Resta sintonizzato

Cronaca

Terminata l’autopsia di Rosa Alfieri, stamattina i funerali

Pubblicato

il

E’ terminata ieri pomeriggio, 8 febbraio, l‘autopsia sul corpo di Rosa Alfieri, la 23enne uccisa il 1 febbraio scorso a Grumo Nevano.

Dall’esame non sarebbero stati riscontrati segni evidenti di violenza sessuale. I graffi ritrovati sul corpo sarebbero compatibili col tentativo di reazione all’aggressione e anche i vestiti in disordine sarebbero da ricondurre alla colluttazione. La salma è stata restituita alla famiglia. I funerali si svolgeranno stamattina nella chiesa di San Tammaro Vescovo.

L’autopsia si è svolta nel centro medico-legale regionale di Giugliano in Campania ed è durata oltre sei ore. I risultati completi verranno depositati entro 90 giorni ma le prime indiscrezioni confermerebbero quello che è emerso dalle analisi esterne: Rosa sarebbe stata strangolata e non ci sarebbe stata violenza sessuale. A dirlo è ilmattino.it.

I funerali di Rosa si terranno stamattina 9 febbraio, alle ore 11 nella chiesa di San Tammaro Vescovo, in piazza Pio XII a Grumo Nevano (Napoli). Il sindaco Gaetano Di Bernardo ha proclamato il lutto cittadino e la decisione è stata ufficializzata ieri con un’apposita ordinanza comunale.

La comunità – scrive Di Bernardo nell’ordinanza – è profondamente addolorata e scossa da questo tragico avvenimento che ha lasciato tutti i cittadini attoniti e lascerà per sempre una traccia indelebile nel loro animo. La proclamazione del lutto cittadino è il modo con il quale l’Amministrazione intende partecipare al profondo dolore dei familiari e manifestare solennemente e tangibilmente il proprio dolore e quello dell’intera comunità per questa ingiusta perdita di una giovane vita umana“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Follia negli USA, entra in chiesa e spara sulla folla: un morto e 4 feriti

Pubblicato

il

Attimi di follia a Laguna Woods, in California, dove nella giornata di ieri è avvenuta una sparatoria all’interno di una chiesa presbiteriana. Al momento, si registra almeno una persona morta e altre quattro gravemente ferite.

Secondo le prime informazioni, la sparatoria è avvenuta nel corso di un pranzo di benvenuto in onore di un ex pastore di una congregazione taiwanese, che usa la chiesa per i suoi servizi di culto. In particolare, al ricevimento, erano presenti circa 30-40 persone. Tuttavia, pare che la Polizia abbia già un sospetto in custodia, come dichiarato dal sotto sceriffo della Contea di Orange Jeff Hallock.

Pertanto, si tratterebbe di un uomo asiatico sulla sessantina, che non vive nella zona e che è stato fermato sul posto, dopo che un gruppo di persone in chiesa, è riuscito a legargli le gambe con una prolunga e a togliergli almeno due pistole. Intanto, gli investigatori stanno indagando per risalire ai suoi presunti legami con la chiesa o con i fedeli, dato che sono ancora da accertare i motivi di un simile gesto. Seguiranno aggiornamenti!

Continua a leggere

Cronaca

Campania, si toglie la vita lanciandosi nel vuoto: aveva 55 anni

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta a Pontecagnano, in provincia di Salerno, dove nella giornata di ieri un 55enne del posto, si è suicidato lanciandosi dalla finestra di un palazzo, sito in Corso Umberto I. Tuttavia, per lui, non c’è stato niente da fare, visto che è morto sul colpo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Battipaglia.

Continua a leggere

Caserta

Bimbo di 11 anni picchiato dal branco in provincia di Caserta: trasportato in ospedale

Pubblicato

il

Ennesimo episodio di violenza accaduto nel weekend a Vitulazio, in provincia di Caserta. Un bambino di 11 anni è stato massacrato di botte da alcuni coetanei in piazza Mercato.

Il bimbo è stato lasciato sull’asfalto in attesa che arrivassero i soccorsi, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Caserta. I medici gli hanno riscontrato un trauma cranico commotivo, con l’11enne poi sottoposto ad accertamenti specifici dopo i quali è stato dimesso con una prognosi di 7 giorni. I genitori della vittima stanno formalizzando in queste ore la denuncia.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante