Resta sintonizzato

Attualità

Mattarella: “E’ necessario più sostegno ai disabili e alle loro famiglie!”

Pubblicato

il

Si celebra oggi, 3 dicembre, la Giornata Mondiale della Disabilità. Istituita dall’ONU nel 1981, ancora oggi, dopo quasi quarant’anni, c’è ancora molta strada da fare affinchè l’inclusione in Campania, in Italia e nel Mondo sia reale.

Il tema quest’anno è “Ricostruire meglio: verso un mondo post Covid-19 inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile“. Ma il nostro mondo, ancora pieno di pregiudizi e discriminazioni può essere realmente inclusivo?

Ancora troppi sono gli ostacoli nei confronti di una tematica molto delicata e soprattutto non semplice da affronatare. Concetti come inclusione, handicap, sostenibilità, integrazione sono ancora troppo lontani dal nostro quotidiano in cui i bimbi e i ragazzi speciali, anzichè essere aiutati, sostenuti ed incoraggiati vengono troppo spesso etichettati come “diversi”.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è ben consapevole delle reali necessità e soprattutto del fatto che la pandemia che stiamo vivendo non ha fatto altro che ampliare le distanze da un mondo che viene troppo spesso messo ai margini.

È indubbio che la pandemia sta creando disagi e difficoltà a tutti, ma diventano un impedimento assai più grave per persone che si trovano già a convivere con difficoltà di movimento o di relazione” ha detto il Capo dello Stato.

Sottolineando come per queste persone l’isolamento può diventare ancora più difficile: “Se l’isolamento per le esigenze sanitarie è di per sé una condizione pesante, può diventare un vero dramma se a provarlo sono persone con disabilità fisica o psichica“.

Continuando “Particolarmente delicata è la condizione dei minori con disabilità. La pandemia acuisce la difficoltà di seguire le lezioni scolastiche. E la mancanza di relazioni con i docenti e coetanei, rischia di produrre ulteriori condizioni di emarginazione“.

Aggiungendo poi: “La disabilità è spesso, inevitabilmente, legata alla terza e alla quarta età. Questi anziani costituiscono, nella pandemia, una categoria particolarmente a rischio e patiscono molto la solitudine, la mancanza di dirette relazioni con familiari e conoscenti e la fatica nel gestire aspetti concreti della vita quotidiana“.

È necessario, particolarmente in questa emergenza sanitaria, un impegno ancora maggiore per mantenere e migliorare i livelli di cura, di sostegno e di attenzione. Anche attraverso l’ascolto e il coinvolgimento, in questa preziosa attività, delle associazioni e delle organizzazioni che esprimono la voce delle persone con disabilità” ha concluso Mattarella.

L’Italia si è impeganta molto negli ultimi anni per abbattere barriere e ostacoli, formulando leggi importanti ma bisogna promuovere un rispetto autentico nei confronti di chi è in queste particolari condizioni senza dimenticare che chiunque si trovi in condizione di disabilità è innanzitutto una persona con una vita da vivere, da tutelare, accudire ed amare.

Disabilità non è sinonimo di inabilità ma di adattabilità, è un modo ingegnoso e coraggioso di vivere, è un’oppotunità e dovrebbe esserci una sorta di educazione alla disabilità, per far capire ad ognuno di noi che chiunque può essere diverso e speciale a modo suo e a modo suo può essere libero di manifestare la sua particolarità: “talvolta i veri limiti esistono in chi guarda”.

 

Attualità

Si introducono abusivamente a bordo di uno yacht, consumando cibo e bevande: due giovani nei guai

Pubblicato

il

Nella mattinata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti al molo Luise in via Mergellina, per la segnalazione di alcune persone che si erano introdotte abusivamente a bordo di uno yacht. I poliziotti, una volta giunti sul posto, sono stati avvicinati dal capitano dell’imbarcazione il quale, ha riferito di alcuni ragazzi saliti a bordo senza permesso e che hanno anche consumato cibi e bevande, lasciando briciole, cenere e mozziconi di sigarette a prua, danneggiando inoltre, in vari punti, la zona del tetto. Tuttavia, grazie alle informazioni fornitegli, gli agenti, sono riusciti a rintracciare due giovani romani di 17 e 20 anni, già noti alle forze dell’ordine, che li hanno denunciati per violazione di domicilio.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, scippo a Corso Umberto: due giovani rubano il cellulare ad una ragazza

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, i Falchi della Squadra Mobile di Napoli, nel transitare in Corso Umberto, hanno sorpreso due giovani a bordo di uno scooter, mentre rubavano un cellulare dalle mani di una ragazza, dandosi poi alla fuga. Da qui, l’inseguimento, che ha visto i poliziotti riuscire a bloccarli in via Pietro Colletta, trovandoli in possesso del telefonino appena scippato. Pertanto, i due, entrambi napoletani di 18 anni, sono stati arrestati per furto con strappo e sanzionati per mancato utilizzo del casco protettivo; inoltre, il conducente, è stato sanzionato per guida senza patente poiché mai conseguita e il motociclo, è stato sequestrato.

Continua a leggere

Attualità

Grecia, violenta scossa di terremoto 6.1 sull’isola di Creta: almeno un morto

Pubblicato

il

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.1 della scala Richter, è stata registrata sull’isola di Creta, in Grecia. Il sisma, è avvenuto intorno alle 8 di questa mattina e ha portato con sé una vittima. Si tratta di un operaio che stava lavorando all’interno di una chiesa, il cui tetto è crollato dopo la scossa. Sul posto, è arrivato il Ministro della Protezione Civile Christos Stylianidis, insieme ai Vigili del Fuoco che, hanno definito la situazione come ‘molto difficile’, visto che ci sono altre tre persone rimaste intrappolate all’interno delle loro case.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante