Resta sintonizzato

Cronaca

Di Maio: “Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: chiesta inchiesta a ONU e PAM”

Pubblicato

il

L’Italia onorerà l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci con funerali di Stato”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, riferendo alla Camera sull’agguato in Congo. “E’ stato straziante accogliere, a fianco del premier Draghi e dei familiari, le salme dei nostri due connazionali, vittime del vile agguato che ha stroncato le loro giovani vite e sconvolto quelle dei loro cari”, ha aggiunto.

A precedere l’inizio dell’intervento alla Camera di Di Maio c’è stato un lungo applauso in memoria di Attanasio e Iacovacci.

“Chiesto a Pam e Onu di aprire un’inchiesta” “Al Pam (Programma alimentare delle Nazioni unite) e all’Onu abbiamo chiesto formalmente l’apertura di un’inchiesta che chiarisca l’accaduto, le motivazioni alla base del dispositivo di sicurezza utilizzato e in capo a chi fossero le responsabilità di queste decisioni. Abbiamo anche spiegato che ci aspettiamo, nel minor tempo possibile, risposte chiare ed esaustive”, ha annunciato il ministro degli Esteri.

La telefonata con il ministro congoleseHo avuto una conversazione telefonica con il ministro degli Esteri congolese nella stessa giornata dell’accaduto – ha spiegato ancora -. Le ho subito sottolineato la necessità di fare piena luce sulle dinamiche e le responsabilità dell’attentato. Le autorità di Kinshasa hanno assicurato piena collaborazione con la magistratura italiana. Il presidente congolese, che ha reso visita alla vedova del nostro ambasciatore, ha condannato ‘con la più grande fermezza’ l’attacco”.

La ricostruzione Di Maio ha quindi ricostruito l’attacco: “La mattina del 22 febbraio, tra le 10 e le 11 locali, il convoglio del Pam è stato attaccato da uomini dotati di armi leggere, verosimilmente presso Kibumba, a circa 25 km da Goma. In base alle prime ricostruzioni, che devono essere sottoposte al vaglio degli inquirenti, la prima autovettura del convoglio del Pam, su cui viaggiavano le vittime, sarebbe stata oggetto di colpi di arma da fuoco”. 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Salerno, trovato cadavere sulla spiaggia del lugomare Marconi

Pubblicato

il

Un corpo senza vita è stato è stato trovato, ieri mattina intorno alle 10, sulla spiaggia del lungomare Marconi, nella zona di Pastena, a Salerno. 
Sul posto sono accorsi prontamente gli agenti della Squadra mobile, sotto la guida del vicequestore Gianni Di Palma.
La vittima si chiamava Orlando Iandolo, 53 enne di Avellino; potrebbe essere deceduto già nella serata di lunedì. La sua auto è stata trovata poco distante dalla spiaggia.
Non risultano esservi segni di violenza sul corpo dell’uomo, sicché la Procura di Salerno ha disposto un esame autoptico per determinare se la morte sia stata causata da un malore o da un atto volontario.

Continua a leggere

Cronaca

Alta tensione a Chiaiano, un uomo spara due colpi di pistola: ora è barricato in casa

Pubblicato

il

Sono momenti di alta tensione quelli che si stanno vivendo, in questi minuti, in via Giovanni Antonio Campano, nel quartiere Chiaiano di Napoli.
Un uomo ha fatto esplodere due colpi di pistola e si è barricato in casa, lo è tutt’ora.
Sul posto sono presenti gli agenti della Upg e della Squadra Mobile della Questura di Napoli e dell’unità operativa di primo intervento.
Al momento, non risulterebbero feriti. L’uomo sarebbe da solo nella propria abitazione.

Continua a leggere

Cronaca

Cittadella Giudiziaria di Salerno: interdittive per 4 società

Pubblicato

il

Non avrebbero adottato tutte le procedure necessarie per impedire la fornitura di beni di tipologia diversa da quella indicata nel contratto d’appalto pubblico.
E’ quanto la Procura di Salerno contesta a quattro società del settore costruzioni di edifici residenziali e dell’installazione, riparazione e manutenzione di ascensori, a cui i finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Salerno e i poliziotti della Sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia di Stato hanno notificato un’interdittiva di contrattare con la pubblica amministrazione della durata di un anno.

Due società fanno parte del raggruppamento temporaneo di impresa che si è aggiudicato l’appalto per i nuovi uffici della cittadella giudiziaria di Salerno.

Le ditte destinatarie delle misure cautelari emesse dal gip sono la “Costruzione Barozzi spa”, la “Passarelli spa”, la “Euroascensori Service srl”, e l’ “Hacca Impianti srl”.

(fonte: Ansa.it)

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy