito in ambulanza all’ospedale “Moscati” di Avellino.
Le indagini sono in corso per identificare il responsabile in attesa che il ferito riferisca agli investigatori la sua versione dei fatti.

Continua a leggere

Cronaca

15enne costretta dal fidanzatino a prostituirsi nel Salernitano: le organizzava incontri online

Pubblicato

il

Costretta a prostituirsi a 15 anni dal fidanzatino 16enne e due amici della stessa età.
La giovane incontrava clienti che il trio malefico le procurava con annunci online e passaparola agli amici, fornendo prestazioni sessuali per 20 o 30 euro. La vicenda arriva dal Salernitano, più precisamente da Roccapiemonte, cittadina d’origine dei tre.

A fermare l’orrore l’intervento dei carabinieri di Mercato San Severino, riporta “La Città”. 
I carabinieri stanno approfondendo un altro elemento della vicenda che aggraverebbe la situazione, già orribile. Nel giro di prostituzione, potrebbe essere coinvolto un ragazzo affetto da gravi patologie che sarebbe stato costretto a subire violenze e abusi. La vicenda si è consumata nei mesi scorsi.

Il giudice del tribunale per i minorenni di Salerno ha emesso misure cautelari nei confronti dei tre indagati che hanno un’eta compresa tra i 15 e i 16 anni. Ora sono rinchiusi nel carcere di Nisida, con l’ipotesi di reato di induzione e sfruttamento della prostituzione.

Continua a leggere

Cronaca

Resort di lusso sequestrato nel Napoletano: era completamente abusivo

Pubblicato

il

Un resort di lusso, immerso nel verde dei Monti Lattari, è stato posto sotto sequestro dai carabinieri perché risultato completamente abusivo.

Per questo motivo i militari dell’Arma della compagnia di Castellammare di Stabia, impegnati in un servizio a largo raggio effettuato nelle vaste aree della zona, e quelli della stazione di Agerola, hanno denunciato un uomo di 55 anni.

Stando a quanto appurato dalle forze dell’ordine, l’uomo aveva realizzato senza alcuna autorizzazione dei lavori in un fondo agricolo di sua proprietà, in una zona sottoposta a vincoli paesaggistici nel parco regionale dei Monti Lattari.
Sono stati trovati un locale cucina, un seminterrato, una vasca idromassaggio interrata e una pavimentazione in cubetti di circa 250 metri quadrati.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy