Resta sintonizzato

Cronaca

Turni di 43 ore e stipendio decurtato a chi si attardava in bagno

Pubblicato

il

Se i lavoratori si attardavano nel bagno la paga gli veniva decurtata e, talvolta, anche annullata del tutto.

E’ quanto avrebbero appurato i carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare di Salerno che oggi, al termine di indagini coordinate dalla Procura di Nocera Inferiore. Hanno notificato due misure cautelari nei confronti altrettanti imprenditori ai quali i militari, il 26 maggio 2021, avevano sequestrato 800 tonnellate di concentrato di pomodoro egiziano contenenti pesticidi oltre il consentito, in parte già venduto e spacciato per un prodotto italiano.

Dalle indagini sono emersi gli indizi che hanno convinto gli inquirenti a chiedere e ottenere dal giudice i provvedimenti. Ai due soci di una industria conserviera dell’agro-nocerino-sarnese sono stati notificati rispettivamente una misura cautelare agli arresti domiciliari e un divieto di dimora.

Ai loro dipendenti, inoltre, sottoposti anche a turni massacranti, anche di 43 ore continuative, sarebbero stati corrisposti 4,35 euro per ciascuna ora di lavoro. Contestualmente è stato notificato anche un sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, di quasi 980mila euro che, secondo gli inquirenti, corrisponderebbe ai costi d’impresa risparmiati illegalmente attraverso le presunte condotte illecite.

Sanzioni amministrative, per 275.600 euro infine, sono state comminate dalla Direzione Provinciale dell’Inps. Tra i lavoratori, che venivano tenuti sotto controllo anche attraverso i sistemi di videosorveglianza, figurano stranieri ma anche molti italiani.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Blitz dei carabinieri a Sant’Anastasia: catturato pericoloso killer della ‘ndrangheta

Pubblicato

il

Si era nascosto a Sant’Anastasia, in provincia di Napoli, il pericoloso killer della ‘ndrangheta Massimiliano Sestito, evaso lo scorso 30 gennaio dai domiciliari a Pero, nel milanese.

Secondo le prime informazioni, il fuggiasco è stato rintracciato e catturato dai carabinieri alla stazione Circumvesuviana della cittadina vesuviana, sprovvisto di armi e in attesa di un taxi. Al momento, sono in corso le indagini per far luce sulla vicenda.

Continua a leggere

Cronaca

Paura nella notte, divampa l’incendio in una nota fabbrica del Napoletano

Pubblicato

il

Pauroso incendio divampato la scorsa notte a Cercola, in provincia di Napoli, presso la sede di un’azienda che produce guanti. In particolare, le fiamme hanno avvolto la fabbrica ma senza estendersi agli edifici circostanti.

Sul posto, sono intervenuti i carabinieri della tenenza locale e i Vigili del Fuoco. Al momento, non si registrano feriti. Indagini in corso, per risalire alle cause del rogo.

Continua a leggere

Cronaca

Poliziotto spara ad un 18enne dopo che aveva litigato col figlio: i particolari

Pubblicato

il

Attimi di paura nella serata di ieri a Santa Maria a Vico, in provincia di Caserta, dove un poliziotto ha sparato contro un ragazzo di 18 anni.

Secondo una prima ricostruzione, l’agente sarebbe intervenuto dopo essere stato allertato dal figlio di una lite tra ragazzini scoppiata nel parco De Lucia, e pertanto l’uomo sarebbe sceso armato di pistola e al culmine della discussione, ha esploso alcuni colpi di pistola contro la vittima.

Tuttavia, sono finiti entrambi in ospedale, il 18enne con una ferita alla gamba, e il poliziotto con una ferita lacero contusa alla testa. In seguito, l’uomo si è recato in caserma per l’interrogatorio.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy