Resta sintonizzato

Arzano

ARZANO. Fiorella Esposito non ha colpe sullo scioglimento, lo dice la Cassazione. L’approfondimento

Pubblicato

il

ARZANO – La Cassazione ha respinto il ricorso della Prefettura e del Ministero dell’Interno contro l’Ordinanza con cui, prima il Tribunale di Napoli Nord, poi la Corte di Appello di Napoli riconoscevano l’estraneità dell’ex sindaco Fiorella Esposito e di due ex assessori alle accuse che hanno portato al terzo scioglimento del Consiglio Comunale.

Anche la Cassazione ha condannato la Prefettura e il Ministero dell’Interno, per la terza volta, al pagamento delle spese processuali che, complessivamente ammontano a 21.603,04 euro!

L’ex Sindaco di Arzano, eletta nel giugno 2017, dopo venti mesi fu sfiduciata da 13 consiglieri comunali: l’opposizione capeggiata da De Mare e i quattro di Agire (Mario Russiello, Pippo Rocco, Nicola Falzarano e Rosario Errichiello) che lasciarono la maggioranza per poi candidarsi nelle liste di De Mare.

Alle elezioni di maggio 2019, si fronteggiavano la coalizione di De Mare e quella dell’ex sindaco Fiorella Esposito; la lista della Lega fu bloccata per irregolarità, mentre il Movimento 5 Stelle, spaccato per la scelta dei due consiglieri comunali Fabio Gallo e Iolanda De Rosa di sfiduciare la prima cittadina, rinunciò alla corsa.

Quattro giorni prima del voto, Salvini, ministro dell’interno nel governo con i 5 Stelle, scioglieva il Consiglio, commissariava il Comune e proponeva l’incandidabilità per l’ex sindaco, due assessori e un consigliere comunale.

Già nel 2019, il Tribunale di Napoli Nord emetteva una Ordinanza di proscioglimento di 38 pagine, con la quale affermava che “ le circostanze evidenziate nella relazione prefettizia, valutate sia complessivamente che vieppiù singolarmente, non siano idonee a ritenere il sindaco Esposito Fiorella responsabile delle condotte che hanno determinato lo scioglimento del consiglio comunale di Arzano”.

Nelle 38 pagine, il Collegio giudicante presieduto dalla dott.ssa Paola Bonavita, analizzava una per una le accuse scritte dalla Commissione d’Accesso e notava che la stessa conteneva “dati temporali pacifici, su fatti notori assurti a cronaca giornalistica, ovvero oggetto di libri pubblicati in moltissimi paesi, su notissime ricostruzioni massmediatiche (si allude alla sanguinosa faida che nella prima metà degli anni 2000 ha fatto da sfondo ad una notoria serie televisiva), e persino su nomi di fantasia” (pag. 18), mentre risultava generica e carente sul piano della definizione dei comportamenti scorretti, puntualmente demoliti dalla difesa, fino a concludere respingendo motivatamente la proposta di dichiarazione di incandidabilità.

Non paghi, Ministero dell’Interno e Prefettura di Napoli hanno continuato una vera e propria guerra contro l’ex sindaco perdendo ogni battaglia, vista la mole di documenti, più di cento allegati, che dimostravano la correttezza formale e sostanziale dei comportamenti amministrativi.

Se le cose stanno così, appare ovvia la considerazione che anche lo scioglimento è fondato su un castello di accuse indimostrabili o almeno non verificate dalla Commissione d’Accesso, le cui decisioni hanno impedito ai cittadini arzanesi di scegliersi i rappresentanti esercitando il sacrosanto diritto al voto, hanno fatto insediare una commissione straordinaria continuamente contestata per l’inerzia e, fatto non irrilevante, sono costate all’erario ben € 21.603,04 e ad Arzano la nomea di Corleone napoletana.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arzano

ARZANO – Aria nuova al Consorzio Cimiteriale

Pubblicato

il

ARZANO – Sono trascorsi soltanto pochi mesi, eppure la profonda metamorfosi è evidente. Disordine e viali fatiscenti sembrano ormai solo un ricordo.

Nel periodo storicamente dedicato all’omaggio ai propri cari, i cittadini dei tre Comuni serviti dal Consorzio cimiteriale (Arzano, Casavatore e Casoria) hanno potuto trovare una gradita sorpresa: un’organizzazione impeccabile ed una cura certosina dei dettagli compresa la presenza, del tutto inaspettata, di validi artisti che hanno accompagnato con note celestiali la consueta visita ai defunti, dando vita ad un’esecuzione di brani di musica sacra e liturgica.

Un’iniziativa a cura della nuova dirigenza, grazie allo spirito innovativo del Presidente avv. Giuseppe Salzano e al direttore ad interim dott. Sabato Terracciano.

Il Consorzio, un tempo oggetto di chiacchiericcio e di eventi spiacevoli spesso finiti sulla stampa locale, sta vivendo nell’ultimo periodo una piccola rivoluzione che ha scatenato un’ondata di apprezzamenti in loco, ma anche decine di commenti positivi sui social ad opera di cittadini attivi nei gruppi locali.

Un nuovo corso iniziato da una vera squadra di professionisti, il cui lavoro segna una rottura netta con il passato. Un’opera di rinnovamento destinata a lasciare un segno tangibile del proprio passaggio a dimostrazione del fatto che, nonostante gli eventi negativi e le tante “distrazioni” degli ultimi anni, è sempre possibile riportare la barra a dritta con impegno e dedizione.

Se non fosse ai limiti dell’ossimoro, si potrebbe dire che il Cimitero è tornato a nuova vita.

Continua a leggere

Arzano

ARZANO –  L’amministrazione incontra i cittadini: questa sera è di scena la partecipazione.

Pubblicato

il

ARZANO – In un clima sereno ed amichevole, alla presenza di buona parte dell’Amministrazione comunale e di numerosi ospiti politici d’eccezione, si è tenuto stasera un interessante incontro con la cittadinanza arzanese all’interno dell’Istituto Scolastico “Don Geremia Piscopo” in Via Napoli.

Un momento di confronto, ma soprattutto di resoconto: in un intervento durato quasi un’ora la Sindaca Cinzia Aruta ha magistralmente illustrato in maniera certosina lo stato dell’arte dell’azione amministrativa della sua compagine in questi “primi” 365 giorni, caratterizzati da enormi difficoltà nel gestire la drammatica situazione di stallo e di deficienze organizzative ereditata da una lunga assenza della politica dallo scenario cittadino, a seguito dei ripetuti commissariamenti.

Pur senza nascondere, a riprova di un’estrema onestà, le oggettive difficoltà legate alla carenza di risorse umane ed economiche e alla mancanza di figure professionali adeguate, la squadra della Sindaca è riuscita tuttavia a portare a compimento diversi risultati significativi e a porre solide basi per una programmazione futura che vede prepotentemente al centro temi di alto impatto sociale.  

Dalla messa in sicurezza e lo sviluppo del territorio alla verifica degli equilibri economici e finanziari, con il conseguente affidamento esterno della riscossione dei tributi finalizzata al recupero dell’enorme evasione, dall’attenzione al miglioramento delle prestazioni socio-sanitarie all’importanza della formazione e dell’istruzione, dal miglioramento della mobilità e dei trasporti in chiave sostenibile alla valorizzazione del patrimonio comunale, sfruttando sapientemente ogni occasione utile di finanziamento, PNRR compreso, nessun aspetto è stato trascurato in questi 12 mesi tanto intensi quanto difficili, e per questo motivo meritevoli di un corretto e dettagliato racconto, opportunamente corredato di cifre e scadenze.

L’appello ad una fattiva collaborazione, sottolineato dall’ottimo Vice Sindaco Fabio Gallo, non è di quelli per così dire “formali”: più che una richiesta di aiuto è un invito autentico ad una cosciente assunzione di responsabilità da parte della società civile, un ritorno in piena regola della democrazia partecipativa in un’interpretazione moderna e progressista.

Notevoli gli interventi dei rappresentanti delle forze politiche componenti la maggioranza, tutti concordi nel proseguire questo nuovo percorso sinergico e condiviso con la cittadinanza, come traspare fortemente dalle intenzioni degli organizzatori che si concretizzeranno, si spera, nella creazione a breve di una rete attiva e funzionale di energie propositive.

Le impressioni a caldo raccolte tra i presenti confermano il successo dell’iniziativa, e lasciano ben sperare in ulteriori incontri ed agorà di questo tipo a breve termine.

Continua a leggere

Arzano

Napoli. Pallavolo putignano ambiziosa, l’Arzano volley può sfidare chiunque

Pubblicato

il

Agosto sui libri per Nicole Putignano. L’opposta della Luvo Barattoli Arzano si appresta a disputare un incontro importante per il suo futuro: “Fra poco mi aspettano i test di ingresso al dipartimento di Medicina della Federico II. Un’occasione davvero importante. Ho deciso di rinunciare anche al periodo di vacanza per essere pronta ad affrontare questa prova”.

Studio e pallavolo. Nicole si conferma quella che un tempo si diceva “una ragazza con la testa sulle spalle”. Alla pari delle sue colleghe vuol raggiungere il massimo sui libri, così come sul campo. Classe 2003, è da tempo ormai nel roster della Luvo Barattoli. “Anche se sono di Battipaglia, ho scelto la Federico II perché vivendo ad Arzano mi è più facile da frequentare. Studentessa fuori sede per motivi sportivi…”.

Fresca di diploma in Scienze Umane, con un voto di tutto rispetto: 81/100. Prosegue anche la sua convivenza con le altre compagne di squadra: “Quando posso il sabato torno a casa dopo la partita. Il resto della settimana lo trascorro con Nives Palmese e Martina Giovagnoli e l’altra coinquilina di turno. Quest’anno siamo in attesa di conoscere Elisa Allasia che entra a fare parte della nostra squadra”.

La permanenza nell’Arzano Volley le ha consentito di togliersi sfizi in tante categorie, ultima delle quali l’Under 19 che l’ha vista conquistare tutto il possibile. Prima però c’era stato tanto altro. Vittorie praticamente in tutta la trafila giovanile dall’Under 14 in poi. Togliendosi anche la soddisfazione, nelle passate stagioni, di guadagnarsi uno stage con la nazionale giovanile.

Anche per la stagione che sta per cominciare, Nicole Putignano ha tanti sogni nel cassetto: “Vorrei arrivare ai playoff. Spero che sia un anno dove ai risultati sportivi si sommino anche quelli umani. Mi piace avere rapporti positivi con tutte le compagne di squadra e di divertirmi insieme a loro. Certo l’anno scorso è mancata la qualificazione ai playoff, ma siamo pronte a riprovarci quest’anno”.

L’Arzano Volley inserito in un girone niente male: “Anche l’anno scorso ci stavano squadre molto forti. Ci sta che abbiamo pagato sul piano dei risultati. Per crescere si deve mettere in conto anche qualche delusione come questa. Però ci riproviamo quest’anno. E’ tornata la Volleyro Roma che mancava da un po’ ma il resto delle squadre e gran parte delle atlete le conosciamo. Possiamo giocarcela con tutti”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante