Resta sintonizzato

Acerra

ACERRA. Aumento di casi e Zona Rossa: scattano le prime sanzioni

Pubblicato

il

Ad Acerra continuano ad aumentare i casi di Coronavirus.

Attualmente si registrano 1.014 persone attualmente positive e ben 6 decessi, cinque dei quali si sono verificati nella seconda ondata.

Per questo motivo sono stati rafforzati i controlli per il rispetto delle norme anti-Covid, in particolare tra sabato e domenica, giorno in cui è scatta la Zona Rossa in Campania.

Le parole del Sindaco Raffaele Lettieri:

Fine settimana con i controlli della Polizia Municipale rafforzati per il rispetto delle norme anti-contagio. 

Controlli serrati nelle attività commerciali per il rispetto delle regole: sono state riscontrate e sanzionate alcune violazioni. Nonostante siano state elevate anche sanzioni a cittadini per il mancato uso dei dispositivi di protezione o perché sorpresi a circolare senza validi motivi, la maggior parte dei nostri concittadini con responsabilità sta rispettando le regole, ha compreso la gravità del momento e difende se stesso e i propri cari con attenzione. Tantissimi acerrani stanno dimostrando grande senso di responsabilità e sacrificio, dimostrano di non aver sottovalutato il rischio. Serve ancora uno sforzo da parte di tutti. 

Sappiamo bene che dietro ogni sospensione o limitazione del lavoro ci sono persone e famiglie che vanno ancor più in difficoltà, dopo mesi già difficili. In tanti mi scrivete tutti i giorni per raccontarmelo. So anche che ogni limitazione delle libertà personali è un sacrificio. Penso ai più piccoli, o ai giovani. Penso agli anziani. Alle persone fragili. 

Dobbiamo stare attenti e limitare le occasioni di contagio. Spetta a noi essere responsabili. Non abbassiamo la guardia.

È solo dal rispetto di tutti delle limitazioni che dipende la nostra capacità di fermare il contagio e di tutelare il diritto alla salute, al lavoro, alla scuola“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Acerra

Napoli. Inizia una sparatoria e rimane ferita una 15enne

Pubblicato

il

Una ragazzina di 15 anni è stata ferita nella notte da colpi d’arma da fuoco, che l’hanno raggiunta all’inguine e alla gamba. L’episodio criminoso sul quale sono in corso accertamenti è avvenuto nel Parco 900 ad Acerra. Secondo le prime indagini la 15 enne è stata ferita da proiettili vaganti fatti esploder da alcuni ragazzi

Continua a leggere

Acerra

Acerra: Canile abusivo e 40 cani esposti alle intemperie, 72enne denunciato dai Carabinieri

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione forestale di Marigliano, insieme a personale della Lipu di napoli e dell’Asl Napoli 2 nord di Caivano, hanno effettuato un controllo in un canile nel Comune di Acerra. All’interno 20 box coperti da lamiere di ferro e 40 cani di varie razze tutti esposti alle intemperie. I cani, benché in buono stato di salute, sono stati sequestrati. Da accertamenti compiuti dai militari si è documentato che il canile non avesse alcuna autorizzazione amministrativa. Nessuno dei cani era dotato di microchip e alcuni erano legati ad un albero con una catena. Il titolare dell’attività, un 72enne già noto alle forze dell’ordine, non è stato in grado di mostrare la documentazione relativa alla tenuta stagna di una vasca colma di escrementi e quella relativa al loro smaltimento. Notificate anche sanzioni per oltre 11mila euro

Continua a leggere

Acerra

Acerra: maltratta ed estorce denaro alla compagna, arrestato 56enne

Pubblicato

il

Lunedì pomeriggio gli agenti del Commissariato di Acerra, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Clanio ad Acerra per la segnalazione di una lite familiare.
I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da un uomo il quale ha raccontato loro che, poco prima, era stato aggredito dal cane della  compagna.
La donna ha raccontato agli agenti che, mentre era in casa, era stata aggredita per futili motivi con schiaffi e pugni  dall’uomo e che il suo cane, sentendola urlare, si era interposto tra lei e l’aggressore; inoltre, ha raccontato agli operatori di essere vittima già da tempo, per motivi di denaro, di aggressioni e minacce da parte del compagno e di aver richiesto, anche in quelle occasioni, l’intervento delle forze dell’ordine.
Gli operatori, dopo aver accertato quanto accaduto, hanno identificato l’uomo per un 56enne di Telese Terme con precedenti di polizia, e lo hanno  arrestato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante