Resta sintonizzato

Animali

Coronavirus in Italia: quasi 400 vittime in sole 24 ore

Pubblicato

il

Cresce e desta sempre maggiore preoccupazione il numero delle vittime da Coronavirus in Italia. Dal bollettino odierno pubblicato dalla Protezione Civile si evince che sono 369 oggi, mercoledì 17 febbraio, i morti da Covid-19 in Italia.

In totale le vittime da quando è cominciata l’emergenza sanitaria sono state 94.540.

Sono 12.074 i nuovi casi di contagio registrati per 294.411 nuovi tamponi. Ieri erano stati +10.386 e i tamponi 274.019.

Gli italiani e le italiane attualmente positive in questo momento sono 388.864.

Sono 113 le persone che hanno fatto ingresso nelle terapie intensive di tutto il paese nelle ultime 24 ore, mentre ieri erano stati 154.

In totale i pazienti in questo momento in terapia intensiva sono 2.043.

Il numero totale delle persone nei reparti ordinari invece è sceso a 18.274. Ieri erano 18.463, mentre si trovano in isolamento domiciliare 368.547 persone.

Le persone guarite sono 2.251.734 rispetto alle 2.237.290 di 24 ore fa, per un aumento di +14.444.

Il totale degli italiani e delle italiane dimesse e guarite dall’inizio della pandemia tocca oggi quota 2.268.253.

Risale il tasso di positività: dal 3,7% di ieri al 4.1% di oggi.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Animali

Cavallo sulla Super Strada, direzione Napoli. Le immagini sono pazzesche

Pubblicato

il

In un video postato su Facebook da Angelo Iannelli, viene ripreso un cavallo che sfreccia letteralmente sulla SS 161 in direzione Napoli.

L’animale sembrerebbe appartenere ad una 500 rossa che si trova davanti a lui e procede a passo lento per permettere al mammifero di non restare indietro.

Le immagini sono pazzesche, e con la speranza che qualcuno sia già intervenuto per evitare spiacevoli inconvenienti, ve le mostriamo nel video in allegato.

Continua a leggere

Animali

[Amici Animali] Il cincillà: una palla di pelo in casa

Pubblicato

il

Oggi vi diamo il benvenuto a “Amici Animali” la nostra nuovissima rubrica, che si occuperà di farvi conoscere alcuni animali, che potreste un giorno decidere di addomesticare e portarvi in casa per una dolce compagnia.

Nel nostro primo appuntamento vi parleremo del Cincillà. Tutte le caratteristiche di questo tenero e piccolo roditore, particolarmente apprezzato dagli italiani. Un peluche, una palla di pelo di mezzo chilo.

Il Chinchillà Laniger (nome originario) trova le proprie radici tra le vette delle Ande. In Perù, Argentina e Cile.

In passato questi teneri Istricomorfi, roditori simili a scoiattoli, erano facili prede per i cacciatori perchè si producevano pellicce con il loro manto. Hanno rischiato l’estinzione ma oggi vivono, fortunatamente, in sicurezza.

La natura longeva del cincillà, che di solito vive anche per 15 anni,  gli permette di essere un ottimo animale da compagnia. Il suo carattere dimostra un indole buona e coccolona, anche se non è facilmente addomesticabile. Richiede molte attenzione a causa della sua piccola taglia e del rischio di ammalarsi.

Si tratta di una specie abbastanza socievole per questo deve poter uscire dalla gabbietta almeno una volta al giorno e se possibile, trascorrere almeno un’ora in compagnia dei padroni.

Poichè tende già a 7/8 settimane di vita a riprodursi, vanno separati subito i maschi dalle femmine, anche se l’ideale sarebbe farli vivere in coppia (con lo stesso genere). Non bisogna fare accoppiare i cincillà bianchi con i  black velvet, in quanto portatori di geni letali.

Le femmine tendono ad essere più grandi dei maschi, ma la vera differenza la fanno gli organi genitali.

Il cincillà per difendersi dagli altri predatori utilizza una tecnica. Quando si sente attaccato e stretto nella morsa dei nemici perde (anche del tutto) il suo pelo, che poi ricrescerà in un paio di mesi.

Il Cincillà vive bene a temperature fredde, non superiori ai 20 gradi  e con tassi di umidità minimi.

Si nutre principalmente di fibre, quali erba, fieno, frutta e verdure. È severamente sconsigliato somministrargli frutta secca a guscio, cereali, patate, pomodori e melanzane, tutti alimenti controindicati, che potrebbero provocargli diarrea ed altre complicazioni.

Questo è tutto quello che c’è da sapere sui tanto amati CINCILLÀ.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante