Resta sintonizzato

Cronaca

Carnevale Napoli, rissa sul lungomare tra ragazzini: c’è un ferito

Pubblicato

il

Lettera al Questore della Confesercenti-Fiepet Napoli, che ha segnalato risse sul lungomare di Napoli nella giornata di oggi tra ragazzini.

“Segnaliamo che una banda di ragazzini ha scatenato una rissa e ha aggredito un automezzo del 118 in via Partenope  e che questi delinquenti erano sprovvisti delle mascherine. Gli esercizi pubblici del lungomare non possono subire ulteriori danni oltre quelli che li hanno già messi in ginocchio, per cui richiediamo ancora maggiore vigilanza e presenza. L’indegna colluttazione ha fatto scappare a gambe levate tutti i clienti dei locali del lungomare.

Ai nostri occhi – ha spiegato Vincenzo Schiavo – lo Stato è assente, la città pare abbandonata al suo destino. Non è possibile che sul posto ci siano appena due volanti della polizia. E’ l’ultimo giorno di Carnevale, c’è il sole, è festa, era assolutamente scontato che ci sarebbe stato un assembramento di persone. I protagonisti di questa rissa sono delinquenti, gentaglia senza rispetto degli altri e della città. A pagare purtroppo sono sempre i ristoratori, già sommersi dai debiti, già vessati da un anno di Covid e dalle mille restrizioni.

Gli amici de “I Re di Napoli”, ad esempio, hanno avuto danni diretti per la rissa tra teppisti. È una vergogna doppia. Perché gli assembramenti sono assolutamente vietati e perché non è possibile che i nostri imprenditori siano vittime oltre che del Covid anche di questi delinquenti. Quale è la loro colpa? Forse quella di avere un ristorante sul lungomare? Quella di pagare migliaia di euro al giorno di fitto? Da parte loro c’è grande sdegno e enorme preoccupazione per il futuro: il fallimento o la rinuncia alle attività è dietro l’angolo. Occorre un incontro urgente con il Prefetto e con il Questore: siamo disponibili, come sempre, a collaborare, ma il tema sicurezza del Lungomare è essenziale. Si stanno depauperando – ha concluso Schiavo – due patrimoni: quello delle attività della zona e quello legato alla bellezza del posto“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Tragico incidente in galleria, morti due giovani: la situazione

Pubblicato

il

Tragico incidente stradale avvenuto questa notte nella galleria ‘I Pianacci’ della circumvallazione a Montesilvano, nel pescarese, nel quale un’Alfa Romeo si è schiantata contro uno spigolo all’interno del tunnel dopo aver tamponato un’altra vettura.

In particolare, l’impatto con il muro laterale della galleria è stato molto violento e per i due giovani a bordo della vettura non c’è stato nulla da fare. Pertanto le vittime sono state identificate in un 23enne residente a Pescara e in una ragazza di 33 anni residente a Montesilvano, morti entrambi sul colpo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Pescara, che hanno estratto i corpi dalle lamiere. Inoltre gli agenti della Polizia Stradale hanno effettuato i rilievi del caso per risalire all’esatta dinamica dell’incidente.

Continua a leggere

Cronaca

Ex sindaco aggredito nel suo studio legale da un vecchio cliente: i dettagli

Pubblicato

il

Episodio di violenza avvenuto nel pomeriggio di ieri presso lo studio legale dell’ex sindaco di Cerignola Franco Metta, aggredito prima verbalmente e poi con un bastone da un ex cliente.

Pertanto l’uomo è stato soccorso e trasportato all’ospedale per le cure del caso. Egli ha riportato ferite alla testa, che hanno reso necessaria l’applicazione di alcuni punti di sutura. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, che hanno raccolto la denuncia sporta dall’ex primo cittadino, il quale ha così parlato sui social:

“Grazie di cuore a tutti. Vi abbraccio tutti. Ci vediamo presto!”.

Al momento si pensa che il motivo dell’aggressione sia da ricercare in una vecchia causa giudiziaria.

Continua a leggere

Cronaca

Pescara, prof. sospesa per atti sessuali con una studentessa 14enne

Pubblicato

il

Scandalo a Pescara, dove una professoressa di 53 anni è stata sospesa perché accusata di aver avuto rapporti sessuali con una studentessa di 14 anni.

A denunciare l’accaduto è stata la psicologa dell’istituto, poiché tra la docente e l’alunna si sarebbe instaurata una relazione affettiva iniziata con un corteggiamento fatto di incontri al bar della scuola e scambio di messaggi whatsapp.

In seguito è diventata sempre più intima, con carezze e baci terminati in un rapporto sessuale a casa della professoressa. I fatti risalgono al 2022, quando la ragazza non ancora quindicenne avrebbe approfittato di un’assemblea scolastica per recarsi a casa della prof. a Pescara, laddove si sarebbe consumato il rapporto.

Alla luce dei fatti scaturiti dalla denuncia, il Gip Francesco Marino ha emesso l’ordinanza di sospensione dell’attività d’insegnamento nei confronti della docente, nel quale spiega che l’insegnante avrebbe approfittato del suo ruolo e della relativa posizione di preminenza e autorevolezza.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy