Resta sintonizzato

POLITICA

#Hashtag con il Prof. Giulio Tarro

Pubblicato

il

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

POLITICA

Napoli, 79° anniversario delle Quattro Giornate

Pubblicato

il

NAPOLI – In occasione del 79° Anniversario delle Quattro Giornate di Napoli Il Sindaco Gaetano Manfredi ha partecipato alla cerimonia di deposizione di corone d’alloro presso il Mausoleo di Posillipo, Piazza Bovio (lapide ingresso Camera di Commercio e Piazza Carità (stele Salvo D’Acquisto).

“È molto importante ogni anno ricordare e celebrare le 4 giornate di Napoli. Napoli è il luogo da cui è partita una grande resistenza popolare grazie alla quale i nazi-fascisti sono stati cacciati dalla nostra città. Ci furono enormi sacrifici e atti di eroismo da parte di militari, partigiani, cittadini normali. Conservare la memoria di quegli eventi è importante per tutti noi ma soprattutto per i giovani. L’anno prossimo ci sarà l’anniversario degli 80 anni delle 4 giornate e siamo già al lavoro per un grande programma di ricordo e commemorazione di uno dei periodi più importanti della storia di Napoli” ha dichiarato Manfredi.

Continua a leggere

POLITICA

Napoli, Manfredi premia Jim Williams e Manfredo Fucile

Pubblicato

il

NAPOLI – Il Sindaco Manfredi ha consegnato questa mattina a Palazzo San Giacomo la Medaglia della città di Napoli ed una targa celebrativa ai campioni di basket della Fides Napoli, Manfredo Fucile e Jim Williams. Entrambi sono stati protagonisti di una delle “stagioni” più belle del basket partenopeo culminata con la vittoria della Coppa delle Coppe nel 1970. Williams è stato uno degli americani più forti che abbiano mai giocato a Napoli e lo straniero più “longevo” della storia del Napoli Basket avendo giocato qui per 7 anni, a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 e rimanendo poi legatissimo alla città. Manfredo Fucile è il giocatore napoletano col maggior numero di presenze e punti realizzati in serie A.  

“Sono particolarmente felice – ha dichiarato Manfredi – di premiare questa mattina Jim Williams e Manfredo Fucile perché sono stati due grandissimi campioni dello sport che hanno dato lustro alla Città. Ricordare le gesta del passato è sempre importante perché ci dà forza per il presente e per il futuro. Proprio pochi giorni fa abbiamo presentato la nuova stagione del Napoli basket in serie A, è una società seria che sta facendo di tutto per riportare Napoli ai massimi livelli e dare forza a tutto il movimento cestistico in città”.

“Venni qui a Napoli – ha dichiarato Williams – e trovai un luogo splendido con 2000 anni di cultura nelle sue strade, nei vicoli. Ho vissuto qui un lungo periodo di basket bellissimo, arrivando a vincere con i compagni la Coppa delle Coppe, un campionato europeo fantastico. E’ stata un’avventura molto bella che ricordo sempre, mi piace tornare qui e spero di tornarci ancora”.

“Essere qui oggi per me con Jim e col Sindaco è un sogno che si realizza – ha dichiarato Manfredo Fucile – E’ dal 1973 che sogno di riportare Jim a Napoli e non solo per una fugace apparizione. Ringrazio il Sindaco Manfredi che ha voluto premiarci ed è sempre vicino al mondo del basket”.

Continua a leggere

Attualità

Napoli. Ospedale Cardarelli la bolletta della luce aumenta ancora

Pubblicato

il

Il direttore generale dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, il più grande del Sud, Antonio D’Amore, intervenuto su Radio Club91, nella trasmissione Barba e Capelli di Corrado Gabriele ha lanciato l allarme per quanto riguarda la bolleta della luce in ospedale

La nostra bolletta della luce è passata da 5,6 milioni a 11,5. Un aumento difficile da sostenere. Dobbiamo chiudere il bilancio in pareggio. Come faremo? Non possiamo certo tagliare i servizi né smettere di utilizzare le fonti energetiche, che sono indispensabili per il funzionamento dei macchinari e dei reparti. Non posso spegnere una Tac. Avremo grossi problemi”.

D’Amore è intervenuto anche sullo stato del Pronto soccorso, in passato al centro di molte polemiche: “Come con la pandemia la crisi energetica ci ha colti un po’ di sorpresa. Non siamo stati bravi a programmare. C’erano margini per affidarci in proprio a fonti rinnovabili, utilizzando magari i pannelli solari. Ma se cominciamo ora, ci vorrà almeno un anno e risparmieremmo in ogni caso un 30%. Si prospetta una crisi molto seria, a cui bisognerà trovare una risposta”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante