Resta sintonizzato

Cronaca

Caivano, ai domiciliari uno dei maggiorenni autori dello stupro delle due cuginette: i particolari

Pubblicato

il

Era il luglio scorso, quando due cuginette di 10 e 12 anni venivano stuprate da un branco ragazzini, tra cui due maggiorenni.

In un primo momento, questi ultimi erano stati associati al carcere per violenza sessuale, ma è notizia di stamane che il giudice per le indagini preliminari di Napoli ha accolto la richiesta della difesa e ha concesso i domiciliari a uno di loro.

Si tratta di un 19enne, che sarà associato agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, presso un comune del Veneziano. In particolare, per il Gip, gli abusi ripetuti ai danni delle bimbe “si sono innestati in un contesto territoriale di profonda incuria e abbandono, e sono stati agevolati dal senso di appartenenza al gruppo criminale dei suoi membri, per questo l’allontanamento del 19enne da Caivano appare elemento piuttosto rassicurante in ordine alla rescissione dei legami con il predetto contesto, inducendo a confidare in un’adeguata capacità auto-contenitiva”.

Ecco lo sfogo dell’avvocato Angelo Pisani, che ha così commentato la decisione del Gip:

“Una decisione inspiegabile da parte del Gip, non ci sono parole. In questo momento in cui si parla tanto di tutela delle vittime, di tutela delle donne, e assistiamo a una giustizia così generosa. Le mamme delle bambine sono esterrefatte, tutti aspettiamo giustizia e aspettiamo che le vittime possano tornare dalle loro famiglie. La difesa aveva dato parere negativo alla differente carcerazione di quello che è ritenuto il responsabile principale delle violenze e degli abusi. Speriamo che la Procura possa impegnare questo provvedimento”.

Cronaca

Olimpiadi invernali 2026, lettera di minacce al sindaco di Cortina Lorenzi: i particolari

Pubblicato

il

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianluca Lorenzi ha presentato denuncia contro ignoti al Commissariato locale, poiché ha ricevuto una lettera minatoria al suo indirizzo nella quale c’è scritto che “se vai avanti con la pista da bob, ti facciamo fuori”.

Il riferimento è chiaro e riguarda le prossime Olimpiadi invernali del 2026, che si terranno tra Milano e Cortina. Ecco il commento del sindaco Lorenzi:

“Adesso sarà compito preciso degli investigatori fare piena luce su quello che di inatteso è accaduto”.

Infatti negli ultimi giorni, si sono susseguite aspre polemiche per l’abbattimento di decine di alberi per far posto alla nuova pista da bob che ospiterà la competizione olimpica. Sono stati presentati esposti da parte di diverse associazioni ambientaliste per verificare il rispetto del vincolo paesaggistico sulla demolizione della vecchia pista Monti e sull’abbattimento degli alberi secolari in località Ronco.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, 42enne aggredisce i poliziotti intervenuti per una lite: arrestato

Pubblicato

il

Blitz degli agenti del Commissariato Posillipo e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, che nel corso della mattinata di mercoledì sono intervenuti presso l’abitazione di un uomo per la segnalazione di una lite.

In particolare, i poliziotti giunti sul posto hanno trovato la porta dell’appartamento chiusa e così, hanno tentato di entrarvi attraverso un foro ricavato dalla porta, ma l’uomo brandendo due asce ha ostacolato l’accesso lanciando contro gli stessi del liquido infiammandolo con un accendino.

Tuttavia l’aggressore ha proseguito con il suo atteggiamento violento, puntando contro gli agenti un cacciavite e lanciando pietre e sostanze acide, fino a quando non è stato bloccato. A quel punto egli è stato identificato in un 42enne napoletano, arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni aggravate e tentato incendio.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto nel mondo del cinema, è morto il regista Paolo Taviani: aveva 92 anni

Pubblicato

il

Il mondo del cinema piange la scomparsa del regista Paolo Taviani, morto oggi a Roma all’età di 92 anni. L’uomo per oltre 50 anni ha lavorato assieme al fratello Vittorio, scomparso nel 2018, con il quale ha contribuito a far conoscere il cinema italiano nel mondo.

In particolare il loro cinema ha registrato sotto varie forme i vistosi cambiamenti culturali che si succedevano in Italia. Autori completi, fino dalla scelta dei soggetti e dal lavoro di sceneggiatura, i Taviani hanno tuttavia spaziato con uguale passione tra i generi cinematografici: dall’attualità alla Storia (spesso usata in funzione metaforica), alla letteratura.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy