Resta sintonizzato

Aversa

Sant’Arpino-Aversa: incurante del foglio di via obbligatorio, torna a spacciare

Pubblicato

il

Già nei giorni scorsi, i carabinieri della stazione di Aversa avevano potenziato i controlli in piazza Vittorio Emanuele e nelle zone circostanti, luoghi noti alle forze dell’ordine per la presenza di spacciatori.
A farne le spese un 35enne, di Sant’Arpino, pescato in flagrante mentre cedeva della sostanza stupefacente in cambio di denaro a due cittadini nordafricani. Questi ultimi sono riusciti a scappare, dileguandosi nel nulla.
Lo spacciatore è stato trovato in possesso di 6 involucri, con 8,83 gr di hashish al loro interno, e della somma di € 85 in contanti, ritenuta provento dell’attività di spaccio. In attesa del rito direttissimo, il trentacinquenne è al momento agli arresti domiciliari.

Aversa

Aversa, mazzette per i permessi: tornano liberi ex dirigente, imprenditore e 3 tecnici 

Pubblicato

il

La maxi inchiesta condotta dalla Procura di Napoli Nord, sui permessi a costruire ad Aversa, vede una chiara svolta per alcuni degli indagati.
Il tribunale del riesame ha revocato la misura cautelare nei confronti dell’ex dirigente comunale Raffaele Serpico, assistito dall’avvocato Michele Dulvi Corcione che è riuscito – grazie al suo lavoro encomiabile – a far tornare in libertà il suo assistito.
Liberi anche l’imprenditore Yari Cecere, Anna Cavaliere, Donatello Diana e Alfonso Pisanelli.
Non sussisterebbero gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei sopraccitati, secondo i giudici partenopei ai quali è stata impugnata l’ordinanza di custodia cautelare ordinata dal gip Donata Di Sarno.
Gli indagati rispondono, a vario titolo, di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e soppressione, distruzione e occultamento di atti veri. All’epoca dei fatti, sarebbero state elargite delle mazzette per alterare i progetti e favorire costruzioni con aumenti di volumetrie superiori al 35%, il limite consentito dal ‘piano casa’ della Regione Campania.

Continua a leggere

Aversa

Carcere di Aversa, madre e figlia provano ad introdurre hashish durante il colloquio: denunciate

Pubblicato

il

Due donne, madre e figlia, hanno tentato di consegnare hashish durante i colloqui, all’interno della casa circondariale di Aversa, in provincia di Caserta.
Due cani della Polizia Penitenziaria hanno fiutato l'”arcano”, rilevando la droga all’interno dei pantaloni e nella borsa delle due.
Per entrambe è scattata la denuncia alla procura della Repubblica per tentata introduzione di sostanza stupefacente.

Continua a leggere

Aversa

Aversa, indagini supermercati: arrestati due imprenditori

Pubblicato

il

Stamane, dopo una complicata attività investigativa diretta dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, e dal Gruppo GdF di Aversa, è stata eseguita un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali e reali ai danni di imprenditori locali nel settore dei supermercati.
Le indagini hanno portato a diverse ipotesi di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale. Ad emergere i sistematici e reiterati inadempimenti delle obbligazioni fiscali per quasi 340 mila euro. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy