Resta sintonizzato

campania

GDF Napoli. Donati centinaia di capi di abigliamento alla croce Rossa comitato di Napoli

Pubblicato

il

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nei giorni scorsi, ha donato all’Associazione della Croce Rossa Italiana Comitato di Napoli, rappresentato dal responsabile Dottor Paolo Monorchio, centinaia di capi di abbigliamento. I beni, costituiti da tute, felpe, maglie, pantaloni, giubbini e maglie, erano stati precedentemente sequestrati dai Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego nell’ambito della quotidiana attività di controllo economico del
territorio orientata al contrasto del fenomeno della contraffazione e dei traffici illeciti in genere sull’area cittadina e metropolitana del capoluogo partenopeo.

Pertanto, ottenuta l’autorizzazione della Procura della Repubblica di Napoli, dopo aver provveduto alla rimozione dei marchi, i capi, in alcun modo riconducibili ai brand contraffatti, sono stati consegnati all’Organizzazione di Volontariato affinché fossero destinati a Enti caritatevoli e parrocchie presenti sul territorio per fronteggiare le necessità delle persone che in questo periodo si trovano in particolare difficoltà sociale, per l’emergenza migranti e per i profughi della guerra in Ucraina. L’iniziativa benefica in parola segue altre già concretizzatesi e altre da pianificare all’esito delle determinazioni della Magistratura. Nei mesi scorsi, i finanzieri del Gruppo di Nola e del Nucleo Polizia Economico Finanziaria di Napoli hanno donato, rispettivamente alla Croce Rossa e all’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, ulteriori capi di abbigliamento nonché alcol etilico oggetto di precedenti sequestri.

Inoltre, un ingente quantitativo di gasolio di contrabbando, sequestrato dai finanzieri del Nucleo pef di Napoli nell’ambito di un’attività nel settore delle accise, invece, è stato concentrato, in gratuita giudiziale custodia senza facoltà d’uso, presso un deposito della Croce Rossa Italiana fuori Regione, in attesa delle valutazioni dell’Autorità Giudiziaria in ordine alla destinazione del prodotto. La fattiva collaborazione tra le Fiamme Gialle e la C.R.I. Comitato di Napoli si potrà arricchire ulteriormente con la futura organizzazione di corsi (BLS-D) di primo soccorso, utili ai militari del Corpo impegnati in servizi di pubblica utilità al fine di fornire, in situazioni di emergenza, un primo e concreto supporto, anche mediante
l’utilizzo del defibrillatore, nell’attesa dell’arrivo di soccorsi qualificati.

La Guardia di Finanza – ha dichiarato Paolo Monorchio, Presidente del Comitato di Napoli della Croce Rossa Italiana – “è storicamente un valido punto di riferimento per le nostre attività, una guida di alto spessore professionale e umano per tutti coloro che come noi condividono gli ideali di umanità e solidarietà alla base non solo della Croce Rossa, ma di tutto il vivere civile. Grazie al Comandante Provinciale della G.F. Gen. BORRELLI per la sensibilità e la capacità di essere vicino ai più Vulnerabili e Deboli dei nostri territori”.

“Ringrazio, di vero cuore, il Comitato provinciale di Napoli della C.R.I. e il Suo Presidente, dr. Paolo Monorchio, per la proficua sinergia, la costante disponibilità, l’efficienza organizzativa e l’intima condivisione dei progetti, che hanno consentito, nel tempo, la destinazione alle fasce più deboli della popolazione di beni sottratti alla criminalità economico – finanziaria, anche organizzata” ha evidenziato il Gen. Paolo Borrelli, il quale ha poi aggiunto: “Proseguirà, con ulteriore energia, l’impegno del Corpo a tutela dei consumatori e della libera concorrenza tra imprese, pure a supporto – con il preziosissimo contributo della C.R.I. – dei più bisognosi”.

campania

Fondi Ministero della Cultura: 34,3 milioni alla Campania

Pubblicato

il

Quasi 236 milioni di euro a favore del patrimonio culturale italiano. È la notizia arrivata oggi dal ministero della Cultura dopo la pubblicazione di un decreto firmato dal ministro Gennaro Sangiuliano. I fondi riguardano il triennio 2024-2026 e interessano i settori dei beni archeologici, a cui sono riservati circa 15 milioni, delle belle arti e il paesaggio, che ricevono 27,2 milioni di euro, e dei musei, a cui arrivano quasi 12,5 milioni. A questi, si aggiungono gli archivi con 3,7 milioni e le biblioteche con 5,4 milioni di euro. 
La Campania riceverà 34,3 milioni di euro, a fronte di 125 progetti finanziati; seconda tra le regioni più finanziate dal ministero della Cultura. Gli stanziamenti saranno particolarmente cospicui per le belle arti e il paesaggio con 45 interventi che verranno realizzati con 19,6 milioni di euro. 

Continua a leggere

campania

Ischia e Procida. Controlli dei Carabinieri nel weekend, denunce e sanzioni sulle isole. Sorpresi due minori in un centro scommesse

Pubblicato

il

Ischia e Procida nella lente dei controlli dei Carabinieri. Le due isole sono state presidiate per l’intero weekend, le strade principali puntellate da decine di pattuglie della locale Compagnia.
Sequestrati 35 grammi di hashish, divisi in 7 barrette. La droga era nascosta in un muretto a secco che costeggia via Belvedere di Forio. Dovrà rispondere di porto abusivo di armi un 25enne di Lacco Ameno, sorpreso in strada con un coltello a farfalla. Denunciato anche un 46enne, trovato fuori dalla sua abitazione nonostante fosse sottoposto ai domiciliari.

Sanzionato il titolare di un centro scommesse di Procida. Durante i controlli i militari hanno scoperto che due ragazzini di 15 anni fossero nel locale a giocare a videopoker. Nessuno dei dipendenti si era curato di verificare l’età dei due piccoli clienti. Salata la multa pari a 6666 euro. Richiesta all’ufficio dei monopoli la chiusura temporanea dell’esercizio e la sospensione della licenza. Denunciati per violazione di sigilli due imprenditori ischitani: il mese scorso i carabinieri li avevano segnalati all’Autorità giudiziaria per alcuni abusi edilizi realizzati in un hotel di Serrara Fontana Questo fine settimana è stato rilevato che i sigilli fossero stati rimossi. In corso altri lavori edili non autorizzati. Non sono mancate sanzioni per uso personale di stupefacente. 3 le persone con hashish nelle tasche. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Benevento

Benevento. Controlli sulla movida dei Carabinieri, tratto in arresto un 36enne

Pubblicato

il

Ancora controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Benevento, soprattutto concentrati nel fine settimana, per prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti, gli atti vandalici e il fenomeno dei furti in abitazione. I Carabinieri della Compagnia di Benevento, nel fine settimana hanno aumentato il numero delle pattuglie presenti sulle strade di tutto il territorio di competenza, presenti anche gli equipaggi in borghese, dislocati nelle zone della movida del centro di Benevento, per un’operazione di pattugliamento anche a piedi per le vie ed i vicoli del centro della città, più volte preda dei vandali, per prevenire la formazione delle cd. baby gang, per assicurare il divertimento e sostenere un deflusso senza pericoli ai tanti ragazzi che hanno preso parte alle serate nei locali, al fine di evitare le cosiddette stragi del sabato sera.

Tali servizi, oltre a porsi l’obiettivo di garantire una funzione di deterrenza e, se nel caso, di intercettare tempestivamente qualsivoglia tipologia di reato, può far sentire la presenza rassicurante dell’Arma e fornire intervento in caso di bisogno. L’attività ha garantito nel centro storico un controllo delle vie e delle piazze difficilmente raggiungibili con autovettura di servizio e maggiormente frequentate nel weekend, registrando e annotando eventuali persone sospette.

Nell’ambito dei controlli è stato tratto in arresto un 36enne di Benevento in esecuzione di ordinanza di aggravamento della misura cautelare, già in atto, degli arresti domiciliari per furto aggravato. L’uomo, a seguito dei controlli dei militari dell’Arma dei Carabinieri, è stato trovato più volte in violazione delle prescrizioni impostegli, motivo per il quale per lui si sono aperte le porte del carcere di Capodimonte. Nel corso dei servizi, sono stati controllati oltre 80 mezzi e 137 persone, numerose le sanzioni al Codice della Strada elevate. L’uomo arrestato è, pertanto, allo stato indagato e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy