Resta sintonizzato

Napoli

NAPOLI, Beni Comuni De Magistris: “Relazione Associazionismo-Movimentismo fondamentale”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Ringrazio il Csv e tutto il mondo del volontariato di porre sempre il focus sui beni comuni”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della fiera dei beni comuni, inaugurata questa mattina a piazza del Gesù, che vede come attori principali le associazioni del terzo settore. “I beni comuni hanno caratterizzato sin dall’inizio l’azione politica della nostra amministrazione”, spiega il primo cittadino, “lo stanno facendo in maniera anche innovativa e avere una relazione, un dialogo e un’intesa così forte con il mondo dell’associazionismo e del movimentismo è fondamentale perché si costruisce una società che mette al centro la persona, con i suoi diritti, le fragilità, e si dà l’idea di come si può costruire una società anche economicamente più giusta, da un punto di vista ambientale più sostenibile, che dà più forza ai diritti e che attua la Costituzione repubblicana”.

“Bisogna farlo anche col diritto”, prosegue l’ex pm, “infatti noi come amministrazione abbiamo fatto molte delibere sui beni comuni”. “Il bene comune è il bene di tutti”, conclude il numero uno di palazzo San Giacomo, “quindi, per farlo vivere in maniera potente, devi mettere insieme chi amministra e la comunità amministrata. Il concetto di bene comune tradizionale, come l’acqua ad esempio, è superato: anche un pezzo di territorio può rappresentare un bene comune e, se la comunità se ne riappropria, diventa un bene che ha un valore economico, sociale, collettivo e anche di contrasto alle illegalità”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Da oggi c’è ‘Brand Napoli’, per un selfie con i simboli della città nei pressi del porto

Pubblicato

il

In piazza Municipio, nei pressi di via Acton, a Napoli, da oggi è possibile vedere il ‘Brand Napoli’, un’installazione composta da 12 pannelli in italiano e in inglese.
Il progetto è stato realizzato dall’architetto Marco Tatafiore.

L’invito ai turisti è quello di scattare selfie con i simboli della città e la scritta in italiano ed inglese dal lato del porto, per accogliere i visitatori in arrivo via mare.

Tra i personaggi e i simboli raffigurati il San Gennaro dipinto da Jorit, la pizza, il babà, la stazione della metropolitana Toledo, Pulcinella, il Vesuvio, la vista sul golfo e il mare. E ancora: Maradona, Palazzo Donn’Anna e il mare di Posillipo.

Inaugurato questa mattina, alla presenza dell’assessore al Turismo e alle attività produttive Teresa Armato. Il progetto è stato realizzato e installato dalla Intersport Pubblicità di Marco Cicala con l’obiettivo di promuovere ulteriormente la città e la sua immagine. 

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, approda nel porto di Napoli la Geo Barents con a bordo 48 migranti

Pubblicato

il

La nave ong Geo Barents è approdata nel porto di Napoli con a bordo 48 migranti, di diverse nazionalità.
Le operazioni coordinate dalla Prefettura, si sono svolte secondo il piano concordato e hanno coinvolto la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Napoli, il Comune di Napoli, l’Asl Napoli 1 centro, l’Autorità portuale, l’Ufficio Sanitario marittimo, la Protezione civile regionale, Forze dell’ordine, Capitaneria di Porto, Vigili del fuoco, Croce Rossa Italiana e la Caritas diocesana.

Dopo una prima identificazione e preliminare verifica delle loro condizioni di salute, i migranti sono stati trasferiti al residence dell’Ospedale del mare, messo a disposizione dall’Asl Napoli 1 Centro, per il prosieguo delle operazioni di polizia e gli accertamenti sanitari.

Successivamente, i migranti saranno assegnati ai centri di accoglienza straordinaria della regione, ad eccezione del minore non accompagnato, presi in carico dal Comune di Napoli.

Continua a leggere

Attualità

Incendio ai Camaldoli, il prefetto di Napoli presiede il centro soccorsi

Pubblicato

il

Nella tarda serata di ieri, il centro coordinamento soccorsi, presieduto dal prefetto di Napoli, Michele di Bari, operativo h24, ha proseguito nelle attività di coordinamento delle operazioni di spegnimento dei focolai dell’ incendio della collina dei Camaldoli , riattivatisi in prossimità di una zona abitata in via Cupa Camaldoli.

Le squadre dei Vigili del fuoco intervenute, coadiuvate dalle forze dell’ordine e della polizia municipale della Regione Campania, hanno contrastato l’avanzamento del fronte di fiamme ed allontanato, in via precauzionale, tre nuclei familiari, di cui due , rientrati in casa nel corso della notte.

Un elicottero antincendio della Regione Campania, nelle prime ore del mattino, ha compiuto dei lanci di spegnimento ed è in atto la disalimentazione della linea di alta tensione da parte del gestore per consentire l’intervento di ulteriori mezzi aerei.


(fonte: Ansa)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy