Resta sintonizzato

POLITICA

Alla mia amante

Pubblicato

il

Adesso mi tenti ancora, ora che sai bene cosa provo a stare senza di te,  e conosci gli spasmi che procuri quando non riesco a vederti se giro lo sguardo, quando stringendo la mano non sento il contatto con la tua magra figura.

Mi ha conquistato la tua focosa essenza, il tuo accenderti subito quando il mio desiderio si faceva ovvio. E ti ho desiderato ancora, contro ogni mio volere, al di la di ogni deduzione logica, come se fossi l’unica a sapere dove sta il battistero della mia brama.

Quando ti ho conosciuta – ricordi? – ero poco più di un bambino, ancora troppo giovane per poter intendere il male che m’avresti fatto, non già abbastanza piccolo da non perseverare nel piacere che mi offrivi.

Il mio volerti andava perfino oltre la mia umana dignità. Ti ho elemosinata ai viandanti ignari e agli sconosciuti, ti ho rubata e scippata, baciata e annusata, ho succhiato avidamente il tuo nettare consapevole del delitto che avresti commesso.

Mi sei entrata nelle vene attraversandole fino a entrare nel cuore. Lo hai fatto palpitare come nessun’altra, hai schiantato il mio fiato contro le scale dell’esistenza, facendomi ansimare dal piacere e dal dolore.

Ti ho voluta mentre baciavo altre, ti ho desiderata quando al culmine dell’amplesso sentivo le forze venirmi meno e… ti ho preteso anche quella volta in palestra, ricordi? Nascosti a occhi indiscreti ti consumai e tu, ancora una volta, facesti parte del mio respiro.

Adesso nemmeno riconosco più il tuo profumo. Si fa l’abitudine a tutto.

Adesso sei una consuetudine come le altre, un balocco inutile tra le mani di un bambino, un effimero bisogno che dura un attimo.

La tua fumosa esistenza mi ha distrutto. E’ giunto il momento di dire “basta”. Voglio liberarmi della tua assidua e pedante presenza. La mia voglia si ferma dove inizia la riscossa del mio cuore ormai infranto.

Piccola, fetida, nauseabondo stele che il mio debole essere ha erto dove “volontà” fa rima con “stupidità”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POLITICA

Sangue in casa, 17enne accoltella il fratello per futili motivi: denunciata

Pubblicato

il

Episodio sconvolgente avvenuto venerdì scorso a Favara, in provincia di Agrigento, dove un semplice litigio si è trasformato in un dramma.

Infatti, una ragazzina di 17 anni avrebbe accoltellato il fratello con un coltello da cucina, poiché questi si sarebbe rifiutato di spegnere la Playstation nonostante lei stesse studiando.

Pertanto, la giovane è stata denunciata per lesioni personali aggravate, mentre il 16enne è ora all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento in prognosi riservata, poiché la coltellata è arrivata fra cuore e polmone.

Continua a leggere

POLITICA

Shock in Irpinia, donna travolta mentre attraversa la strada: i dettagli

Pubblicato

il

Drammatico incidente avvenuto stamane a Montemiletto, in provincia di Avellino, nel quale una donna di 67 anni è stata travolta mentre attraversava la strada.

Pertanto, il conducente dell’auto che l’ha investita l’ha subito soccorsa e chiamato un’ambulanza, che ha provveduto al suo trasporto all’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, dove è attualmente ricoverata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Mirabella Eclano per i rilievi del caso.

Continua a leggere

POLITICA

Autonomia: Silvestro (FI), Commissione bicamerale per questioni regionali avvierà indagine su Lep

Pubblicato

il

ROMA – “La Commissione per le questioni regionali, che ho l’onore di presiedere, avvierà già da oggi una indagine sulla individuazione dei livelli delle prestazioni legati alle autonomie e delle risorse necessarie. A tal fine, i membri della Commissione saranno in visita in tutte le Regioni d’Italia per comprenderne le reali esigenze, anche operative”. Così, intervenendo in Aula durante la discussione generale sull’autonomia differenziata, il senatore di Forza Italia Francesco Silvestro, presidente della Commissione bicamerale per le questioni regionali. “In questo senso – ha proseguito – mi sento di rassicurare tutti, la Commissione parlamentare deputata al rapporto tra lo Stato e le Regioni vede il tema dei Lep come prioritario. Voglio ricordare che nel testo sono previste misure perequative e di promozione dello sviluppo economico, della coesione e della solidarietà sociale, per garantire le quali vanno assicurate le opportune risorse. Personalmente, da senatore eletto in una regione del Sud, la Campania, vedo nel percorso verso maggiori forme di autonomia una occasione straordinaria per colmare i divari storici del Paese. Sono i territori che ci chiedono di avere più potere e più risorse, e la valorizzazione del loro ruolo, la responsabilizzazione della nostra classe dirigente, accompagnata da risorse adeguate, non può che essere valutata come un fatto estremamente positivo, che va nell’interesse esclusivo dei nostri cittadini”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy