Resta sintonizzato

Attualità

Termovalorizzatore di Acerra, parla De Luca: “Non possiamo permetterci una nuova emergenza rifiuti, serve un’azione di prevenzione”

Pubblicato

il

Nel corso della mattinata di ieri, c’è stato un incontro tra il vescovo di Acerra Mons. Di Donna e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca presso Palazzo Santa Lucia a Napoli.

Pertanto, essi hanno parlato dell’attuale scenario ambientale in quel di Acerra e delle problematiche correlate al termovalorizzatore. In particolare, nove sindaci campani hanno firmato contro la quarta linea del termovalorizzatore nel territorio di Acerra.

Intanto, il governatore De Luca ha così commentato in una nota:

“In questo contesto la Regione sospenderà ogni decisione relativa al termovalorizzatore e all’ipotesi di quarta linea, avviando una ricognizione dettagliata e attualizzata sui programmi di smaltimento dei rifiuti. E’ evidente a tutti che ogni impianto di trattamento, a cominciare dal termovalorizzatore, richiede un necessario programma di manutenzione. Sarebbe irresponsabile trovarsi con impianti bloccati e montagne di rifiuti per strada, senza aver fatto un’azione di prevenzione. Non si può neanche immaginare di far precipitare la regione in una nuova emergenza rifiuti. Ma questo non può e non deve significare incremento dei quantitativi di rifiuti lavorati negli impianti”.

Inoltre, sarà promossa un’azione di controllo sugli impianti già esistenti, al fine di verificare che siano rispettate le norme di tutela ambientale. Infine, è stato introdotto un comitato di saggi con rappresentanze territoriali, scientifiche, di personalità terze, con cui verificare tutti i programmi e le decisioni da porre in futuro.

Attualità

Codice della strada, in arrivo la stretta sulle patenti di guida: ecco cosa si rischia

Pubblicato

il

Dopo le misure in arrivo sugli autovelox, è prossimo all’introduzione anche un emendamento per la sospensione della patente a chi utilizza il cellulare mentre guida. La sospensione potrà andare da una settimana fino a 15 giorni.

Pertanto, la stretta sui cellulari alla guida è il risultato di un emendamento presentato dal Pd al Ddl di riforma del Codice della strada, poi modificato dal governo, su cui la Commissione Trasporti della Camera ha dato parere positivo il 21 febbraio. Tuttavia entrerà in vigore soltanto se supererà l’esame in Aula e in Senato a marzo.

Contestualmente, chi utilizza lo smartphone al volante, potrà essere oggetto del ritiro della patente, che varia in base ad alcuni criteri. Se si viene scoperti alla guida con il cellulare in mano en si possiedono almeno 10 punti sulla patente, la sospensione della stessa durerà per una settimana.

Invece sarà più lunga se i punti rimanenti sulla patente sono inferiori ai dieci: in questo caso verrà sospesa per 15 giorni. Infine, i tempi vengono raddoppiati se l’utilizzo del cellulare è causa di un incidente o fa finire un altro mezzo fuori strada.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, si apre una voragine al Vomero: i particolari

Pubblicato

il

Attimi di paura a Napoli, dove questa mattina una voragine apertasi in via Morghen al Vomero ha inghiottito un albero e due auto.

In particolare, la strada ha improvvisamente ceduto e ha costretto un intero palazzo ad evacuare per evitare conseguenze peggiori. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine per i rilievi del caso.

Continua a leggere

Attualità

Lombardia, polveri sottili oltre il limite consentito: scattano le nuove misure antismog

Pubblicato

il

Secondo gli ultimi dati diffusi ieri da Arpa, Milano sarebbe la quarta città al mondo per inquinamento, con un pm10 che resta al di sopra dei valori di riferimento e della soglia dei 50 microgrammi per metro cubo.

Infatti la concentrazione di polveri sottili in quasi tutta la Lombardia resta oltre i limiti consentiti, e da oggi sono in vigore le misure antismog di primo livello come il divieto di circolazione dei mezzi più inquinanti durante il giorno.

Pertanto, in base a tali misure nei comuni oltre i 30mila abitanti dalle 7:30 alle 19:30 è vietata la circolazione alle auto benzina fino a euro 1 e diesel fino a euro 4 tutti i giorni. Inoltre, nelle abitazioni la temperatura massima è fissata a 19 gradi ed è vietato accendere fuochi all’aperto, utilizzare stufe a legna fino a tre stelle e in agricoltura spandere liquami, digestati, fanghi di depurazione, fertilizzanti salvo iniezione e interramento immediato.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy