Resta sintonizzato

campania

Successo per il Capodanno ad Amalfi, due giorni di grandi eventi tra happy music, classica

Pubblicato

il

AMALFI. Il suono e l’energia dirompente di NYE Amalfi ha illuminato la Divina. Un successo per NYE Amalfi, che si conferma il capodanno della Costa d’Amalfi. Due straordinarie location, Piazza Duomo e Piazza Flavio Gioia, 8 ore di spettacolo, ma soprattutto due giorni di eventi strepitosi, tra il 31 dicembre e il primo gennaio, con artisti, musicisti, dj guest già dal primo pomeriggio. Ad accompagnare il countdown lo spettacolo dei fuochi pirotecnici a mare e poi cambio location e tutti gli occhi fissi in alto per il suggestivo  architectural mapping in 3D che ha fatto sognare il pubblico, con l’ausilio anche dell’intelligenza artificiale, per poi proseguire con la musica fino a tarda notte.

Un grande show con migliaia di persone arrivate da tutta la Costa d’Amalfi e tantissimi turisti che hanno scelto Amalfi per le vacanze natalizie. E il primo gennaio il Concerto con l’orchestra sinfonica nella Basilica del Crocifisso e, di pomeriggio, gran finale con il folklore puro delle bande che hanno sfilato attraverso i vicoli di Amalfi, per poi esibirsi lungo la scala monumentale della Cattedrale di Sant’Andrea. NYE Amalfi si conferma, così, evento di punta del grande cartellone natalizio promosso dall’Amministrazione Comunale di Amalfi guidata dal Sindaco Daniele Milano, all’insegna dell’aggregazione e dell’inclusione e del fare festa tutti insieme. 

Divertimento, stupore, magia sono state le parole d’ordine per fare festa tutti insieme in Piazza per la notte più lunga dell’anno.  Non solo musica e live show, ma uno spettacolo innovativo di colori, effetti scenici e visioni mozzafiato che hanno proiettato lo spettatore in un universo parallelo, a confine tra sogno e realtà, in una grande performance collettiva che riunisce tutte le fasce d’età. 

Sano divertimento ed allegria per brindare al nuovo anno e per vivere insieme un momento di grande energia creativa – sottolinea il Sindaco Daniele Milano – NYE Amalfi negli anni è diventato un punto di riferimento per tutta la Costa d’Amalfi. Un grande attrattore, pensato per i giovani e le famiglie e per i turisti che hanno deciso di trascorrere le festività in Costiera. Quest’anno è ritornato l’Architectural Mapping 3D ideato da Luca Agnani sul tema “Metamorfosi” di una tale bellezza che ha conquistato il pubblico: artista del light design, che ha animato mostre importantissime nel mondo e monumenti. Amalfi si è trasformata così in un museo dinamico en plein air di grande impatto scenografico e visivo contaminandosi con la musica: avevamo grandi aspettative, ma la performance è stata di gran lunga superiore. Desidero ringraziare tutte le forze dell’ordine e la protezione civile che ci hanno aiutato a gestire un evento multiforme e variegato in totale sicurezza”.

Un Capodanno molto “happy” all’insegna dell’allegria, senza dimenticare la tradizione. “Siamo molto orgogliosi del risultato e del piano della sicurezza che ci ha permesso di spostarci attraverso le due piazze, in quelli che sono i luoghi simbolo della città. Quest’anno abbiamo messo insieme tradizione e innovazione  – prosegue la Consigliera agli Eventi e alla Cultura Enza Cobalto – Il Capodanno è il momento centrale del nostro programma di eventi. Oltre alla grande festa per brindare al nuovo anno, il primo gennaio abbiamo avuto le bande del Capodanno Folk Amalfitano: è stato meraviglioso vedere insieme bambini, giovani e adulti impegnati nel non disperdere il nostro grande patrimonio identitario, tra ciaramelle e triccheballacche, simbolo anche di fortuna. E poi il grande concerto nella Basilica del crocefisso, con tantissimi turisti stranieri che hanno avuto l’opportunità di visitare anche il Chiostro del Paradiso, uno dei luoghi più intimi ed incantevoli di Amalfi”. 

Novità del Capodanno 2024 è stato lo start dal pomeriggio del 31 gennaio: Piazza Duomo si è trasformata in una dancehall con  la musica di Dj Eddie J Warner per creare l’atmosfera  che anticipa i festeggiamenti serali.  Alle ore 22:30 in Piazza Flavio Gioia è partito ufficialmente il grande spettacolo di NYE Amalfi, con l’intrattenimento e la conduzione di Marco e Raf, direttamente da Radio Kiss Kiss, mentre in consolle, a far vibrare la piazza sul mare sotto le stelle, Dj Fabio Anastasio, a cui è affidato il warm up per entusiasmare la platea.

Come da tradizione, la sfilata e l’esibizione del gruppo folk amalfitano “O Guagliunciello”, portafortuna per il nuovo anno, tra canti popolari e strumenti tipici della tradizione in un recupero dei ritmi di ancestrali partenopei di putipù, triccheballacche, tammorre, castagnelle, tamburelli e scetavajasse, fino ad arrivare al countdown della mezzanotte e il suggestivo spettacolo dei fuochi pirotecnici sul mare a cura della premiata ditta Pirotecnica Cav. Vincenzo Senatore e figli.

Dopo lo scoccare della Mezzanotte, lo spettacolo si è trasferito  nel cuore di Amalfi, in Piazza Duomo con l’Architectural Mapping 3D: uno spettacolo visto per la prima volta in Costiera proprio ad Amalfi nel 2014 e che finora è stato protagonista nelle maggiori capitali internazionali. Dopo 10 anni è tornato a gran richiesta con nuove tecnologie e effetti speciali da lasciare tutti senza fiato per rendere la notte di Capodanno un’esperienza indimenticabile. 

A fare da apripista al 2024 il disco show della “Street Sound Band”, un gruppo dinamico che spazia tra i generi musicali più vari, in un viaggio dagli anni ’70, ’80 e ‘90 fino ai giorni nostri per cantare e ballare tutti insieme. Beat coinvolgenti, sonorità elettroniche, tanto funky, house music ed R’n’B per ballare fino all’alba con la performance poliedrica del gruppo di Dj resident: Filippo Di Costanzo, Pio Mansi, Andrea K ed Alex Caruso, gli Amalfi Friends molto amati e apprezzati in tutta la Costa d’Amalfi, riusciranno a sorprendere il pubblico nel mash up esplosivo con effetti scenici innovativi, giochi di luce e tante sorprese per uno spettacolo unico, fino alle prime luci del nuovo giorno. 

Ambiente

Incendi boschivi, Regione Campania dirama tutti i divieti nel periodo di ‘grave pericolosità’: ecco quali sono

Pubblicato

il

E’ entrato in vigore il 15 giugno il periodo di “grave pericolosità” per gli incendi boschivi in Campania. Lo ha stabilito la Protezione Civile della Regione Campania, con atto del Direttore Generale, Italo Giulivo, sulla base delle valutazioni sul quadro climatico. 

Tale stato di allerta dovrebbe terminare, salvo proroghe, il 20 settembre prossimo.

Al fine di salvaguardare il patrimonio boschivo, durante il periodo di grave pericolosità scattano cinque importanti divieti:
Divieto di combustione dei residui vegetali agricoli e forestali;
Divieto di abbruciamento delle stoppie ed erbe infestanti, anche negli incolti (già in vigore dal primo giugno);
Divieto di compiere le seguenti attività nei boschi e nei pascoli (art. 75, c. 4, Reg. regionale tutela patrimonio forestale n. 3/2017): usare motori o fornelli che producano faville o brace; usare apparecchi a fiamma od elettrici per tagliare metalli; far brillare mine; fumare o compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo mediato o immediato di incendio come, ad esempio:  sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti vigenti.gettare fiammiferi o sigarette accese.
Divieto di accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta, meglio note come “lanterne volanti”, dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici a una distanza non inferiore a 1 km dalle superfici boscate.

La Protezione Civile della Regione Campania richiama l’attenzione dei Sindaci, sulla necessità di rafforzare le attività di ricognizione, sorveglianza, avvistamento e allarme per incendi boschivi sul proprio territorio, anche avvalendosi delle associazioni di volontariato di protezione civile, nonché di sensibilizzare i cittadini e le associazioni di categoria degli agricoltori e degli allevatori, promuovendo la cultura di protezione civile e le corrette norme di comportamento per la salvaguardia dell’ambiente.

Continua a leggere

campania

‘Fondi Coesione’: il Consiglio di Stato dà ragione alla Campania

Pubblicato

il

Il Consiglio di Stato ha accertato con una sentenza l’obbligo del Ministro per gli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnnr “di definire il procedimento di stipula dell’Accordo di coesione con la Regione Campania per la destinazione dei fondi”.

La Regione Campania aveva fatto ricorso lo scorso gennaio lamentando il ritardo nella conclusione dell’accordo, stipulato invece con la maggior parte delle altre Regioni e Province autonome.

Il Tar per la Campania accolse il ricorso con sentenza oggi confermata dal Consiglio di Stato. “Si tratta dei fondi già assegnati alla Regione Campania con delibera del Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile”.

(fonte: Ansa.it)

Continua a leggere

campania

Nicola Caputo candidato alle Europee resta seduto sulla poltrona di Assessore Regionale

Pubblicato

il

NAPOLI – È già cominciata la campagna elettorale per i candidati al Parlamento Europeo e tra i candidati della Campania si può scorgere il nome di Nicola Caputo tra le file di Stati Uniti d’Europa la lista nata dalla fusione di Renzi ed Emma Bonino.

Nicola Caputo, ad oggi rappresenta i voti del Presidente della Regione De Luca, dato che il Governatore ha deciso di “pesarsi” come si dice in gergo, per una sfida a sfondo regionale, proprio contro il suo partito che, come tutti sanno, è stato l’artefice dei primi bastoni messi tra le ruote alla sua lotta per il terzo mandato.

Quindi De Luca contro il PD di Raffaele Topo, altro elemento di spicco della Campania, preferito dal PD insieme alla Picierno, Decaro e Sandro Ruotolo.

Ieri è stata la giornata del primo annuncio di Nicola Caputo attraverso i social, dove informa i propri fan del cambio strategico della Comunicazione, col quale si è deciso di usare i propri social solo ed esclusivamente per comunicazioni elettorali, accantonando per adesso la comunicazione istituzionale dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Campania.

“Le istituzioni sono una cosa seria, alta, solenne e vanno rispettate, così come le elezioni sono il momento più alto dell’esercizio della democrazia: per questo ho inteso come deontologicamente corretto interrompere l’attività di comunicazione istituzionale relativa all’Assessorato.

Ho servito le istituzioni sempre – prosegue l’Assessore – con il massimo della passione e della abnegazione, cercando di rendicontare quanto facevo tutti i giorni. L’ho fatto sia da Parlamentare europeo che da assessore regionale (ben 914 Agridiario e 156 AgriWeekReCap) senza mai confondere l’attività istituzionale con quella politica.

Con la stessa trasparenza, senso delle Istituzioni e onestà intellettuale – conclude – ho deciso di non confondere il Nicola Caputo candidato con il Nicola Caputo assessore”.

Queste alcune parole del post pubblicato ieri da Nicola Caputo. L’Assessore parla di deontologia, trasparenza, senso delle istituzioni e onestà intellettuale. Praticamente tutti valori di una perfetta democrazia usati in un solo post. Peccato però che il senso di democrazia vorrebbe che l’Assessore sia messo alla pari dei suoi competitor e non quello di rivestire una carica istituzionale in campagna elettorale, la quale carica, indiscutibilmente determina un vantaggio rispetto ai concorrenti, dato che in questo mese, si potranno continuare a dare risposte “politiche” agli amici e agli amici degli amici come già successo, forse inconsapevolmente, con uno dei suoi staffisti, ma questo ve lo racconteremo in un altro editoriale.

Praticamente l’Assessore Nicola Caputo, sta conducendo la campagna elettorale per le europee stando “seduto a cavallo” – come si dice in gergo politico – e poi parla di democrazia, senso delle istituzioni e trasparenza. Avrebbe fatto davvero questo se si fosse dimesso da Assessore regionale. Tanto é vero che chi comincia a leggere il suo post, nelle prime battute, crede proprio di stare lì a leggere delle sue dimissioni, peccato però che la comunicazione era solo per avvertire che la sua pagina smette di essere istituzionale per diventare promozionale. Peccato per quelli che realmente sperano in un cambio di rotta della politica.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy