Una bomba di 6Kg ad innesco radiocomandato, un meccanismo molto particolare e quasi infallibile.

È la scoperta fatta dai carabinieri di Vibo Valentia in un casolare del comune di Piscopio. Il proprietario dell’ordigno sarebbe un detenuto di Avellino.

L’uomo fu arrestato nel 2019 per aver custodito un vero e proprio arsenale nel suo capannone in  campagna.

Ovviamente il tutto è inquadrato nell’ambito di un’ operazione anti ndrangheta, a cui apparterrebbe anche il casolare dove è avvenuto il ritrovamento.

Il proprietario della bomba dovrà rispondere, quindi, di detenzione illegale di ordigno esplosivo con l’aggravante mafiosa.

L’ordigno è stato messo in sicurezza grazie all’intervento tempestivo degli Artificieri.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.