Resta sintonizzato

Attualità

Blitz della Polizia, scoperto giro di auto rubate e reimmatricolate all’estero

Pubblicato

il

Blitz della Polizia Stradale, che ha eseguito un sequestro di oltre 200 veicoli di fascia medio alta rubati e reimmatricolati all’estero con documenti falsi.

Pertanto, l’indagine è stata avviata nel 2021 e riguarda il fenomeno delle nazionalizzazioni di veicoli da Paesi Ue ed extra Ue.

In particolare, tale attività ha consentito di scoprire che la maggior parte dei veicoli erano oggetti di riciclaggio, come confermato da alcune richieste provenienti da Danimarca e Spagna.

Infatti, l’obiettivo dei criminali era quello di ripulire veicoli rubati, presentandoli come provenienti da un altro Stato, mirando a evidenziare l’attenzione specifica sul settore delle nazionalizzazioni di veicoli stranieri, spesso associato a vari reati, dall’evasione fiscale al riciclaggio.

Attualità

Campi Flegrei, vertice in prefettura sul tavolo, il punto sui progressi nell’attuazione del decreto

Pubblicato

il

Oggi alle 10 in Prefettura a Napoli si terrà un incontro con il ministro per la Protezione civile Nello Musumeci a proposito dei Campi Flegrei. La riunione, fanno sapere dal ministero, è stata voluta da Musumeci per verificare lo stato di attuazione del decreto sui Campi Flegrei, convertito nella legge n.183 del 7/12/2023. L’incontro vedrà la presenza, oltre a ministro e prefetto, di Regione Campania, Comune di Napoli, Città metropolitana, oltre che dei Comuni di Bacoli e Pozzuoli e del Capo dipartimento nazionale della Protezione civile.

Il decreto sui Campi Flegrei è stato approvato dopo che nella seconda metà del 2023 il fenomeno bradisismico nell’area si è particolarmente intensificato. L’onere complessivo derivante dalle disposizioni del decreto-legge ammonta ad un importo quantificato in 52,2 milioni di euro, che sarà sostenuto integralmente dallo Stato. Ma cosa prevede? Innanzitutto, introduce la possibilità di adottare un piano straordinario di analisi della vulnerabilità delle zone edificate direttamente interessate dal fenomeno bradisismico, che dovrà essere approvato con decreto del Ministro per la protezione civile e le politiche del mare, di concerto con il Ministro dell’economia, d’intesa con il Presidente della Regione Campania e sentiti la Città Metropolitana di Napoli e i Sindaci dei Comuni interessati.

Si tratta di un piano composto da quattro attività: uno studio di microzonazione sismica; un’analisi della vulnerabilità sismica dell’edilizia privata; un’analisi della vulnerabilità sismica dell’edilizia pubblica e un primo piano di misure per la mitigazione; un programma d’implementazione del monitoraggio sismico e delle strutture. Sulla base dei dati di sollevamento bradisismico e della sismicità dell’area, il Dipartimento della protezione civile provvederà a una prima delimitazione urgente della zona di intervento. Per la celere attuazione del piano, il Dipartimento si avvale di una struttura di supporto.

Inoltre, il decreto definisce il piano di comunicazione alla popolazione, approvato dalla Regione Campania, in raccordo con il Dipartimento della protezione civile. Tale piano concerne il potenziamento d’iniziative già avviate e lo sviluppo di nuove iniziative finalizzate alla diffusione della conoscenza dei rischi, con specifico riguardo alle persone con disabilità. Sono state anche introdotte misure urgenti per la verifica della funzionalità delle infrastrutture di trasporti e di altri servizi essenziali. Si prevede che la Regione Campania coordini le attività di verifica delle criticità per assicurare la funzionalità delle infrastrutture di trasporto.

Infine, il decreto ha previsto il potenziamento della risposta operativa territoriale di protezione civile. In particolare, la Città Metropolitana di Napoli coordina: la ricognizione dei fabbisogni urgenti relativamente al reclutamento di personale a tempo determinato, da impiegare per dodici mesi per il potenziamento della struttura comunale di protezione civile; l’acquisizione di materiali necessari per garantire un’efficace gestione delle attività di protezione civile; l’allestimento di aree e strutture temporanee per l’accoglienza della popolazione.

Lo stato di attuazione del decreto Campi Flegrei sulle misure preventive del bradisismo è stato lo scorso 14 febbraio al centro di un incontro a Roma, convocato sempre da Musumeci e al quale hanno partecipato il prefetto di Napoli Michele Di Bari, l’assessore regionale alla Protezione civile Mario Morcone, Edoardo Cosenza per la Città Metropolitana di Napoli, Italo Giulivo, capo della Protezione civile campana, Titti Postiglione per il dipartimento nazionale di Protezione civile e Luigi Ferrara per il dipartimento “Casa Italia”. Nell’occasione, è stato fatto il punto sul Piano straordinario di analisi della vulnerabilità degli edifici nell’area del bradisismo, l’analisi del Piano di comunicazione alla popolazione e del Piano speditivo di emergenza con i dettagli del programma esercitativo. Particolare attenzione, inoltre, è stata dedicata al coordinamento che la Regione Campania, nel raccordo con i Comuni interessati, deve esercitare per la individuazione delle criticità e la funzionalità delle infrastrutture di trasporto e dei servizi essenziali, in caso di necessità. La Città Metropolitana di Napoli, dal canto suo, sta portando avanti la ricognizione dei fabbisogni urgenti da parte dei Comuni ricadenti nell’area interessata al fenomeno di sollevamento del terreno per il reclutamento del personale tecnico necessario a far fronte ai nuovi gravosi impegni derivanti dal decreto voluto dal ministro Musumeci.

“Prendo atto con piacere – sono state per l’occasione le parole del ministro – che tutte le Istituzioni chiamate in causa dal decreto n. 140 dell’ottobre scorso hanno finora rispettato le scadenze fissate dal provvedimento. A questa fase preliminare dovrà subito far seguito quella attuativa ed operativa, sulla quale ho chiesto al prefetto di collaborare nella verifica dei risultati. Trattandosi di misure preventive, bisognerà con tempestività passare anche ad una attività che coinvolga la popolazione interessata, senza reticenze e senza allarmismi. Un cittadino informato e consapevole diventa pienamente responsabile della propria condotta. Al termine della riunione ho anticipato che intendo tenere il prossimo incontro alla Prefettura di Napoli”.

Continua a leggere

Attualità

GDF. Concorso per titoli ed esami per il reclutamento di 12 tenenti in servizio del ruolo tecnico-logistico amministrativo del corpo

Pubblicato

il

Sul portale Concorsi Online del Corpo, in data 1 febbraio 2024, è stato pubblicato il bando di concorso il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 12 tenenti in servizio permanente effettivo del “ruolo tecnico-logistico- amministrativo” del Corpo della Guardia di Finanza. Tali posti sono ripartiti tra le seguenti specialità:

  • n. 2 per amministrazione;
  • n. 2 per telematica;
  • n. 2 per infrastrutture;
  • n. 1 per motorizzazione-settore terrestre;
  • n. 1 per motorizzazione-settore navale;
  • n. 2 per sanità;
  • n. 2 per veterinaria.
  • Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che, alla data del 1° gennaio 2024, non
    abbiano superato il giorno di compimento del trentaduesimo anno di età (siano quindi nati
    in data non antecedente al 1° gennaio 1992), e alla data di scadenza del termine ultimo per
    la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, siano in possesso di una
    laurea specialistica o una laurea magistrale o titolo equipollente (con esclusione, quindi, dei
    diplomi universitari, delle lauree c.d. “triennali” o di “I livello”), in discipline attinenti alla
    specialità per la quale si concorre.
  • La domanda di partecipazione al concorso, da presentare entro le ore 12.00 del 2 marzo
    2024, deve essere compilata esclusivamente in via telematica mediante la procedura
    guidata disponibile sul portale concorsi on line all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it” – dove
    è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio – seguendo le istruzioni
    del sistema automatizzato.
  • I concorrenti, ai fini della presentazione della domanda di partecipazione al concorso,
    devono munirsi di uno degli strumenti di autenticazione quali il Sistema Pubblico di Identità
    Digitale (SPID) o, altresì, il Sistema di identificazione digitale “Entra con CIE” con l’impiego
    della carta d’identità elettronica (CIE) rilasciata dal Comune di residenza. Ulteriori informazioni sul concorso e i relativi esiti potranno essere reperiti sul portale attivo e tramite l’APP Mobile “GdF Concorsi” disponibile sui servizi di distribuzione digitale Google Play e App Store oppure scansionando con il proprio dispositivo mobile il QR code presente sul citato portale
Continua a leggere

Attualità

Una foglia di marijuana compare sulla facciata di Montecitorio, il deputato Magi: “La Germania dimostra che legalizzarla è possibile, facciamolo”

Pubblicato

il

Nel corso della serata di ieri è comparsa l’immagine di una foglia di marijuana sulla facciata di Palazzo Montecitorio, dopo che la Germania ha annunciato la legalizzazione della cannabis, mentre in Italia si sceglie di favorire la Mafia alla legalità e sicurezza.

A tal proposito il segretario di +Europa, Riccardo Magi, ha così scritto pubblicando le immagini sopracitate:

“La Germania dimostra che legalizzare la cannabis è possibile. Facciamolo: basta votare le nostre proposte di legge già depositate che vanno proprio nella direzione indicata da Berlino, e c’è la possibilità di firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare Io Coltivo”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy