Resta sintonizzato

Attualità

Campania. Si rischia la zona rossa: dati allarmanti in Regione

Pubblicato

il

La Campania resterà in Zona Arancione fino a venerdì 5 marzo, ma a causa del numero di contagi, sempre più in crescita, rischia di finire da lunedì 8 marzo nella tanto temuta Zona Rossa.

Venerdì 5 marzo, infatti, termineranno le due settimane di validità dell’ordinanza zona arancione per la Campania.

La preoccupazione è fondata e trae le sue motivazioni dall’incedere del numero di contagi Covid-19 in Campania, dall’aumento dei casi di contagiati dal ceppo variante (inglese e brasiliana) del virus , dall’aumento dei focolai (ultimo in ordine di tempo è quello nel carcere di Carinola nel Casertano, che ha fatto trenta infetti e tre morti) e infine dal progressivo crescente stress del sistema sanitario con aumento dell’occupazione delle terapie intensive e subintensive e dei posti di degenza, in particolare nell’area a Sud di Napoli (Castellammare e zona Sorrentina) e nel Casertano.

Come riportato da Fanpage.it, il Direttore del dipartimento malattie infettive dell’ospedale Cotugno, Rodolfo Punzi proprio ieri, lunedì 1 marzo, aveva spiegato che «la variante inglese è stimata al 40% delle nuove infezioni, ma a breve sarà maggioranza nei positivi», un dato quest’ultimo che riguarda tutto il Paese.

E oggi è emersa anche di nuovo la preoccupazione per le scorte di ossigeno vendute in farmacia: per ora, spiegano da Federfarma Napoli, non ci sono problemi, ma in alcune farmacie è stata riscontrata la carenza di bombole. Saranno acquistate scorte di contenitori in più. Spiega Federfarma: «L’ossigeno, è bene ribadirlo, non manca e non mancherà mai: soltanto le bombole se non restituite o inutilmente conservate possono essere carenti».

L’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), nel suo monitoraggio aggiornato al 1 marzo, mostra che la Campania è al di sotto (23%) della soglia critica del 30% nell’occupazione dei posti di terapia intensiva e al di sotto del 40% per l’area non intensiva (attualmente è 32). Non è una situazione di allarme ma che nemmeno consente tranquillità.

La scorsa settimana il monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità fissava a 1,04 (0,96-1,13) l’Rt puntuale, avvisando che il trend dei focolai è in risalita e che la classificazione complessiva del rischio è sì moderata ma con «alta probabilità di progressione». Tutti elementi che fanno ritenere ragionevolmente la Campania ad alto rischio zona rossa nella prossima settimana.

Preoccupante è anche il rapporto dell’Unità di Crisi regionale che motiva la chiusura delle scuole dal 1 marzo: “[..] il trend di aggravamento esponenziale in corso (ed ormai consolidato) trova spiegazione verosimile nella diffusione sul territorio regionale, ed in particolare in quello della Città di Napoli e di altri Comuni a ridosso delle altre Province, della variante inglese VOC 202012/01, B.1.1.7 nella popolazione positiva ai tamponi molecolari. Tale dato nel suo dettaglio denota una drammatica diffusione, sottesa ai contagi incrementali che si stanno registrando. Alla luce di quanto già avvenuto sul territorio inglese ed in considerazione dell’alta fitness virale che caratterizza questo ceppo rendendolo altamente diffusivo laddove non siano garantite le distanze sociali di sicurezza“.

 

Attualità

Milano, bimbo di otto anni rischia di morire dopo aver inalato una matita: salvato dai medici

Pubblicato

il

Un bimbo di otto anni ha rischiato di perdere la vita per una matita inalata. Per fortuna, a salvarlo ci hanno pensato i medici del Policlinico di Milano.

In particolare, il piccolo Andrea è stato ricoverato in pediatria e poi in Terapia intensiva pediatrica a seguito di una forte tosse, per poi presentare infezioni respiratorie gravi e persistenti.

Pertanto, solo nel Reparto di Terapia intensiva i medici hanno scoperto la causa del malessere. Infatti circa un mese prima, il piccolo aveva inalato accidentalmente un piccolo pezzo di matita, che aveva provocato la chiusura del bronco principale destro dei polmoni.

A quel punto i medici hanno eseguito un intervento per rimuovere il corpo estraneo, e così Andrea è guarito del tutto. Tutto è bene quel che finisce bene.

Continua a leggere

Attualità

Nuovo appuntamento letterario a Casoria. Lello Marangio presenta il suo nuovo libro sulla disabilità

Pubblicato

il

Si terrà sabato 2 marzo 2024 alle ore 10:30, presso la biblioteca comunale mons. Mauro Piscopo di Casoria, la presentazione del libro di Lello Marangio ‘Per favore non toccatemi i disabili’.

L’evento è organizzato dal settore cultura del comune di Casoria e sarà diretto dall’assessore Vincenzo Russo e dall’Aias di Casoria presieduta da Salvatore Giacometti, vuole favorire la cultura dell’incontro e far riflettere sulle difficoltà quotidiane delle persone con disabilità.

Tuttavia, oltre all’autore del libro, parteciperanno all’incontro anche il sindaco di Casoria Raffaele Bene, l’assessore alla cultura Vincenzo Russo, l’assessore alle Politiche sociali Paola Ambrosio, il presidente dell’AIAS-Casoria Salvatore Giacometti. L’incontro sarà moderato dal giornalista Dario Sarnataro e sarà presente il cabarettista Enzo Fischietti.

Nel corso della presentazione sarà proiettato il cortometraggio ‘La Strada’, interpretato dall’attore e showman Francesco Cicchella. Ecco la descrizione del libro ‘Per favore non toccatemi i disabili’.

Il romanzo racconta la storia d’amore fra Linda e Giovanni, due ragazzi in carrozzina. Un libro manifesto che ci fa tanto ridere ma anche tanto riflettere, perché con leggerezza ci mette sotto gli occhi quanto possa essere complicata la vita di chi ha difficoltà fisiche. Lello Marangio scrittore professionista di testi comici è nato a Napoli, dove lavora come umorista per il teatro, il cinema, la televisione e altri media. Per Homo Scrivens ha scritto quattro libri, l’ultimo dei quali è Pagine gialle. Nel 2022 con Il Mercatino di Roccagioiosa ha vinto il Premio Massimo Troisi per la Letteratura Umoristica.

Continua a leggere

Attualità

Potenza, bus con 40 studenti finisce fuori strada: la situazione

Pubblicato

il

Attimi di paura a Potenza, dove un bus con a bordo circa 40 studenti è finito fuori strada dopo aver evitato l’impatto con un’automobile.

In particolare, è precipitato in una cunetta all’ingresso di Baragiano, ma per fortuna i presenti a bordo si sono salvati. Tuttavia a riportare le conseguenze peggiori è stato il conducente della vettura, un’Alfa Romeo 147, rimasto incastrato nell’abitacolo.

Pertanto, sono intervenuti sul posto i Vigili del Fuoco e i sanitari del 118, mentre i carabinieri della Compagnia locale indagano sull’accaduto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy