Resta sintonizzato

Attualità

Caivano: Consiglio comunale, il leggente non è leggenda

Pubblicato

il

Il Sindaco leggeva, ieri, al consiglio comunale, la sua difesa scritta da terzi con la penna di un’apparente acume mischiato con un’altrettanta, patetica, retorica da prima repubblica.

monopoli

Il Sindaco Monopoli (il leggente)

Così abbiamo scoperto che sa anche leggere, ce l’ho ha dimostrato finalmente.

E mentre lui leggeva andava in scena la farsa del dissesto, l’ennesima, giustificata dal fallimento della vecchia gestione, mentre accanto al leggente sedeva un dinosauro caivanese, un certo Lello Del Gaudio presidente del consiglio, lo stesso che era presente nella maggioranza dell’altro medico caivanese, il Falco che non seppe volare oltre la visione piatta e patteggiante con la sua amministrazione.

del-gaudio

Lello Del Gaudio (il canuto)

Fossi stato io, anziano e canuto come il Raffaele, sentirmi così offeso dalle parole scritte da un giornalista che niente dovrebbe entrarci con la politica del mio paese, mi sarei alzato, avrei salutato cortesemente il Sindaco e sarei tornato a casa a godermi affetto ed effetti accumulati.

E mentre lui leggeva, i consiglieri dell’opposizione si grattavano il mento cercando di capire come uscire a testa alta dall’inciucio, incapaci anche di confrontarsi sul piano delle strategie che, di solito, sono di quei politici più scaltri. Ma si sa, i giovani hanno bisogno di crescere, lo svecchiamento del PD caivanese è appena cominciato e terminerà quando questi giovani saranno a loro volta da svecchiare.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Angelo Marzano (l’iracondo)

Qualcuna della maggioranza, vista la “mala parata”, si è buttata sui pomodori, quelli san marzano forse, tanto che un altro Marzano si è infervorito al punto da ricevere un applauso ritirato subito dopo, quando il pubblico non pagante è stato classificato come peggio non si poteva, “gentaglia”, la stessa che gli ha permesso di alzare la voce in quell’assemblea di marionette mosse dai fili ben visibili delle poltrone.

ponticelli

Gaetano Ponticelli (Superman)

Fortuna che c’era il buon Ponticelli a riportarlo alla ragione che gli ha ricordato, con una carezza sulla schiena (brividi tutti da provare), che la maggioranza è risicata e resta in piedi grazie al silenzio dei soliti ignoti, che chi cavolo li conosce, che contano quanto il due nella briscola.

Sono andato via, dopo che la “gentaglia” ha deciso di fare altrettanto, contento per aver finalmente conosciuto un sindaco che sa leggere e quella plebaglia rumorosa che mi rende felice di continuare a scrivere sull’unico giornale indipendente che ha il coraggio di pubblicare solo e sempre la verità.

Governare per governare è come sposarsi per convenienza, alla fine le corna sono da copione.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli, partirà il restauro dell’arco monumentale di Port’Alba: stanziati 200mila euro

Pubblicato

il

Si accende la luce sulla porta seicentesca di Port’Alba.
Si farà quindi il restauro dell’arco monumentale all’incrocio tra piazza Dante e la via dei libri: trovate le risorse da investire ad hoc.

Il Comune di Napoli, negli ultimi giorni, ha infatti stanziato 200mila euro per il rifacimento della porta. Ma il nodo cruciale resta quello dell’arco che, da circa 10 anni, per un contenzioso tra Comune e privati sulle responsabilità della manutenzione, è tenuto a freno da reti di contenimento installate dopo cadute reiterate di calcinacci. La svolta – decisiva – è arrivata: uno stanziamento corposo, con i lavori che partiranno “presto – assicurano dal Comune – sicuramente entro l’autunno”.

Continua a leggere

Attualità

Ita e Lufthansa, prima intesa informale in Ue: c’è il sì ma con condizioni

Pubblicato

il

La Commissione europea ha adottato, a livello tecnico, il suo primo orientamento positivo informale sulle nozze tra Ita e Lufthansa in vista del verdetto ufficiale che sarà reso noto entro il 4 luglio.

E’ quanto apprende l’Ansa da fonti europee vicine al dossier che riportano “progressi decisivi”.
L’intesa prevede condizioni per la tutela della concorrenza nello scalo di Milano-Linate e sui collegamenti di corto e di lungo raggio, con l’apertura delle rotte alle compagnie rivali.

Continua a leggere

Attualità

Siccità, la Campania tra le regioni più a rischio per lo stress idrico

Pubblicato

il

In Campania è di 4,7 il tasso di stress idrico secondo quanto emerge dalla rilevazione di Community Valore acqua per l’Italia di The European House – Ambrosetti.

Tra le Regioni più a rischio, la Campania si colloca al quinto posto dopo Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia. Lo stress idrico è definito come il rapporto tra i prelievi idrici e la disponibilità di acque superficiali e sotterranee. La siccità italiana ha raggiunto «livelli preoccupanti» tanto che è stata registrata nel 2022 una perdita del 51,5% delle risorse idriche rinnovabili rispetto alla media storica dal 1950.

Nel 2023 temperature in crescita ed effetti dell’azione dell’uomo hanno generato nuova pressione sulla risorsa idrica. Sono già dodici le Regioni ad alto stress idrico – con il Sud ai primi posti – e destinate ad aumentare.


(fonte: il Mattino)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy