Resta sintonizzato

Attualità

Il contrabbando di sigarette in uno studio, a Caivano almeno trenta punti vendita

Pubblicato

il

sigarette-aumenti-1217Su cento pacchetti di sigarette fumate a Napoli, oltre trenta provengono dal commercio illecito delle bionde. Un mancato introito per lo stato di circa 770 milioni di euro.

Soldi che vanno ad arricchire le organizzazioni criminali, non solo la camorra e la mafia italiana, ma anche  i clan asiatici e dell’est europa.

E’ quanto emerge dai dati di una ricerca commissionata dalla Philip Morris, nella quale, tra i finanziatori, compaiono anche i gruppi terroristici, mentre ulteriori proventi vengono investiti in traffico di droga, armi  ed esseri umani.

Oltre i mancati introiti per il fisco si pensi alla quantità di risorse umane impegnate a sconfiggere il fenomeno, e l’accesso facile al fumo per i minorenni -una delle categorie fortemente a rischio- le spese per la sanità che ne conseguono, costituiscono un ulteriore danno per le casse dello stato.

Dietro ogni banchetto agli angoli delle strade si nasconde un mostro pronto a ridurre a brandelli perfino chi paga il pizzo che gli permette di commerciare di contrabbando.

Le istituzioni sono silenti, a Caivano abbiamo contato una trentina di esercenti illeciti, il danno per l’immagine e per la comunità è enorme, mentre la diatriba si sposta su argomenti mondani, sulle feste popolari, sul consenso anche di chi non riesce a comprendere che l’illegalità diffusa è un male profondo che deve essere a ogni costo eliminato.

Attualità

No Green Pass, la Lamorgese dichiara: “Le proteste contro il Green Pass non erano state autorizzate”

Pubblicato

il

Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, è intervenuta alla conferenza stampa tenutasi a Caserta dopo il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Ecco le sue dichiarazioni:

Guardiamo con attenzione alle manifestazioni dei no-vax, che ricordo non erano autorizzate, anche perché sono stati usati simboli ormai passati, penso alla stella di David. Nessuna dittatura sanitaria, vaccinarsi è fondamentale per superare questa pandemia: tutti i provvedimenti del Governo, sono stati presi per tutelare la salute pubblica e perché la vera libertà, è poter andare dove si vuole senza danneggiare gli altri“.
   

Continua a leggere

Attualità

Paolo Sorrentino torna a Venezia con un film che racconta la sua infanzia: ecco i dettagli

Pubblicato

il

Nonostante una carriera ricca di soddisfazioni e riconoscimenti, come l’Oscar per La Grande Bellezza, il regista Paolo Sorrentino, ha scelto di ripensare a se stesso, portando in scena un’opera che richiama molto alla sua infanzia, con Napoli sullo sfondo, i genitori perduti prematuramente e il delirio di quegli anni per Diego Armando Maradona. Al Festival di Cannes, in occasione della premiazione con la Palma d’onore a Marco Bellocchio, ci presenta il suo nuovo film, dal titolo : “E’ stata la Mano di Dio”: con esso, il regista napoletano, concorre per il Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia.

Come lui stesso afferma, si tratta di un “ritorno a casa, un film intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso”. Uscirà quest’anno, soltanto in cinema selezionati e su Netflix e avrà come protagonisti, tra gli altri, Toni Servillo, Filippo Scotti, Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo ed Enzo Decaro, che reciteranno al fianco anche di vicini e parenti e personaggi come San Gennaro.

Continua a leggere

Attualità

Proteste No vax, parla Liliana Segre: “Impossibile paragonare i vaccini alla Shoah”

Pubblicato

il

La senatrice a vita nonché testimone diretta della Shoah, Liliana Segre, ha voluto dire la sua sulle numerose proteste e manifestazioni dei no vax avvenute in questi giorni. Ecco le sue parole: “I paragoni impossibili tra la persecuzione ebraica e le disposizioni sui vaccini sono follie, gesti in cui il cattivo gusto si incrocia con l’ignoranza: siccome spero di non essere né ignorante né di avere cattivo gusto, non riesco a prendermela più di tanto. L’uso distorto della memoria, è una vergogna che dura da tempo. Dopo aver visto l’adorato viso di Anna Frank usato allo stadio, non mi stupisco più. Non dico che sono insensibile, ma mi è venuta una sorta di scorza”.


   

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante