Resta sintonizzato

Attualità

Progetto Erasmus: Italiano precipita durante escursione, morto in Turchia

Pubblicato

il

Alessandro Angelucci di 34 anni, cittadino italiano di Pescara, è morto ieri pomeriggio in Turchia in un incidente avvenuto durante un’escursione nel distretto di Karasu della provincia di Sakarya, a 200 km da Istanbul. Lo confermano fonti consolari. Insegnava storia bizantina all’Università di Chieti-Pescara e si trovava in Turchia con un gruppo di studenti, nell’ambito di un progetto di scambio Erasmus Plus. Angelucci è precipitato da un burrone da un’altezza di circa 15 metri, dopo aver perso l’equilibrio.

L’incidente è avvenuto nella zona naturalistica di Kocaali. Prima di essere riportato in Italia, il corpo di Angelucci è stato trasferito ad Istanbul per l’autopsia disposta dal magistrato per confermare la dinamica della morte.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Ancora manifesti di De Luca contro la Meloni, Fdi sulla vicenda annuncia di aver presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno

Pubblicato

il

“Vincenzo De Luca continua nel totale disprezzo delle Istituzioni ad utilizzare le risorse della Regione Campania, e quindi di tutti i cittadini, per i suoi interessi politici. Oggi è stato diffuso l’ennesimo manifesto, il secondo, nel quale con tanto di logo della Regione Campania attacca il governo Meloni diffondendo le ennesime falsità. È un comportamento inaccettabile che conferma l’arroganza di De Luca che sottrae risorse ai campani per finanziare la sua personale, e discutibile, attività politica. Infatti, come la Regione Campania stessa ha confermato, questi manifesti sono realizzati utilizzando le risorse dedicate alla comunicazione istituzionale. Un vero e proprio abuso”.

Così, in una nota, il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, coordinatore regionale in Campania, che sulla vicenda annuncia di aver presentato “un’interrogazione al ministro dell’Interno, per chiedere se sia lecito che De Luca utilizzi il logo istituzionale della Regione Campania e delle relative risorse per propaganda politica; ma soprattutto chiederò che i consiglieri regionali, che hanno già presentato un esposto alla Corte dei Conti per il precedente manifesto, denuncino anche questa nuova affissione. Confidiamo – conclude Iannone – che la magistratura contabile faccia giustizia, mettendo fine a questo sperpero di risorse pubbliche”

Continua a leggere

Attualità

Camorra, quattro nuove interdittive antimafia, l’intervento del prefetto nei comuni di Napoli, Casoria, Roccarainola e Giugliano in Campania

Pubblicato

il

Aziende a rischio infiltrazioni della camorra: il prefetto di Napoli adotta altre quattro interdittive antimafia nei confronti di imprese dell’area metropolitana di Napoli. Nella giornata di ieri, il prefetto di Napoli, Michele di Bari, nell’ambito dell’attività di prevenzione antimafia, ha adottato ulteriori quattro provvedimenti interdittivi nei confronti di ditte che operano nel settore dell’edilizia e dell’attività di distribuzione di alimenti e bevande, ed hanno la propria sede legale nei comuni di Napoli, Casoria, Roccarainola e Giugliano in Campania. 

Continua a leggere

Attualità

Milano, bimbo di otto anni rischia di morire dopo aver inalato una matita: salvato dai medici

Pubblicato

il

Un bimbo di otto anni ha rischiato di perdere la vita per una matita inalata. Per fortuna, a salvarlo ci hanno pensato i medici del Policlinico di Milano.

In particolare, il piccolo Andrea è stato ricoverato in pediatria e poi in Terapia intensiva pediatrica a seguito di una forte tosse, per poi presentare infezioni respiratorie gravi e persistenti.

Pertanto, solo nel Reparto di Terapia intensiva i medici hanno scoperto la causa del malessere. Infatti circa un mese prima, il piccolo aveva inalato accidentalmente un piccolo pezzo di matita, che aveva provocato la chiusura del bronco principale destro dei polmoni.

A quel punto i medici hanno eseguito un intervento per rimuovere il corpo estraneo, e così Andrea è guarito del tutto. Tutto è bene quel che finisce bene.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy