Resta sintonizzato

Città

SANT’ANTIMO: arrestato uno dei mandanti ed esecutori di un omicidio di camorra del 2001

Pubblicato

il

Sant’Antimo – Era il 20 gennaio del 2001 quando Martino Candelmo è stato ucciso in un aggutao da tre uomini.  Candelmo era un affiliato al clan aversano, e il movente che ne sancì la condanna a morte, era che aveva cercato di imporre estorsioni anche in un periodo di contrapposizione tra gli “Aversano” e i “Verde–Marrazzo” per il monopolio degli affari illeciti a Grumo, in particolare le estorsioni a imprenditori e commercianti.

Oggi è stato scoperto ed arrestato dai carabinieri uno dei mandanti ed esecutori dell’ omicidio di camorra. Vito Morlando, detto “l’indiano”, un 62enne di Sant’Antimo già noto alle forze dell’ordine e ritenuto elemento di spicco del clan “Marrazzo”, attivo a Casandrino e nei comuni limitrofi, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo di castello di cisterna per omicidio e violazione alla legge sulle armi, reati aggravati entrambi dall’aver agito per finalità mafiose.
L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della D.D.A., che ha condiviso in pieno il risultato delle indagini condotte dai carabinieri.

I carabinieri hanno individuato che insieme a lui c’erano altri due uomini, Antonio Verde, detto “capuzzella”, capo dell’omonimo clan, deceduto e in un 52enne di Casandrino tutti e tre esecutori dell’omicidio, mentre i mandanti dell’esecuzione sono Morlando e Verde.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Interdittiva antimafia per le onoranze funebri a Napoli e a Pomigliano d’Arco

Pubblicato

il

“Si rende noto che, nella giornata del 21 maggio u.s., il Prefetto di Napoli, Michele di Bari, nell’ambito dell’attività di prevenzione antimafia, ha adottato ulteriori 7 provvedimenti interdittivi nei confronti di altrettante ditte operanti nel settore dei servizi ambientali, della consulenza imprenditoriale e delle onoranze funebri, aventi la propria sede legale nei comuni di Napoli e Pomigliano d’Arco.”, è la nota ufficiale rilasciata dal Prefetto di Napoli sul suo sito istituzionale.

Continua a leggere

Casoria

Casoria, un serpente si aggira nel cortile della scuola Moscati Maglione

Pubblicato

il

Sono diventate virali, nell’arco di poco tempo, le immagini che ritraggono un serprente aggirarsi indisturbato per il cortile dell‘Istituto Comprensivo Moscati Maglione, in via Martiri D’Otranto a Casoria. 
Tutto è partito da alcune segnalazioni dai gruppi delle mamme su whatsapp.
Stamane, molti degli alunni non hanno seguito le normali ore di lezione, i genitori hanno preferito lasciarli a casa, in attesa che la dirigenza si attivi per risolvere il problema.
Si presume, però, che il serpente in questione sia un semplice bacco (Hierophis viridiflavus) specie protetta innocua per l’uomo.

Continua a leggere

Castel Volturno

Tremendo incidente sull’Asse Mediano: 1 morto e 1 ferito gravissimo

Pubblicato

il

Stamattina, si è consumata l’ennesima tragedia lungo l’Asse mediano, in direzione Lago Patria: due scooter sono stati coinvolti da un incidente stradale rivelatosi mortale per uno dei due conducenti, l’altro versa in condizioni gravissime (ci sono alcune agenzie di stampa che ne hanno annunciato il decesso).

L’impatto è avvenuto all’altezza del chilometro 3.250, secondo quanto riporta l’Anas.
Sul posto è presente personale di Anas e delle Forze dell’Ordine, per la gestione dell’evento ed il ripristino della regolare circolazione in tempi brevi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy