Resta sintonizzato

Ambiente

Rifiuti e scarti industriali nel fiume Sarno e in mare: due imprenditori denunciati dai Carabinieri

Pubblicato

il

NAPOLI e SCAFATI: rifiuti e scarti industriali nel fiume Sarno e poi in mare: due imprenditori denunciati dai carabinieri

I carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo Forestale di Napoli – nell’ambito dei controlli delle attività a ridosso del bacino del Fiume Sarno – hanno denunciato per gestione illecita di rifiuti, inquinamento ambientale e scarico abusivo delle acque reflue industriali il legale rappresentante di un’attività di un’industria conserviera nel comune di Scafati.

I militari hanno scoperto che le acque e i reflui industriali fossero scaricati direttamente nel controfosso destro del fiume Sarno, destinati a sfociare in mare lungo la costa napoletana. Grazie alla collaborazione con personale dell’ARPAC, i Carabinieri hanno posto sotto sequestro un’area di 2400 mq, nella quale erano stoccati rifiuti pericolosi e non derivanti dal ciclo produttivo. In corso campionamenti delle acque di scarico da parte dell’ARPAC per accertare la concentrazione di inquinanti.

Ancora a Scafati gli stessi militari hanno scoperto che un’altra industria conserviera locale aveva installato nelle condutture un ingegnoso sistema che bypassava gli scarichi reflui e li deviava direttamente nel fiume Sarno. Una sorta di paratoia che aperta all’occorrenza permetteva di evitare la tradizionale filiera di trattamento dei rifiuti, immettendo senza filtri gli scarti nell’ecosistema fluviale. Anche in questo caso il titolare della società è stato denunciato.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Meteo, arriva il caldo: merito dell’anticiclone delle Azzorre

Pubblicato

il

Dopo il gelo di questi giorni con temperature vicine allo zero e nevicate anche in bassa quota, il termometro nel fine settimana tornerà a salire. Tutto merito dell’Anticiclone delle Azzorre che porterà aria calda e alta pressione. Il freddo però non scomparirà del tutto, per il mese di febbraio sono previsti altri abbassamenti della temperatura.

L’anticiclone arriverà prima nelle Regioni del Nord per poi interessare anche il Meridione. Un piccolo spiraglio di luce e caldo dopo giorni in cui anche in Campania è stata diramata l’allerta meteo per nevicate e gelo. Basti pensare che oggi la temperatura nel capoluogo partenopeo sfiora lo zero.

Continua a leggere

Terremoti

Brandisismo a Pozzuoli, due nuove scosse registrate oggi

Pubblicato

il

POZZUOLI – Trema ancora la terra a Pozzuoli. Due eventi sismici legati al bradisismo flegreo sono stati registrati nel giro di quattro minuti nella zona, in provincia di Napoli.

Alle 17.58 il primo evento di magnitudo 1,5 della scala Richter a 2,2 chilometri di profondità, alle 18,02 la seconda scossa di magnitudo 1,6 e profondità 900 metri.

Secondo i riferimenti pubblicati dall’Osservatorio Vesuviano entrambi gli eventi hanno avuto epicentro l’oasi degli Astroni a sud-est del vulcano Solfatara.

Continua a leggere

Ambiente

CRISPANO. Sorpreso e denunciato abusivo che sversava nell’Isola Ecologica

Pubblicato

il

CRISPANO – Beccato stamattina dalla Polizia Locale uno sversatore abusivo che era intento a lasciare rifiuti ingombranti all’interno dell’isola ecologica, probabilmente, grazie alla complicità degli operatori ecologici dipendenti della ditta appaltatrice del servizio raccolta rifiuti.

Il fermato residente a Cardito era intento a sversare rifiuti ingombranti per conto di alcune attività produttive dell’hinterland.

Alla scoperta il Comandante della Polizia Locale di Crispano Fabio Dimino che da oggi è stato nominato dal Sindaco Emiliano anche Responsabile del settore Ecologia, ha notiziato già il reato in Procura e allertato la ditta preposta alla raccolta rifiuti di avviare un’indagine interna sulla condotta dei propri dipendenti.

L’attenzione dell’Amministrazione è rivolta specialmente ai rifiuti ingombranti, infatti il trasgressore trasportava per lo più vecchi materassi, oggetti molto pesanti il cui costo dello smaltimento fa lievitare e non poco la tariffa TARI. Tanto è vero che l’obiettivo di chi governa la città è proprio quello di ridurre ai minimi termini lo smaltimento dei rifiuti ingombranti per far risparmiare le tasse ai cittadini crispanesi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante