Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Parcheggiatori abusivi col Reddito di Cittadinanza: l’Inps revoca il beneficio

Pubblicato

il

Il contrasto ai parcheggiatori abusivi è da sempre uno dei punti saldi dell’attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli: un’attività che non si limita alle singole sanzioni.

Quattro sono le persone recentemente sanzionate dai militari della Compagnia Vomero Arenella perché sorprese in zona ospedaliera a chiedere senza alcun titolo denaro ad automobilisti in cerca di sosta.

Alla multa, i militari hanno abbinato anche una comunicazione all’INPS, poiché i quattro erano risultati beneficiari del reddito di cittadinanza nonostante percepissero sostentamento economico, anche se da attività illecite. Grazie alla segnalazione l’istituto di Previdenza sociale ha revocato il beneficio.

E’ stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Fuorigrotta per evasione Ricardo Scarano, 42enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Sottoposto alla detenzione domiciliare, Scarano ha lasciato la sua abitazione di Via Rossetti per raggiungere il piazzale dello stadio San Paolo dove generalmente “lavora” come parcheggiatore abusivo.
Riconosciuto dai militari, il 42enne è finito in manette ed è stato sottoposto nuovamente ai domiciliari in attesa di giudizio.

Nel Quartiere di Barra e Ponticelli i carabinieri della Compagnia di Poggioreale hanno denunciato cinque parcheggiatori abusivi.

Uno di questi, 71enne di Ponticelli già noto alle forze dell’ordine, stazionava in Viale delle Metamorfosi e chiedeva denaro agli svariati cittadini che raggiungevano l’ospedale del Mare.

La restante parte era distribuita in Piazza Arabia e Via Nuova Poggioreale. Anche in questo caso scatteranno accertamenti patrimoniali per verificare se i denunciati fossero beneficiari del reddito di cittadinanza.

Ancora nell’area est della città i carabinieri hanno sanzionato un 63enne di Barra perché trovato in possesso di 155 pacchetti di sigarette di contrabbando, prive del marchio dei Monopoli di Stato.

Cinque le persone segnalate alla Prefettura perché detenevano modiche quantità di droga per uso personale.

Centinaia di persone e veicoli sono stati controllati, attenzione massima al rispetto del codice della strada: oltre i 38mila euro le sanzioni complessivamente applicate.

Cronaca

Traffico illecito di rifiuti tra Viterbo e Caserta: la situazione

Pubblicato

il

Gli agenti del Compartimento Polizia ferroviaria di Roma e i carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale agroalimentare e forestale del Gruppo carabinieri di Viterbo hanno eseguito dei controlli tra le province di Viterbo e Caserta, dai quali è emerso un traffico illecito di rifiuti metallici, in particolare piombo e rame.

Contestualmente due persone sono finite agli arresti domiciliari e altre 27 sono indagate in stato di libertà. Inoltre, è stato disposto il sequestro di 11 automezzi e 860mila euro, con il coinvolgimento di otto società sottoposte ad accertamenti.

Pertanto, il traffico illecito aveva origine presso due impianti del viterbese, dove sono state accertate elevate quantità di rifiuti speciali e urbani da cui si ricavavano le componenti metalliche di valore commerciale che poi venivano abusivamente gestite. I rifiuti venivano conferiti da molti operatori sprovvisti della prescritta iscrizione all’albo nazionale dei gestori ambientali e senza le previste documentazioni ambientali.

Poi, questi ultimi venivano gestiti a loro volta da impianti viterbesi in difformità a quanto previsto dalle autorizzazioni e dal decreto di riferimento, omettendo la corretta compilazione dei registri. Molti rifiuti venivano poi smaltiti illecitamente nel territorio della provincia tramite abbandono o combustione.

Infine, i rifiuti venivano venduti ad una società della provincia di Caserta senza le adeguate operazioni di trattamenti previste dalla legge, per essere poi destinati ad un altro stabilimento dove venivano commercializzati.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto nel cinema italiano, è morto l’attore Luis Molteni: aveva 73 anni

Pubblicato

il

Lutto nel mondo del cinema italiano per la scomparsa di Luis Molteni, definito da colleghi e amici dell’ambiente il “Danny De Vito italiano”, per il suo aspetto molto simile a quello dell’attore statunitense.

L’attore è morto a Roma all’età di 73 anni, proprio mentre nelle sale va in scena in questi giorni ‘Romeo e Giulietta’ di Giovanni Veronesi, interpretato da Sergio Castellitto, Pilar Fogliati, Geppi Cucciari e Maurizio Lombardi. Nel corso della sua carriera ha recitato in tantissime serie tv per il piccolo schermo, ma è soprattutto nel mondo del cinema che Molteni è maggiormente ricordato, visto che ha preso parte ad oltre 100 titoli nella sua filmografia.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, donna travolta da un’auto: la corsa in ospedale

Pubblicato

il

Attimi di paura a Napoli, dove nella serata di ieri una donna è stata investita da un’auto in corsa in via Bernardo Quaranta.

In particolare alla guida del veicolo vi era un 26enne, il quale ha preso in pieno la malcapitata mentre questa stava attraversando sulle strisce pedonali, facendola sbalzare per diversi metri. Pertanto, le sue condizioni sono parse subito gravi ed è stata quindi trasportata all’ospedale del Mare di Ponticelli.

Invece l’auto è stata sequestrata e al giovane è stata ritirata la patente di guida. Ora sarà sottoposto ad esami tossicologici e per verificare eventuale abuso di alcol. Indaga la Polizia locale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy