Resta sintonizzato

Casalnuovo

CASALNUOVO: lite tra figli, finisce con il padre di uno che investe il padre dell’altro, denunciato dai Carabinieri

Pubblicato

il

Un 40enne di Casalnuovo già noto alle forze dell’ordine è stato denunciato dai Carabinieri di Casalnuovo per lesione personale aggravata e omissione di soccorso.
In serata suo figlio e il figlio minore di un altro commerciante avevano litigato; il primo aveva raccontato tutto al padre -il denunciato- che non è riuscito a soprassedere e, uscito dal suo negozio, si è diretto nell’attività del padre dell’altro ragazzino a lamentarsi dell’accaduto chiedendo spiegazioni e scuse.
La discussione però non ha accennato a smorzarsi, anzi si è trascinata in strada, dove il denunciato, al culmine della lite, è salito sulla sua auto e ha investito l’altro, procurandogli la frattura di tibia e perone per dileguarsi subito dopo senza prestare soccorso.
La vittima è stata trasportata alla clinica “Villa dei fiori” di Acerra e ricoverata.investimento-pedone

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Ultim’ora Casalnuovo. Bambino precipita dal quarto piano. È corsa contro il tempo

Pubblicato

il

Un bambino di tre anni, per cause in corso di accertamento, e’ precipitato dal quarto piano della propria abitazione.

È accaduto pochi minuti via nel parco Ciser di via de Curtis, 77 a Casalnuovo di Napoli.

Il bambino risulta essere vivo. Una pattuglia dei carabinieri sta scortando l’ambulanza diretta all’ospedale  di Napoli.

Continua a leggere

Acerra

Acerra e Casalnuovo. Carabinieri impegnati nel contrasto all’inquinamento ambientale

Pubblicato

il

Acerra e Casalnuovo di Napoli: Terra dei fuochi. Carabinieri impegnati nel contrasto all’inquinamento ambientale.

I Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna insieme a quelli della stazione forestale di marigliano – nell’ambito di un servizio disposto dal comando provinciale di napoli in tema “Terra dei fuochi” – sono stati impegnati in verifiche per il contrasto all’inquinamento ambientale.

Ad acerra – nella località real sito della lanciolla – i carabinieri hanno sequestrato 3 chilometri e mezzo dell’alveo di un canale secondario dei “Regi Lagni”. I militari dell’Arma hanno trovato numerosi rifiuti di varia natura, sia speciali che pericolosi, accumulati nel tempo: RSU, RAE, scarti della produzione agricola, pneumatici e parti di veicoli.
Durante le operazioni, i carabinieri hanno denunciato anche un 34enne per trasporto e smaltimento illegale di rifiuti. L’uomo – a bordo del suo furgone – stava entrando nell’area industriale di acerra e trasportava vari scarti in ferro senza la prevista autorizzazione. Il mezzo è stato sequestrato.

A Casalnuovo di Napoli, i Carabinieri hanno sequestrato un terreno in via bolla. Nell’area – di circa mille metri quadri – erano stati accantonati nel tempo vari rifiuti speciali non pericolosi. Il proprietario del terreno, un 47enne, è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti.

Continua a leggere

Casalnuovo

CASALNUOVO. Gare Asilo Nido deserte. Il servizio non riprenderà. Caro Sindaco chi scrive Fake News?

Pubblicato

il

CASALNUOVO – Avevamo ragione noi! Come volevasi dimostrare. Il Sindaco Pelliccia attaccando gratuitamente la nostra testata e diffamando la mia persona, ha perso un’altra occasione per risparmiarsi una grandissima figuraccia nei confronti dei propri concittadini.

In merito al nuovo appalto dell’Asilo Nido non ci sarà nessuna continuità nel servizio, così come auspicato dal sottoscritto nell’articolo tacciato di fake news dalla fascia tricolore (leggi qui l’articolo). Infatti al bando di interesse pubblico relativo al solo affitto dei locali delle due strutture di asilo nido e non più alla gestione come in quello precedente, non si è presentata nessuna cooperativa o azienda. La gara, come si dice in gergo, è andata deserta.

Da nove giorni i ventotto alunni, poi diventati ventiquattro, non possono godere del servizio erogato dal Comune. Dal 1 Febbraio l’asilo ha chiuso i battenti. I bambini saranno costretti a restare a casa o nella migliore delle ipotesi, i loro genitori costretti a pagare una retta mensile a qualche asilo privato.

Questi sono gli indirizzi politici messi in atto dal sindaco dalla diffamazione facile. Chi è che scrive Fake News a questo punto? È palese che nessun’azienda italiana si sia presentata al bando di gara poiché l’indirizzo politico si è rivelato totalmente scellerato al punto tale da far apparire quest’appalto sconveniente anche ad un bambino di dieci anni.

Ma non contenta quest’amministrazione oggi pubblica un’altra volta il bando di gara con la speranza che ci sia un pazzo da desiderare tanto di fittare i locali comunali e investire decine di migliaia di euro per arredare gli asili e sperare che forse qualche famiglia sia disposta a pagare per intero la retta mensile.

Adesso, ovviamente, il Sindaco Pelliccia, al posto di usare Facebook per buttare addosso fango a chi espleta il proprio lavoro in maniera professionale, farebbe bene ad usarlo per spiegare ai suoi concittadini come mai dall’ 1 Febbraio l’asilo nido – tra l’altro la seconda struttura è stata anche motivo di vanto della sua campagna elettorale – resta chiuso. Ai posteri l’ardua sentenza.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante