Resta sintonizzato

Attualità

Napoli. Grido d’allarme del re delle cravatte Maurizio Marinella “Non trovo dei dipendenti, per tramandare la tradizione” 

Pubblicato

il

“Voglio lanciare un grido d’allarme. Siamo a Napoli, capitale della disoccupazione, noi nei nostri laboratori abbiamo bisogno di 10-15 giovani ma non riusciamo a trovarli”. Maurizio Marinella, uomo immagine del noto brand di cravatte, intervenendo al Tenco Talks sulla sostenibilità ha spiegato che la sua azienda non riesce a trovare nuovi lavoratori. “I ragazzi non vogliono più fare questi antichi mestieri, preferiscono andare nei call-center a rispondere al telefono che non entrare nei laboratori. E’ un problema che accomuna sartorie, camicerie e calzaturificio, non si vuole lavorare più con le mani. Mi arrabbio perché gli stranieri vogliono tutti lavorare per noi io, invece, vorrei fare crescere i napoletani”.

E ha concluso dicendo: “Vorrei che a Napoli nascesse un’università degli antichi mestieri. Se non c’è supporto e valorizzazione i vecchi mestieri rischiano di scomparire”. Ma il tema del giorno è quello della Sostenibilità. Dopo l’introduzione di Giovanni Lombardi, Marinella ha spiegato come si sta muovendo il suo brand. Nell’ambito del nuovo appuntamento con i Tenco Talks, organizzato a Palazzo Ischitella, Maurizio Marinella ha spiegato come la sua azienda affronta il problema della sostenibilità. “Puntiamo sempre al Sud, e proprio nel Mezzogiorno d’Italia abbiamo trovato un’azienda, la Orange- fiber, che si occupa di riciclo degli scarti delle arance dal quale nasce un tessuto. Con questa stoffa stiamo creando le nostre nuove cravatte. Stiamo chiedendo ai nostri clienti e amici di portare in azienda le cravatte che vogliono buttare, quelle dei loro padri, dei loro nonni, abbandonate da anni in cassetti o armadi. Noi – ha spiegato Marinella- le rigeneriamo e le rendiamo attuali. Un modo per conservare la tradizione, rispettare l’ambiente ed essere alla moda”. 

Attualità

Caivano, al via il piano di riqualificazione urbana e cultura

Pubblicato

il

Nel corso della conferenza dei Servizi convocata questa mattina dal presidente Vincenzo De Luca in Regione Campania, è stato illustrato il piano di riqualificazione edilizia di Caivano.

Esso prevede un investimento di 3 milioni di euro per la riprogettazione degli spazi porticati nei rioni Mattoni Rossi e Parco Verde. La comunicazione è stata data dalla Regione Campania e Acer, l’Agenzia Campana per l’Edilizia Pubblica Residenziale, alla presenza del presidente David Lebro e dei Commissari prefettizi di Caivano Filippo Dispenza, Simonetta Calcaterra e Maurizio Alicandro.

Pertanto i fondi stanziati saranno utilizzati con l’intento di combinare interventi tradizionali di rigenerazione urbana e riqualificazione edilizia, con azioni innovative di natura immateriale volte ad arricchire e animare gli spazi pubblici esistenti con nuovi servizi e attività. L’obiettivo è promuovere la creazione di spazi adatti alla vita quotidiana, alla socialità e alla formazione di nuove relazioni umane, inclusività e qualità sociale.

Ecco quanto sottolineato dal governatore De Luca:

“Prosegue l’impegno della Regione per l’area metropolitana di Napoli con particolare attenzione per la realtà di Caivano. Si è svolta oggi la Conferenza di servizi che mira a un programma di riqualificazione urbana di tutta l’area dell’edilizia pubblica e di insediamenti Acer. Nel caso specifico, attraverso una variante urbanistica, si chiuderanno i porticati dei palazzi Acer per destinare gli spazi ricavati ad attività sociali. Nel frattempo sono in corso i lavori per realizzare una Casa di Comunità e una centrale operativa, sempre nel Comune di Caivano. E’ in preparazione, ancora, la ‘Primavera di Caivano’, una rassegna di eventi musicali, teatrali e di spettacolo, che avrà luogo nei prossimi mesi e che vedrà la partecipazione di artisti di livello nazionale”.

Poi, conclude: “Stiamo definendo anche i programmi di formazione professionale per i giovani di quel territorio. Si avvia una rinascita per Caivano, e un modello di socializzazione e riqualificazione urbana”.

Continua a leggere

Attualità

Deborah De Luca rivela sui social di avere avuto un tumore: l’invito ai fan

Pubblicato

il

Un fulmine a ciel sereno quello che si è abbattuto sui fan di Deborah De Luca, dj napoletana di successo, che ha rivelato sui social di avere un tumore.

In particolare, l’artista lo ha scoperto durante un controllo di routine e pertanto, ha voluto rassicurare i fan mostrando le medicazioni dopo l’operazione a cui è stata sottoposta per rimuovere il tumore. Ecco le sue parole:

“È stato tolto tutto assieme all’organo che lo conteneva, e senza quell’organo si può vivere tranquillamente. Sono molto fortunata. Ripeto, fatevi controllare. A tutti dico: fatevi controllare. Non mi hanno ucciso i miei ex, non poteva di certo farlo un tumore. Sto scherzando, nessun ex si senta chiamato in causa”.

Continua a leggere

Attualità

Trema la terra ai Campi Flegrei, brusco risveglio per i cittadini: le ultime

Pubblicato

il

Trema ancora la terra ai Campi Flegrei, dove stamane una nuova scossa di bradisismo ha svegliato bruscamente tutti i cittadini.

In particolare la scossa è avvenuta intorno alle 7,23 con un’intensità di 2.1 ed epicentro a 3 km di profondità nella zona della Solfatara, quindi nell’area del Comune di Pozzuoli. Invece una seconda scossa è seguita pochi minuti dopo, alle 7.28, questa d’intensità ridotta, 1.1, ma epicentro più vicino (2 km di profondità, sempre Solfatara).

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy