Resta sintonizzato

Arzano

Napoli. Pallavolo putignano ambiziosa, l’Arzano volley può sfidare chiunque

Pubblicato

il

Agosto sui libri per Nicole Putignano. L’opposta della Luvo Barattoli Arzano si appresta a disputare un incontro importante per il suo futuro: “Fra poco mi aspettano i test di ingresso al dipartimento di Medicina della Federico II. Un’occasione davvero importante. Ho deciso di rinunciare anche al periodo di vacanza per essere pronta ad affrontare questa prova”.

Studio e pallavolo. Nicole si conferma quella che un tempo si diceva “una ragazza con la testa sulle spalle”. Alla pari delle sue colleghe vuol raggiungere il massimo sui libri, così come sul campo. Classe 2003, è da tempo ormai nel roster della Luvo Barattoli. “Anche se sono di Battipaglia, ho scelto la Federico II perché vivendo ad Arzano mi è più facile da frequentare. Studentessa fuori sede per motivi sportivi…”.

Fresca di diploma in Scienze Umane, con un voto di tutto rispetto: 81/100. Prosegue anche la sua convivenza con le altre compagne di squadra: “Quando posso il sabato torno a casa dopo la partita. Il resto della settimana lo trascorro con Nives Palmese e Martina Giovagnoli e l’altra coinquilina di turno. Quest’anno siamo in attesa di conoscere Elisa Allasia che entra a fare parte della nostra squadra”.

La permanenza nell’Arzano Volley le ha consentito di togliersi sfizi in tante categorie, ultima delle quali l’Under 19 che l’ha vista conquistare tutto il possibile. Prima però c’era stato tanto altro. Vittorie praticamente in tutta la trafila giovanile dall’Under 14 in poi. Togliendosi anche la soddisfazione, nelle passate stagioni, di guadagnarsi uno stage con la nazionale giovanile.

Anche per la stagione che sta per cominciare, Nicole Putignano ha tanti sogni nel cassetto: “Vorrei arrivare ai playoff. Spero che sia un anno dove ai risultati sportivi si sommino anche quelli umani. Mi piace avere rapporti positivi con tutte le compagne di squadra e di divertirmi insieme a loro. Certo l’anno scorso è mancata la qualificazione ai playoff, ma siamo pronte a riprovarci quest’anno”.

L’Arzano Volley inserito in un girone niente male: “Anche l’anno scorso ci stavano squadre molto forti. Ci sta che abbiamo pagato sul piano dei risultati. Per crescere si deve mettere in conto anche qualche delusione come questa. Però ci riproviamo quest’anno. E’ tornata la Volleyro Roma che mancava da un po’ ma il resto delle squadre e gran parte delle atlete le conosciamo. Possiamo giocarcela con tutti”.

Arzano

Arzano. Autorizzazioni mancanti e sicurezza violata. sequestri e denunce

Pubblicato

il

Nel corso della mattinata di ieri, nell’ambito di uno specifico servizio, i Carabinieri della Tenenza di Arzano, coadiuvati da tecnici dell’ASL di Napoli Nord 2, hanno sottoposto a sequestro preventivo un’azienda arzanese che produce tacchi per scarpe. Nel corso del servizio, infatti, sono state rilevate alcune violazioni per quanto concerne le norme in materia di sicurezza sul lavoro, oltre che la mancanza di alcune autorizzazioni. Per questi motivi i locali e i macchinari della predetta impresa sono stati sottoposti a sequestro con il conseguente deferimento in stato di libertà dell’amministratore unico dell’azienda.

Continua a leggere

Arzano

Napoli. Traffico di banconote false, scoperta una banda che le scambiava con criptovalute

Pubblicato

il

Una persona in carcere, cinque ai domiciliari e per altre due è scattato divieto di dimora nella provincia di Napoli Si è conclusa così un’articolata indagine dei carabinieri del Comando Antifalsificazione Monetaria, avviata nel 2018, su un traffico transnazionale di banconote false.Le indagini hanno complessivamente consentito di delineare le dinamiche distributive della valuta falsa, attraverso un vendor attivo sui marketplace dal 2012, il quale, ricorrendo a complessi processi di ‘anonimizzazione’ telematica, gestiva i pagamenti in criptovalute e le conseguenti forniture effettuate da spedizionieri che inviavano plichi e pacchi postali – celando la valuta falsa all’interno di materiale vario

Ad Arzano è stata poi chiusa una stamperia clandestina digitale per la produzione di banconote false, i cui produttori sono stati già arrestati il 1 dicembre 2021, in esecuzione della misura cautelare di sottoposizione agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli Nord nell’ambito della medesima operazione. Al momento sono oltre 50 gli indagati. Le misure cautelari eseguite nella mattinata di oggi sono state emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli. Gli indagati devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata al traffico di valuta falsa.

Inoltre, per i terminali localizzati all’estero, nell’ambito della cooperazione internazionale di polizia sono stati interessate le polizie di Austria, Belgio, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna e Lituania. 

Continua a leggere

Arzano

ARZANO – Aria nuova al Consorzio Cimiteriale

Pubblicato

il

ARZANO – Sono trascorsi soltanto pochi mesi, eppure la profonda metamorfosi è evidente. Disordine e viali fatiscenti sembrano ormai solo un ricordo.

Nel periodo storicamente dedicato all’omaggio ai propri cari, i cittadini dei tre Comuni serviti dal Consorzio cimiteriale (Arzano, Casavatore e Casoria) hanno potuto trovare una gradita sorpresa: un’organizzazione impeccabile ed una cura certosina dei dettagli compresa la presenza, del tutto inaspettata, di validi artisti che hanno accompagnato con note celestiali la consueta visita ai defunti, dando vita ad un’esecuzione di brani di musica sacra e liturgica.

Un’iniziativa a cura della nuova dirigenza, grazie allo spirito innovativo del Presidente avv. Giuseppe Salzano e al direttore ad interim dott. Sabato Terracciano.

Il Consorzio, un tempo oggetto di chiacchiericcio e di eventi spiacevoli spesso finiti sulla stampa locale, sta vivendo nell’ultimo periodo una piccola rivoluzione che ha scatenato un’ondata di apprezzamenti in loco, ma anche decine di commenti positivi sui social ad opera di cittadini attivi nei gruppi locali.

Un nuovo corso iniziato da una vera squadra di professionisti, il cui lavoro segna una rottura netta con il passato. Un’opera di rinnovamento destinata a lasciare un segno tangibile del proprio passaggio a dimostrazione del fatto che, nonostante gli eventi negativi e le tante “distrazioni” degli ultimi anni, è sempre possibile riportare la barra a dritta con impegno e dedizione.

Se non fosse ai limiti dell’ossimoro, si potrebbe dire che il Cimitero è tornato a nuova vita.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy