Resta sintonizzato

Attualità

Torna in Ucraina da Napoli per difendere la propria terra: ecco la storia di Vittorio

Pubblicato

il

La storia che vi stiamo per raccontare è quella di Vittorio, cittadino ucraino residente in Italia da 20 anni, che ha deciso di partire un anno e mezzo fa per aiutare i suoi connazionali e difendere la propria patria.

In particolare, egli è stato ferito gravemente vicino Donetsk e da allora conduce un percorso di riabilitazione a Napoli, dove vive da tempo. Ecco il racconto dell’uomo a Rino Nasti, consigliere municipale di Europa Verde:

“La scorsa notte sono tornato a Napoli. Il mio Paese mi ha dato 15 giorni di congedo. Sono stato ferito il 30 novembre vicino Donetsk. Sono arrivati i mezzi pesanti russi. Avevo il giubbotto antiproiettile ma non è bastato, sono stato sbalzato via da una bomba per diversi metri. Sono stato poi trasportato e operato subito all’ospedale di Baku, e poi mi hanno trasferito nell’ospedale militare di Dnipro. Sono tutto aperto davanti, ho una lunga cicatrice dal petto allo stomaco. Tra poco la guerra finirà, stiamo avanzando”.

Attualità

Putin: “Possibile tregua in Ucraina per le prossime Olimpiadi”

Pubblicato

il

Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha confermato di aver parlato con Xi Jinping, l’omologo cinese, circa la possibilità di una tregua in Ucraina in concomitanza delle prossime Olimpiadi.
Anche se il presidente ucraino Voldymyr Zelensky si è mostrato alquanto scettico su questa evenienza.
Il presidente Xi Jinping ha detto che la Cina “sostiene la convocazione di una conferenza di pace internazionale riconosciuta da Russia e Ucraina al momento opportuno con pari partecipazione e discussione equa di tutte le opzioni”.

Russia e Cina s’impegneranno a rafforzare i legami militari, in base alla dichiarazione congiunta firmata a Pechino dai presidenti Vladimir Putin e Xi Jinping.

Continua a leggere

Attualità

Filippo Mosca: la Corte di Appello rumena conferma la condanna

Pubblicato

il

La Corte di Appello, in Romania, ha confermato la condanna a 8 anni e 3 mesi di reclusione nei confronti di Filippo Mosca e Luca Cammalleri.
I due giovani, originari di Caltanissetta, sono rinchiusi nel carcere di Porta Alba, a Costanza, in Romania, da oltre un anno, con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti.

Stessa condanna per una ragazza italiana la cui identità è ignota.

Continua a leggere

Attualità

Dopo 35 anni, torna in vita l’antenato di Google: si chiama ‘Archie’

Pubblicato

il

Con un’operazione tecnologica all’insegna della nostalgia, degli sviluppatori di The Serial Port hanno fatto tornare in vita quel che fu il primo storico motore di ricerca web ‘Archie’, in pratica l’antenato di Google.
Il sistema Archie fu sviluppato, nel 1989, alla McGill University School of Computer Science (Canada) da Alan Emtage, Bill Heelan e Peter Deutsch: è un sistema che permette di effettuare una ricerca di file su server FTP anonimi.
Con l’avvento di Yahoo e Google, però, finì nel dimenticatoio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy