Resta sintonizzato

Giugliano

GIUGLIANO. Varata la Giunta Pirozzi: i nomi degli assessori comunali

Pubblicato

il

Il Sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi ha varato la sua Giunta, che sarà composta da otto persone tra cui lo stesso Sindaco.

Nei prossimi giorni, però, Pirozzi potrebbe scegliere altri due elementi, visto che le norme consentono un massimo di dieci componenti in Giunta.

Ecco i componenti della Giunta:

Pasquale Mallardo, 37enne medico chirurgo, che sarà il Vicesindaco;

Pietro Di Girolamo, medico 62enne del PD;

Francesco Mallardo, 51enne. Vanta l’esperienza da assessore provinciale ed è il promotore della lista I Riformisti;

Gaetano Coppola, 44enne ingegnere che fa parte della segreteria del PD cittadino;

Giuliana Di Fiore, 58enne docente di Diritto Amministrativo. In passato è stata assessore nella città di Ercolano;

Tonia Limatola, 48enne giornalista de Il Mattino;

Concetta Russo, 63enne esperta in materie tributarie. È stata responsabile del settore finanziario del comune di Mugnano.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Camorra a Giugliano. Morto il ras dei Mallardo: è stato trovato in casa privo di vita

Pubblicato

il

Morto il ras del clan Mallardo: Vincenzo D’Alterio, noto come “O’Malato”, è stato trovato privo di vita nella sua abitazione.

L’uomo era ai domiciliari in una villetta di Varcaturo ed è proprio in quest’ultima che, secondo Teleclubitalia, sarebbe stato ritrovato il corpo senza vita del ras giuglianese. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine e i sanitari del 118.

Il ras del clan Mallardo di Giugliano stava scontando una pena di circa 11 anni. Era capozona della fascia costiera, con amicizie molto influenti anche con gli altri boss di altri clan.

Era riuscito a farsi scarcerare dopo aver finto l’infermità mentale tanto da aggiudicarsi il soprannome di “‘o malato”.

Continua a leggere

Attualità

Schianto tra un’auto e un furgone a Giugliano: automobilista in ospedale

Pubblicato

il

Le ipotesi sulle quali stanno lavorando le forze dell’ordine in merito all’incidente avvenuto ieri, venerdì 30 luglio, in via Signorelli a Patria, a Giugliano sono orientate su una manovra azzardata o sull’eccessiva velocità.

Per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, infatti, un’auto ed un furgone si sono improvvisamente scontrati.

Le conseguenze sono state drammatiche: sul posto l’ambulanza del 118 con i soccorritori che hanno prestato le prime cure all’automobilista prima che questo venisse trasferito in ospedale.

Continua a leggere

Casoria

Commettono 11 rapine in 2 mesi tra Giugliano e Casoria: in due in arresto

Pubblicato

il

I Carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di due persone di 32 anni già noti alle forze dell’ordine.

Sono di Afragola e Cardito e sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di 11 diverse rapine commesse ai danni di distributori di benzina e supermercati.

Le indagini condotte in coordinamento dai Carabinieri delle Stazioni di Varcaturo, Qualiano e Grumo Nevano attraverso una minuziosa analisi dei dettagli emersi dalla visione delle immagini di videosorveglianza degli esercizi colpiti, hanno permesso di attribuire ad 1 dei 2 uomini la commissione di tutti gli 11 colpi mentre all’altro 6 di questi.

Le rapine, commesse tra gennaio e febbraio di quest’anno, sono avvenute in diversi comuni dell’hinterland napoletano da Giugliano in Campania a Casoria.

Gli 11 delitti hanno fruttato ai responsabili, i rapinatori sono 4 e 2 di questi sono ancora in fase di identificazione, un bottino di alcune migliaia di euro.

La banda ha agito sempre con lo stesso modus operandi: una volta entrati con la propria auto (a volte presa a noleggio oppure oggetto di furto) nel distributore di benzina, prima facevano un rifornimento di pochi euro e poi, sotto la minaccia di una pistola, si facevano consegnare dagli esercenti l’incasso giornaliero.

Agivano senza scrupoli, come quando il 21 gennaio scorso a Calvizzano hanno massacrato il benzinaio prendendolo a calci mentre era riverso a terra.

Gli indizi raccolti nel corso delle fasi investigative sono stati avvalorati dal G.I.P. del Tribunale di Napoli Nord che ha disposto il carcere per i due uomini che erano già detenuti per un’altra rapina commessa a Grumo Nevano l’11 febbraio scorso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante