Resta sintonizzato

Attualità

Caro Saviano, i sindaci Africani…

Pubblicato

il

Monta in rete la protesta per le parole pronunciate da Saviano e riprese dalla maggior parte dei giornali e rimbalzato in rete attraverso i social network più diffusi.

saviano

Caro Saviano, purtroppo i tuoi anni di isolamento non ti permettono di “decifrare” correttamente la realtà delle cose. Vogliamo metterla cosi?

La criminalità, che tanto ami decantare, non verrà in alcun modo fermata se il Sud, che francamente non ti appartiene, non si ritrova in un percorso di rinascita che deve partire innanzitutto dal valorizzare i propri territori che tu invece tanto ami demonizzare.

Non solo.
In diverse occasioni con il mio gruppo di studio ti abbiamo rimproverato quando con estrema leggerezza e tanta prosopopea, hai pensato di sostituire persone esperte, con tanto di dati alla mano, interpretando lo studio Sentieri secondo la tua drammatica visione e non come invece andava ben descritto. Uno studio inefficace per provare le tue tesi romanzate e scopiazzate nei libri scritti con un linguaggio che non fa invidia ad uno scrittore mediocre.

Se è vero che hai affermato quanto riportato sui giornali e che io ripropongo qui nel mio post, ci sarebbero alcune considerazioni da dover fare. 
Tu sei la chiara espressione di come le cose in Italia funzionano male. Ti spiego subito per quale motivo.

 
I tuttologi sono coloro che rivestono incarichi importanti e sono a capo della informazione “deviata” che circola oramai in Italia da troppo tempo e che io continuerò a combattere con forza e molto coraggio, in quanto non faccio favori e sconti a nessuno. 
Sei l’espressione della approssimazione, delle mezze verità, della manipolazione dei media. Dei finti eroi. 

Davvero pensi di combattere la criminalità con sindaci africani? 
Hai tenuto conto che oramai l’Italia per quanto sia in uno stato di decadenza, attira solo menti “deviate”, gente assoldata proprio dalla criminalità. Un Paese che non è in grado di trattenere le menti migliori non è in grado di attirarne. Un Paese in preda alle logiche politiche in tutti i campi che dispensa lauree di tuttologia.

 
Vuoi che aggiungo altro? 

Penso sia arrivato il momento di tacere e di lasciare spazio a chi davvero meriterebbe di averlo, e di italiani qualcuno ci sarebbe, per contribuire finalmente al progresso di un Paese malato che francamente non ti appartiene.

Paola Dama, ricercatrice presso University of Chicago Medicine.

salviniMatteo Salvini su twitta, Saviano a Rai Storia: “Sogno sindaci africani per il Sud”. Io sogno #Saviano in Africa.

Anche l’esponente di spicco del PD Campano, il segratario provinciale del partito di Renzi, Dario Abbate, ha etichettato come improponibile l’idea dello scrittore.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Covid-19, novità per palestre e piscine: il piano per le riaperture

Pubblicato

il

Nelle ultime settimane stiamo assistendo ad una riduzione dei contagi e ad un netto miglioramento della situazione legata alla pandemia, anche grazie alle vaccinazioni.

Proprio la campagna vaccinale sarà fondamentale per le riaperture delle attività chiuse per le restrizioni anti-contagio, che, stando a quanto riportato da Fanpage, potrebbero partire dal 20 aprile. La data però non è stata ancora fissata perché si sta cercando di definire un piano ben preciso e si è in attesa del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità del 16 Aprile.

In cima alla lista ci sono bar e ristoranti, che potrebbero riaprire a pranzo nelle Regioni in zona gialla, dando priorità ai locali con i tavoli all’aperto. Poi toccherà a cinema e teatri, i quali però necessitano di nuovi protocolli, che potrebbero prevedere l’utilizzo di una mascherina ffp2 per tutti e il tampone 48 ore prima. Infine le palestre e le piscine, che riapriranno con più probabilità da inizio maggio: ci sono ancora molti i dubbi sulle modalità di riapertura, tra lezioni individuali o in gruppo.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus in Italia. Il bollettino: i dati delle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Sono 331 i decessi da Coronavirus segnalati in Italia nelle ultime 24 ore.

Il totale delle vittime legate al Covid-19 sale così a 114.254.

Per quanto riguarda i contagi, il bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute pubblicato oggi, domenica 11 aprile, riporta 15.746 nuovi positivi. In calo rispetto a ieri, quando l’aumento giornaliero dei casi era stato di 17.567 unità.

Oggi le regioni con il maggior incremento di casi sono la Lombardia (+2.302), la Campania (+1.854) e il Lazio (+1.675).

Le persone attualmente positive al virus sono 533.005.

I dimessi e i guariti dall’inizio dell’emergenza sanitaria toccano quota 3.122.555, mentre i ricoverati con sintomi sono 27.251.

Nei reparti di terapia intensiva ci sono 3.585 pazienti; di questi, 175 hanno fatto il loro ingresso in rianimazione nella giornata di oggi. Rispetto a ieri, i ricoverati con sintomi calano di 403 unità, mentre i pazienti in terapia intensiva sono tre in meno.

I dati arrivano a fronte di 253.100 nuovi tamponi, in calo di 67.792 unità rispetto a ieri, per un totale di 53.054.866 test effettuati dall’inizio della pandemia.

Il tasso di positività si attesta al 6,2%, in lieve aumento rispetto a ieri quando era al 5,4%.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19. La situazione in Campania: quasi 2.000 i positivi del giorno

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, domenica 11 aprile, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha pubblicato il bollettino ordinario.

Questi i dati del giorno:

Positivi del giorno: 1.854 (*)

di cui Asintomatici: 1.205 (*)

Sintomatici: 649 (*)

* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 17.231

Tamponi antigenici del giorno: 8.585

Deceduti: 27 (17 deceduti nelle ultime 48 ore, 10 deceduti in precedenza ma registrati ieri)

Totale deceduti: 5.774

Guariti: 1.554

Totale guariti: 259.615

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656

Posti letto di terapia intensiva occupati: 145

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)

Posti letto di degenza occupati: 1.569

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante