Resta sintonizzato

Attualità

Caro Saviano, i sindaci Africani…

Pubblicato

il

Monta in rete la protesta per le parole pronunciate da Saviano e riprese dalla maggior parte dei giornali e rimbalzato in rete attraverso i social network più diffusi.

saviano

Caro Saviano, purtroppo i tuoi anni di isolamento non ti permettono di “decifrare” correttamente la realtà delle cose. Vogliamo metterla cosi?

La criminalità, che tanto ami decantare, non verrà in alcun modo fermata se il Sud, che francamente non ti appartiene, non si ritrova in un percorso di rinascita che deve partire innanzitutto dal valorizzare i propri territori che tu invece tanto ami demonizzare.

Non solo.
In diverse occasioni con il mio gruppo di studio ti abbiamo rimproverato quando con estrema leggerezza e tanta prosopopea, hai pensato di sostituire persone esperte, con tanto di dati alla mano, interpretando lo studio Sentieri secondo la tua drammatica visione e non come invece andava ben descritto. Uno studio inefficace per provare le tue tesi romanzate e scopiazzate nei libri scritti con un linguaggio che non fa invidia ad uno scrittore mediocre.

Se è vero che hai affermato quanto riportato sui giornali e che io ripropongo qui nel mio post, ci sarebbero alcune considerazioni da dover fare. 
Tu sei la chiara espressione di come le cose in Italia funzionano male. Ti spiego subito per quale motivo.

 
I tuttologi sono coloro che rivestono incarichi importanti e sono a capo della informazione “deviata” che circola oramai in Italia da troppo tempo e che io continuerò a combattere con forza e molto coraggio, in quanto non faccio favori e sconti a nessuno. 
Sei l’espressione della approssimazione, delle mezze verità, della manipolazione dei media. Dei finti eroi. 

Davvero pensi di combattere la criminalità con sindaci africani? 
Hai tenuto conto che oramai l’Italia per quanto sia in uno stato di decadenza, attira solo menti “deviate”, gente assoldata proprio dalla criminalità. Un Paese che non è in grado di trattenere le menti migliori non è in grado di attirarne. Un Paese in preda alle logiche politiche in tutti i campi che dispensa lauree di tuttologia.

 
Vuoi che aggiungo altro? 

Penso sia arrivato il momento di tacere e di lasciare spazio a chi davvero meriterebbe di averlo, e di italiani qualcuno ci sarebbe, per contribuire finalmente al progresso di un Paese malato che francamente non ti appartiene.

Paola Dama, ricercatrice presso University of Chicago Medicine.

salviniMatteo Salvini su twitta, Saviano a Rai Storia: “Sogno sindaci africani per il Sud”. Io sogno #Saviano in Africa.

Anche l’esponente di spicco del PD Campano, il segratario provinciale del partito di Renzi, Dario Abbate, ha etichettato come improponibile l’idea dello scrittore.

Attualità

Napoli, partirà il restauro dell’arco monumentale di Port’Alba: stanziati 200mila euro

Pubblicato

il

Si accende la luce sulla porta seicentesca di Port’Alba.
Si farà quindi il restauro dell’arco monumentale all’incrocio tra piazza Dante e la via dei libri: trovate le risorse da investire ad hoc.

Il Comune di Napoli, negli ultimi giorni, ha infatti stanziato 200mila euro per il rifacimento della porta. Ma il nodo cruciale resta quello dell’arco che, da circa 10 anni, per un contenzioso tra Comune e privati sulle responsabilità della manutenzione, è tenuto a freno da reti di contenimento installate dopo cadute reiterate di calcinacci. La svolta – decisiva – è arrivata: uno stanziamento corposo, con i lavori che partiranno “presto – assicurano dal Comune – sicuramente entro l’autunno”.

Continua a leggere

Attualità

Ita e Lufthansa, prima intesa informale in Ue: c’è il sì ma con condizioni

Pubblicato

il

La Commissione europea ha adottato, a livello tecnico, il suo primo orientamento positivo informale sulle nozze tra Ita e Lufthansa in vista del verdetto ufficiale che sarà reso noto entro il 4 luglio.

E’ quanto apprende l’Ansa da fonti europee vicine al dossier che riportano “progressi decisivi”.
L’intesa prevede condizioni per la tutela della concorrenza nello scalo di Milano-Linate e sui collegamenti di corto e di lungo raggio, con l’apertura delle rotte alle compagnie rivali.

Continua a leggere

Attualità

Siccità, la Campania tra le regioni più a rischio per lo stress idrico

Pubblicato

il

In Campania è di 4,7 il tasso di stress idrico secondo quanto emerge dalla rilevazione di Community Valore acqua per l’Italia di The European House – Ambrosetti.

Tra le Regioni più a rischio, la Campania si colloca al quinto posto dopo Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia. Lo stress idrico è definito come il rapporto tra i prelievi idrici e la disponibilità di acque superficiali e sotterranee. La siccità italiana ha raggiunto «livelli preoccupanti» tanto che è stata registrata nel 2022 una perdita del 51,5% delle risorse idriche rinnovabili rispetto alla media storica dal 1950.

Nel 2023 temperature in crescita ed effetti dell’azione dell’uomo hanno generato nuova pressione sulla risorsa idrica. Sono già dodici le Regioni ad alto stress idrico – con il Sud ai primi posti – e destinate ad aumentare.


(fonte: il Mattino)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy