Resta sintonizzato

Cronaca

Genitori denunciano il figlio: “Siamo terrorizzati, temiamo che ci ammazzi!”

Pubblicato

il

Un 23enne è finito in carcere dopo che i genitori, molto spaventati, lo hanno denunciato.

Siamo terrorizzati, temiamo che ci ammazzi” è stato il grido di disperazione della madre e del padre del 23enne che si sono visti costretti alla dura decisione.

N.S. di Portico di Caserta, è così finito in manette, arrestato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane con cadenza quasi fissa pretendeva soldi dagli anziani genitori, entrambi stimati professionisti oggi in pensione.

Se non mi date i soldi distruggo casa e do fuoco a tutto“, li minacciava. Per poi fare loro continue richieste di denaro: 20, 30, 60 o anche 100 euro al giorno.

Il giovane, abituale assuntore di stupefacenti, dopo aver ottenuto le somme richieste spariva di casa per qualche giorno per poi ritornare accompagnato da un taxi, pretendendo il pagamento della corsa ed altri soldi.

Descritto come grande e muscoloso ed in grado di incutere timore con la sola presenza, quando si vedeva negare le richieste il 23enne minacciava i genitori con strattoni piuttosto energici ma anche con vere e proprie molestie.

Ad esempio quando i genitori si chiudevano in casa per paura il ragazzo si attaccava al citofono disturbandone la quiete, anche per l’intera notte: “Ci sta togliendo l’esistenza: siamo il suo bancomat quotidiano”.

Le condotte, secondo quanto raccontato dai genitori ormai esausti, si sarebbero aggravante nell’ultimo mese ma andrebbero in realtà avanti da tempo, anche con furti nel corso degli anni di soldi e ricordi di famiglia, come l’orologio d’oro per il pensionamento del padre.

Ci ha ridotti sul lastrico, siamo quasi costretti ad indebitarci“, ha denunciato il genitore.

Il racconto agghiacciante è stato convalidato dal gip Orazio Rossi che ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Nei prossimi giorni il 23enne, assistito dall’avvocato Nello Sgambato, verrà sentito dal magistrato per l’interrogatorio di garanzia.

 
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Choc in Campania, due giovani si accoltellano all’esterno di un bar

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma, quello avvenuto alle prime ore del mattino nei pressi del parco Arbostella a Salerno, dove due giovani si sono accoltellati a vicenda per motivi ancora da accertare. Pertanto, uno è rimasto ferito alla gamba e l’altro al braccio.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i quali hanno provveduto a trasferire i due all’ospedale Ruggi d’Aragona. Per fortuna, non sono in pericolo di vita.

Continua a leggere

Cronaca

Follia a Napoli, giovani armati di mitra sparano contro i carabinieri: arrestati

Pubblicato

il

Momenti di ordinaria follia alla caserma Pastrengo di Napoli, dove all’alba di questa mattina due giovani dal volto coperto e armati di mitragliatrice, hanno sparato alcuni colpi all’indirizzo dei carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione, i due giovani si trovavano a bordo di uno scooter, quando i carabinieri gli hanno intimato l’alt per effettuare un controllo. A quel punto però, i due hanno proseguito la loro corsa dando vita ad un folle inseguimento, culminato in via Toledo, laddove gli agenti li hanno bloccati e identificati.

Si tratta di un 17enne e di un 18enne già noti alle forze dell’ordine, che nel corso della perquisizione sono stati trovati in possesso di una pistola mitragliatrice di tipo Skorpion, con 13 colpi inseriti nel caricatore.

Tuttavia, il 18enne, in un delirio di onnipotenza, si è alzato in piedi sullo scooter puntando l’arma contro i carabinieri, i quali si lanciano verso il ragazzo e lo atterrano, ma nella colluttazione parte un colpo dalla mitragliatrice, che per fortuna non ha colpito nessuno.

Pertanto, la successiva perquisizione domiciliare, ha consentito di rinvenire a casa del maggiorenne tre coltelli a serramanico, due sfollagente, un tirapugni e una balestra. I due sono stati arrestati per porto d’armi da guerra e associati ai carceri di Poggioreale e Colli Aminei.

Continua a leggere

Cronaca

Ischia, il bilancio è drammatico: 1 morto, 13 feriti e 11 dispersi

Pubblicato

il

Si chiama Eleonora Sirabella, 31 anni, la prima vittima accertata della frana di Casamicciola. Era commessa in un negozio di Ischia e viveva con il compagno, ancora disperso. Intanto, questa notte i soccorritori hanno lavorato a Casamicciola, nella speranza di ritrovare gli 11 dispersi della frana. Al momento, risultano essere 167 gli sfollati.

Pertanto, all’Ordine del Giorno della riunione del Consiglio dei Ministri convocato per oggi alle 11 a Palazzo Chigi, vi era la dichiarazione dello stato d’emergenza in conseguenza di quanto avvenuto a Ischia. Attualmente, il bilancio complessivo è di un morto, 11 dispersi e 13 feriti.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante