Resta sintonizzato

Attualità

Riapertura spiagge: spuntano le prime ipotesi ma è scontro sulle isole Covid free

Pubblicato

il

Incombe sulle riaperture il nodo del turismo ma mentre si fanno sempre più largo possibili scenari sulle riaperture delle spiagge, è scontro al Governo sulle isole Covid free.

A tracciare la rotta il ministro per il Turismo Massimo Garavaglia che punta a dare il semaforo verde ”a maggio, almeno per le spiagge, con protocolli rafforzati all’inizio”. Lo dice in un’intervista a La Stampa, dove ha spiegato che “la cosa più importante è dare una prospettiva“.

Una scadenza, quasi simbolica, per la ripartenza del turismo c’è già. “Abbiamo detto il 2 giugno per fare un po’ come la Francia con il 14 luglio. Ci auguriamo che sia il 2 giugno, la nostra festa“, ha affermato il ministro.  Anche se “ovvio che sarei più contento se le spiagge, come l’anno scorso, aprissero a metà maggio“.

La scorsa settimana Garavaglia aveva proposto di creare corridoi preferenziali per le isole: “La Grecia ha tante piccole isole e per quello si sta muovendo in quella direzione, noi potremmo farlo. Il punto è creare meccanismi per cui sia semplice circolare“.

Tuttavia oggi è arrivato lo stop del governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini: “Mi auguro che Garavaglia rigetti immediatamente la proposta di ‘isole covid free. Non possono esserci località turistiche privilegiate a discapito di altre“. 

E’ intervenuto sulla questione anche Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia e Giulia e neoletto presidente della Conferenza delle Regioni, proprio al posto di Bonaccini: “Servono regole uguali in tutto il Paese. Dobbiamo dimostrare a tutti i cittadini di questo Paese che c’è equità“.

Fedriga ha invocato regole ferree che portino il prima possibile alle riaperture: “Meglio norme stringenti che divieti non rispettati“. In tal senso, le Regioni stanno lavorando a diverse linee guida da sottoporre all’esecutivo.

Il governatore friulano ha lanciato un messaggio diretto al governo Draghi:  “Se nei prossimi giorni si fa un piano di riapertura di alcune attività, credo sia la strada corretta. Ma se si vuole tenere blindato tutto per un altro mese si rischia di perdere la battaglia contro il virus“.

Fedriga ha poi sottolineato che “per le riaperture servono date certe“. Secondo il presidente della Conferenza Stato Regioni, “le istituzioni devono muoversi insieme con i cittadini, oggi c’è uno scollamento tra una fetta importante della popolazione e le istituzioni“.

Attualità

Spaccio di droga nel Casertano, coinvolti un finanziere e un carabiniere: le ultime

Pubblicato

il

La storia che vi stiamo per raccontare riguarda un carabiniere, un finanziere e un commerciante del posto di Sparanise, in provincia di Caserta, accusati di aver gestito una piazza di spaccio.

Tuttavia, il finanziere Stefano Monteforte è da ieri associato agli arresti domiciliari. Mentre restano indagati a piede libero il carabiniere Salvatore D. e il commerciante Giuseppe M.. Pertanto, la posizione più grave è quella di Monteforte, il quale si occupava materialmente di consegnare la droga e mettere a disposizione dei suoi giovani clienti la propria casa.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, gli abusivi sfrattati minacciano gli amici di Borrelli: “Bisogna liberare il quartiere dal tanfo della criminalità”

Pubblicato

il

Siamo a Napoli, in via Egiziaca a Pizzofalcone, dove questa mattina un gruppo di occupanti abusivi, che hanno per anni utilizzato un palazzo per i loro loschi affari e per viverci alle spalle della società, hanno fatto irruzione dove abita un amico disabile del Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli, il quale ha così raccontato:

“Gli hanno detto che presto, la Polizia andrà via e loro si riprenderanno il quartiere e il palazzo di Pizzofalcone, e che i miei amici e familiari si dovranno tutti farsi la scorta se vorranno campare in pace. Di tutto questo ho informato subito il Questore, visto che questi delinquenti stanno avvicinando ed insultando ogni mio amico e conoscente che abita in zona. L’altra sera invece, hanno sfondato il portone della chiesa dove opera Don Michele, con il quale abbiamo fatto scattare le prime denunce. Parliamo degli stessi soggetti che hanno sfrattato la signora Carlotta, mentre era in ospedale. Le forze dell’ordine devono fermarli a tutti i costi. Bisogna liberare il quartiere dal tanfo della criminalità e prepotenza”.

Continua a leggere

Attualità

Prima fa sesso con la compagna davanti al figlio minorenne e poi gli fa vedere film porno: denunciato

Pubblicato

il

Incredibile episodio avvenuto la scorsa estate a Benevento, per il quale un 50enne è indagato dalla Procura di Lagonegro per corruzione di minorenni.

In particolare, l’uomo avrebbe compiuto atti sessuali con la convivente sotto gli occhi del figlio, consentendo all’undicenne di guardare film e video a contenuto pornografico, al fine di indurlo a simulare atti sessuali.

Tuttavia, la parte offesa avrebbe ribadito di essere estraneo ai fatti a lui ascritti, sostenendo l’infondatezza delle accuse a suo carico, che ritiene legate alla fine della relazione con la moglie.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy