Resta sintonizzato

Attualità

Napoli. Asia, la rabbia di duecento interinali “abbiamo rinunciato al Reddito di cittadinanza per l’Azienda”

Pubblicato

il

Abbiamo lavorato per un anno, durante la pandemia, per ripulire la città. Adesso ci cacciano”. Esplode la rabbia dei circa 200 lavoratori interinali di Asia che non vedranno rinnovato il loro contratto di collaborazione. Che si trattasse di un impiego a tempo, era chiaro dall’inizio. “E’ vero, lo sapevamo – spiega Francesco, uno degli ‘epurati’ – ma ci sono una serie di cose che non tornano. Non ci hanno dato nessuna chance, cosa che invece è accaduta per i precari di Anm”. 

C’è anche chi per lavorare in Asia ha lasciato il Reddito di cittadinanza, come Pasquale: “Percepivo 1.300 euro, ho stracciato la card per poter riacquistare la mia dignità nonostante lavorando guadagnassi 200 euro in meno. Che senso ha formare un lavoratore, farlo lavorare un anno e poi rimandarlo in mezzo a una strada?. Non ci muoviamo da qui finché dalle istituzioni non arriverà una carta firmata con cui ci assicureranno un lavoro dignitoso”.

Attualità

Festival di Sanremo, prima serata in archivio tra applausi e polemiche

Pubblicato

il

Non sono mancati i colpi di scena a Sanremo, nel corso della prima puntata della 73esima edizione del Festival della canzone italiana, che ci ha lasciato in eredità diversi spunti sui quali riflettere.

Innanzitutto, a rubare la scena è stata Chiara Ferragni, che ha monopolizzato l’attenzione durante il suo ingresso sul palco dell’Ariston, dando le spalle agli spettatori e recando sul suo scialle un monito per il mondo femminile: ‘Pensati Libera’.

In particolare l’imprenditrice digitale, visibilmente emozionata, si è messa a nudo sia nel vestiario che nelle parole, ergendosi a voce di tutte quelle donne vittime di violenza fisica e non, citando i versi di un’opera di Claire Fontaine con la quale ha voluto dire a tutte di sentirsi libere di uscire dal ruolo che gli è stato imposto dalla società.

Poi, la serata è proseguita con l’esibizione dei big in gara, da Marco Mengoni ad Elodie, passando per Ultimo e Leo Gassman, con una nota di merito per ‘I supereroi’ di Mr.Rain, capace di far commuovere il pubblico presente e persino una bambina del suo coro, e grazie alla profondità del suo testo è riuscito a superare l’emozione iniziale per il suo debutto all’Ariston.

Tuttavia, il colpo di scena più inaspettato è arrivato intorno a mezzanotte, quando Blanco ha calpestato i fiori presenti sul palco, in preda ad un raptus di follia, che in seguito ha imputato a un ritorno in cuffia che non gli permetteva di sentire la sua voce. Encomiabile in tal caso il comportamento di Gianni Morandi, che munito di scopa ha spazzato via lo scempio causato dal cantante romano, dando dimostrazione di una classe ed eleganza senza tempo.

Continua a leggere

Attualità

Blitz della GdF, scoperta truffa su superbonus: 7 arresti

Pubblicato

il

Blitz della Guardia di Finanza della Tenenza di Camerino, che hanno smantellato un’associazione a delinquere dedita a truffe sul superbonus 110, con circa 4,8 milioni di euro di crediti fittizi.

In particolare, sono state eseguite sette ordinanze cautelari, di cui 5 ai domiciliari e 2 in carcere, oltre a un decreto di sequestro preventivo di quote di due società, crediti monetizzati e proventi di riciclaggio per oltre 2.750.000 euro.

Al momento l’indagine è in fase preliminare, anche se come detto sono state eseguite misure cautelari nei comuni di Tolentino, Civitanova Marche, Martinsicuro e Falconara Marittima. Inoltre, sono state numerose le perquisizioni, con il sequestro di 10 fabbricati, 12 terreni, 4 auto, orologi di lusso, oggetti preziosi, contanti, un assegno per circa 30mila euro e ulteriore materiale.

Pertanto, i reati per cui si procede sono: trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio, antiriciclaggio e associazione per delinquere. Invece è in carcere il capo dell’organizzazione, un 31enne imprenditore residente a Tolentino, e un 66enne professionista residente a Martinsicuro.

Infine, sono finite ai domiciliari madre, moglie e sorella del 31enne, residenti a Tolentino come altri due professionisti.

Continua a leggere

Attualità

Venduta la casa di campagna di Dante Alighieri, luogo del primo incontro con Beatrice

Pubblicato

il

La casa dove la famiglia di Dante Alighieri era solita villeggiare è stata venduta. In particolare quella casa, immersa nel verde di Fiesole, poco distante da Firenze, è stata anche teatro del primo incontro tra il Sommo Poeta e la sua amata Beatrice.

Si tratta di un immobile di 650 mq di superficie interna, confiscata dopo l’esilio di Dante dalla città toscana, e in seguito restituita al figlio Iacopo. Ora, la società fiorentina Lionard Luxury Real Estate l’ha venduta ad un acquirente segreto.

Pertanto, la conferma che la casa sia appartenuta a Dante, si trova anche in alcuni testi storici come questo, scritto da Otello Tordi:

“Questo podere denominato Radola, appartenne al Divino Poeta, fu a lui confiscato con gli altri beni di famiglia quando le fazioni dilanianti la Repubblica fiorentina lo ridussero ramingo per l’Italia. Ma al figlio suo, Iacopo Alighieri, venne restituito nel 1342”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy