Resta sintonizzato

Attualità

“Switch off” del digitale terrestre

Pubblicato

il

NAPOLI – Il conto alla rovescia volge ormai al termine. Oggi, mercoledì 20 ottobre, è il giorno in cui avrà inizio in tutta Italia lo “switch off” del digitale terrestre. Una novità che darà il via a un periodo di transizione lungo due anni durante il quale lo standard di trasmissione della tv passerà da DVB-T al DVB-T2, di qualità migliore, con conseguente migrazione dalla codifica Mpeg2 a quella Mpeg4.

La “rivoluzione”, come gli addetti ai lavori l’hanno definita, coinvolgerà gli occhi degli spettatori ma anche i loro portafogli, visto che i televisori messi in vendita prima del 2010 dovranno essere sostituiti con dispositivi ad alta definizione o collegati a decoder per la ricezione del segnale ad alta definizione.

Tuttavia, nella fase inziale la conversione al nuovo sarà limitata solo ad alcune trasmissioni e potrà essere comunque affrontata attingendo a due appositi bonus messi a disposizione dal Governo e cumulabili tra loro. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Lo switch off interesserà nella prima fase soltanto i canali tematici di Rai e Mediaset, mentre tutti gli altri resteranno visibili a prescindere dai dispositivi in dotazione.

Per essere certi che la televisione sia pronta alla nuova “era” basta un test: digitare sul proprio telecomando 501 per Raiuno Hd, 505 per Canale 5 Hd e 507 per LA7 Hd. Se almeno di questi canali è visibile, allora la tv è pronta. Se, invece, così non fosse servirà correre in negozio.

Il bonus Tv-Decoder. Introdotto dal ministero dello Sviluppo economico, prevede un contributo fino a 30 euro per l’acquisto di un decoder terrestre o satellitare oppure di una nuova televisione. È riservato a persone con un reddito familiare Isee fino a 20 mila euro e potrà essere richiesto fino al 21 dicembre 2022, salvo esaurimento delle risorse stanziate.

Viene erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo del prodotto comprato: basta quindi presentare al venditore una richiesta di acquisto per beneficiarne. Il modulo di domanda è scaricabile dal sito del Mise. In aggiunta, occorre dichiarare di essere residenti in Italia e di appartenere ad un nucleo familiare in linea con i criteri di reddito stabiliti e che altri componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del bonus.

Il secondo bonus è quello per la rottamazione Tv: si tratta di uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, per un massimo di 100 euro, cui si può accedere rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018. È rivolto a tutti, nei limiti di uno a nucleo familiare, e non prevede limiti di Isee.

La rottamazione può essere effettuata direttamente nei negozi che aderiscono all’iniziativa consegnando la propria tv.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Abusivismo edilizio nel Napoletano, sequestrati una strada e un seminterrato: nei guai 5 persone

Pubblicato

il

I carabinieri delle stazioni di Agerola e Pimonte, sono intervenuti in un’area del Parco Regionale dei Monti Lattari, dove tre persone stavano realizzando una strada. In particolare, questa strada avrebbe favorito il passaggio verso i loro fondi agricoli, con una larghezza di 6 metri e una lunghezza di 50. Pertanto, è stata sequestrata, mentre i tre sono stati denunciati per abusivismo edilizio.

Invece, nel comune di Pimonte, sempre nel Parco dei Monti Lattari, due persone hanno realizzato un piano seminterrato di 200 metri quadri, sotto la loro abitazione. Tuttavia, non avendo alcun permesso, sono scattati i sigilli.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, Eav e Monti Lattari Onlus insieme per la primavera della Mobilità Dolce: i particolari

Pubblicato

il

La Fondazione Monti Lattari Onlus ed EAV hanno programmato per la giornata odierna, un viaggio tra storia, cultura e luoghi incantati. Tutto ciò, per celebrare la ‘primavera della mobilità dolce’, organizzata dall’associazione AMODO- Alleanza Mobilità Dolce, orientata alla scoperta dei territori e dei paesaggi della Penisola Sorrentina.

Si tratta di un viaggio esclusivo ed elegante, immerso nei colori e nei tessuti del treno storico, serie BD del 1926, restaurato da EAV nel 2020 e battezzato ‘Treno Caruso’, in ricordo del grande tenore napoletano, sia in occasione del centenario della sua scomparsa, che del 149esimo anniversario della nascita, celebrato il 15 febbraio 2022.

Pertanto, il treno partirà dalla stazione di Napoli Porta Nolana alle ore 10.27, diretto alla volta di Castellammare di Stabia, laddove i partecipanti faranno un viaggio con la storica funivia, che quest’anno raggiunge la cima del Monte Faito, a quota 1100 metri, con una corsa in cabina tra scenari e vedute spettacolari. A quel punto, una volta giunti in quota, sul piazzale della funivia, è prevista la presentazione del volume intitolato ‘Enrico Caruso- il Re scugnizzo della lirica’, che delinea lo spaccato socio-economico della Napoli a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento.

Infine, dopo un momento di convivialità, intorno alle ore 15 la ‘panarella’, ricondurrà i partecipanti alla stazione di Castellammare, per riprendere il viaggio di ritorno verso Napoli. Inoltre, prenderanno parte all’evento anche il Vice-Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Cirillo e il dottor Raimondo Miele, Capo della Segreteria del Sindaco Metropolitano.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, Asìa assume 650 nuovi dipendenti: ecco i dettagli

Pubblicato

il

Sono aperte le candidature per il concorso di spazzino per Asìa, l’azienda impegnata nella gestione e nella raccolta dei rifiuti. Infatti, assumerà 650 nuovi dipendenti, con un contratto a tempo indeterminato. Inoltre, il concorso sarà bandito nella prima decade di giugno.

L’assessore all’ambiente Paolo Mancuso, ha così spiegato:

“Per partecipare, basterà il diploma di scuola media inferiore”.

Pertanto, per partecipare al concorso, occorrerà il diploma di scuola media inferiore e non verrà attribuito alcun punteggio extra ai titoli di studio superiore. L’obiettivo finale, è quello di elaborare un piano industriale con una visione di ampio respiro, che porti l’azienda ad essere ‘smart’, con costi abbattuti e un netto miglioramento del servizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante