Resta sintonizzato

Attualità

SANT’ANTIMO. Maxi operazione al mercato, sequestrata merce contraffatta

Pubblicato

il

NAPOLI NORD SANT’ANTIMO 

MAXI OPERAZIONE DI CONTROLLO AL MERCATO

RAFFICA DI SEQUESTRI DI GROSSI QUANTITATIVI DI MERCE ANCHE CONTRAFFATTA

ELEVATI VERBALI AGLI ESERCENTI CHE ESERCITAVANO SENZA AUTORIZZAZIONE E SENZA AVER VERSATO QUANTO DOVUTO AL COMUNE DI SANT’ANTIMO DA SVARIATI ANNI

Continua in modo incessante il lavoro della Polizia Locale di Sant’Antimo diretta dal Comandante Colonnello Antonio Piricelli, avviate numerose attività di controllo e monitoraggio del territorio finalizzate a reprimere e contrastare vari fenomeni tra cui l’esercizio abusivo di attività espletato all’interno dell’area mercatale.

Questa mattina gli uomini della Polizia Locale diretti personalmente dal Comandante Piricelli hanno effettuato un accurato e capillare controllo a tutti i mercatari presenti nell’area dedicata a tali attività nella zona adiacente alla stazione ferroviaria di Sant’Antimo.

Increduli gli esercenti che hanno visto un numero di poliziotti avviare attività di accertamento che a detta degli stessi non veniva fatta da svariati anni.

Dagli accertamenti effettuati è emerso che il 90% degli esercenti è risultato sprovvisto di bollettino di versamento attestante il pagamento di quanto dovuto in favore del comune di Sant’Antimo per espletare l’attività di vendita in quel luogo e qualcuno che lo aveva ha mostrato bollettini di pagamento di anni fa, qualche altro ha dichiarato che non paga da più di 4 – 5 anni il tutto a discapito di quei pochi esercenti che si contano sulle dita di una mano e che hanno pagato il bollettino per tutto l’anno.

Tra le attività svolte è stato posto sotto sequestrato un ingente quantitativo di merce in possesso di alcuni esercenti risultati sprovvisti di tutte le autorizzazioni per poter espletare tale attività in dispregio a quanto contemplato dalla Legge regionale n.1 del 2014: a loro carico sono state elevate sanzioni per circa euro 5000 ed altri per euro 1000 cadauno, ad altri è stata sequestrata anche merce contraffatta.

I controlli hanno prodotto un cospicuo numero di sanzioni che sono state elevate ai contravventori ai sensi dell’art. 20 comma 1 e 4 del Codice della Strada, sanzioni per l’art.180, sanzioni per l’art. 80, sanzioni per gli art. 157 e 158.

Il monitoraggio del territorio finalizzato a prevenire e reprimere gli abusi continua anche in altri settori.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Blitz della Guardia di Finanza, sequestrato carico di cocaina destinato ai clan di Torre Annunziata

Pubblicato

il

Blitz della Guardia di Finanza di Salerno, che ha sgominato una pericolosa associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. In totale, sono 18, le persone raggiunte dalla misura cautelare eseguita dagli agenti del Comando Provinciale. Nel corso delle indagini, è stato inoltre accertato che, l’associazione, si è occupata del recupero e dell’importazione di droga in diverse occasioni, episodi per i quali, sono stati raccolti elementi probatori a carico di 37 soggetti, alcuni dei quali residenti all’estero. In particolare, il gruppo, si è occupato del recupero di un carico di 32 kg di cocaina, occultati all’interno di un container frigo, proveniente dalla Colombia e destinato al porto di Vado Ligure.

Tuttavia, a causa di disguidi organizzativi, il container con lo stupefacente, è stato reimbarcato verso un’altra destinazione. Quindi, è emerso che, la banda, abbia messo in piedi un tentativo d’importazione di 1,5 kg di cocaina dal Sud America, da recuperare sul territorio spagnolo. Inoltre, l’organizzazione, si è adoperata anche nel recupero di un carico di 157 kg di cocaina, proveniente da narcotrafficanti sudamericani e destinati ad un gruppo criminale di Torre Annunziata. Pertanto, la sostanza stupefacente nascosta a bordo della nave e non recuperata dal gruppo criminale, è arrivata nel porto canadese di Halifax ed è stata sottoposta a sequestro dalle autorità locali.

Infine, durante le indagini, è stata anche ricostruita la cessione di 2 kg di cocaina ad un soggetto di origini salentine, dietro pagamento del corrispettivo di 69mila euro. In relazione ad alcune delle trattative individuate, è stata riscontrata pure la presenza sul territorio italiano di soggetti di nazionalità estera, invitati appositamente ad intervenire dalle consorterie fornitrici del narcotico, con l’obiettivo di portare a termine le operazioni di cessione.

Continua a leggere

Attualità

Caso Morisi, parla Salvini: “Io non faccio politica così”

Pubblicato

il

Il leader della Lega Matteo Salvini, è intervenuto riguardo la vicenda, che ha visto coinvolto il suo ex responsabile dei social, Luca Morisi. Ecco le sue dichiarazioni: “Mi dispiace, non per me, ma quando prendono come capri espiatori e vittime sacrificali altre persone. Io non faccio politica così. Io non godo dei problemi degli avversari. Li voglio sconfiggere lealmente sui progetti”. Poi continua: “Io ho le spalle larghe e non sono un complottista, ma il fatto che a reti unificate e a partiti unificati l’unico avversario siano Salvini e la Lega, mi dice che siamo sulla strada giusta”.
   

Continua a leggere

Attualità

Napoli, sorpresa con la droga in auto: nei guai 64enne del posto

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, nel transitare in via Nicola Capasso, hanno notato che da un’auto parcheggiata, proveniva un forte odore di marijuana. Tuttavia, i poliziotti, dopo aver rintracciato la proprietaria, hanno perquisito la vettura rinvenendo due buste di plastica, attaccate al telaio con due calamite, all’interno delle quali erano contenute 30 bustine con circa 61 grammi di marijuana. Pertanto, una 64enne napoletana con precedenti di Polizia, è stata denunciata per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante