Resta sintonizzato

Cronaca

Genitori denunciano il figlio: “Siamo terrorizzati, temiamo che ci ammazzi!”

Pubblicato

il

Un 23enne è finito in carcere dopo che i genitori, molto spaventati, lo hanno denunciato.

Siamo terrorizzati, temiamo che ci ammazzi” è stato il grido di disperazione della madre e del padre del 23enne che si sono visti costretti alla dura decisione.

N.S. di Portico di Caserta, è così finito in manette, arrestato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane con cadenza quasi fissa pretendeva soldi dagli anziani genitori, entrambi stimati professionisti oggi in pensione.

Se non mi date i soldi distruggo casa e do fuoco a tutto“, li minacciava. Per poi fare loro continue richieste di denaro: 20, 30, 60 o anche 100 euro al giorno.

Il giovane, abituale assuntore di stupefacenti, dopo aver ottenuto le somme richieste spariva di casa per qualche giorno per poi ritornare accompagnato da un taxi, pretendendo il pagamento della corsa ed altri soldi.

Descritto come grande e muscoloso ed in grado di incutere timore con la sola presenza, quando si vedeva negare le richieste il 23enne minacciava i genitori con strattoni piuttosto energici ma anche con vere e proprie molestie.

Ad esempio quando i genitori si chiudevano in casa per paura il ragazzo si attaccava al citofono disturbandone la quiete, anche per l’intera notte: “Ci sta togliendo l’esistenza: siamo il suo bancomat quotidiano”.

Le condotte, secondo quanto raccontato dai genitori ormai esausti, si sarebbero aggravante nell’ultimo mese ma andrebbero in realtà avanti da tempo, anche con furti nel corso degli anni di soldi e ricordi di famiglia, come l’orologio d’oro per il pensionamento del padre.

Ci ha ridotti sul lastrico, siamo quasi costretti ad indebitarci“, ha denunciato il genitore.

Il racconto agghiacciante è stato convalidato dal gip Orazio Rossi che ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Nei prossimi giorni il 23enne, assistito dall’avvocato Nello Sgambato, verrà sentito dal magistrato per l’interrogatorio di garanzia.

 
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Torre del Greco, furto in istituto scolastico: arrestato 30enne

Pubblicato

il

TORRE DEL GRECO – Gli agenti del Commissariato di Torre del Greco, durante il servizio di controllo del territorio, ieri sera sono intervenuti presso un istituto scolastico di via Nazionale. Nella scuola, infatti, era scattato l’allarme di intrusione e dalle telecamere si vedeva una persona all’interno di un’aula.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno sorpreso un uomo che stava scavalcando il cancello dell’istituto che, alla vista degli operatori, ha lasciato cadere a terra una scatola tentando la fuga, ma è stato raggiunto e bloccato. Gli agenti, all’interno del pacco e avvolto in un giubbotto, hanno trovato un pc portatile completo di batteria ed accessori appartenenti alla scuola.

L’uomo, A. N., 30enne del posto, già sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. per furto, è stato arrestato per furto aggravato e danneggiamento.

Continua a leggere

Cronaca

Lago Patria, incidente stradale: vittima portata d’urgenza in ospedale

Pubblicato

il

GIUGLIANO IN CAMPANIA – Momenti ci paura in via Lago Patria nella omonima frazione nel comune di Giugliano in Campania. Stando a quanto emerso dalle testimonianze, l’uomo alla guida era un giovane di colore che a seguito dell’impatto è scappato senza prestare soccorso alla vittima dell’incidente.

Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale di Giugliano congiuntamente agli operatori del 118 che hanno trasportato.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia nel Bosco di Capodimonte, uomo si accascia e muore dopo un malore improvviso

Pubblicato

il

Un uomo è stato trovato morto nel Bosco di Capodimonte dal personale addetto alla sicurezza. L’ uomo – secondo alcune testimonianze – si è accasciato in una aiuola, forse in seguito ad un malore improvviso. Inutili sono stati i tentativi di rianimarlo. Sul posto è intervenuta la Polizia ed un medico legale.

Era appena scesa dal taxi per recuperare la sua auto, quando è stata investita in pieno da un veicolo in corsa. Protagonista suo malgrado della vicenda quest’oggi una 66enne.

Teatro ancora una volta via Miano nei pressi del Bosco di Capodimonte già oggetto di numerosissimi sinistri stradali, in alcuni casi anche fatali per i pedoni.

A chiamare i soccorsi alcuni dei presenti, con l’ambulanza del 118 sopraggiunta in via Miano per prestare le cure alla 66enne. Le condizioni della donna sono apparse subito serie, tali da richiedere il ricovero all’Ospedale Cardarelli. La 66enne è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Ad effettuare i rilievi sul posto gli agenti della Polizia municipale della Sezione Infortunistica di Napoli diretta dal capitano Antonio Muriano. I caschi bianchi hanno identificato il conducente dell’auto, fermatosi dopo lo scontro.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante