Resta sintonizzato

Cronaca

Emergenza Covid in Campania, sempre più GIOVANI ricoverati: i dati

Pubblicato

il

Situazione davvero critica in Campania dove giorno dopo giorno continua ad aumentare il numero di persone positive al Covid-19. Probabile che, da lunedì 8 marzo, si vada in zona rossa. Intanto, secondo gli ultimi dati raccolti dal Corriere della Sera, è significativo il fatto che tra i pazienti ricoverati ci siano sempre più giovani.

Dal periodo che va da fine gennaio a fine febbraio viene evidenziato come il virus colpisca le fasce meno anziane:

196 i casi totali compresi tra gli 0 e i 5 anni:
216 quelli registrati nella fascia di età che va dai 6 ai 10 anni;
170 i casi segnalati tra ragazzi di età tra gli 11 e i 13 anni;
305 quelli in età tra i 14 e i 18 anni;
470 quelli tra i 19 e 26 anni;
575 tra i 27 e i 35 anni;
1.023 tra i 36 e 49 anni;
1.082 tra i 50 e i 64 anni;
742 tra i 65 e gli 80 anni;
251 quelli rilevati tra gli over 80.

Maria Cristina Boccia, dirigente medico responsabile delle liste di attesa e degli accessi al pronto soccorso Cotugno, conferma questo trend. “Continuiamo a non aver posti liberi in sub intensiva. Rispetto alla prima fase arrivano pazienti più giovani, quasi sempre senza comorbilità, ma in condizioni critiche. I sintomatici sono in forte aumento, probabilmente anche a causa delle varianti del virus: dopo l’esame della Tac, adottiamo un range di gravità che arriva fino a 20, a seconda della compromissione polmonare. Purtroppo, la gran parte arriva qui con classificazione alta che va da 10 a 20. E molti senza aver fatto nemmeno un tampone, ciò ci fa riflettere perché probabilmente anche il tracciamento inizia a presentare qualche difficoltà”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

campania

Corso Umberto I: strattona una donna per sottrarle il telefono cellulare. Raggiunto e bloccato dalla Polizia di Stato.

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti del Commissariato Decumani, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in corso Umberto I, all’altezza di via Seggio del Popolo, hanno notato uno scooter con a bordo un uomo che ne stava inseguendo un altro a piedi.

Pertanto, gli operatori hanno prontamente raggiunto e bloccato il fuggitivo accertando che lo stesso, poco prima, all’altezza di via Duomo, dopo aver strattonato una turtista le aveva sottratto il telefono per poi darsi alla fuga.

Pertanto, un 40enne napoletano, è stato tratto in arresto per rapina, mentre, il telefono cellulare è stato riconsegnato alla legittima proprietaria.

Continua a leggere

campania

Torre Annunziata: controlli della Polizia di Stato.

Pubblicato

il

Nella scorsa giornata, gli agenti del Commissariato di Torre Annunziata, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel comune di Torre Annunziata.

Nel corso del servizio, gli operatori hanno identificato 236 persone, di cui 72 con precedenti di polizia, controllati 91 veicoli, di cui uno sottoposto a sequestro amministrativo ed uno a fermo amministrativo, contestate 4 violazioni del Codice della Strada e ritirata una carta di circolazione; sono state, altresì, controllate 9 persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Continua a leggere

campania

Campania, abusa per anni della nipotina, gli episodi sarebbero avvenuti durante le vacanze estive

Pubblicato

il

La storia di abusi risalirebbe al 2012 e sarebbe continuata nel tempo, fino al 2019.
Ad essere arrestato è un uomo di 67 anni di Centola, provincia di Salerno. Le accuse per lui sono di violenze sessuali nei confronti della nipotina all’epoca minorenne. Gli episodi si sarebbero consumati durante le vacanze estive, che la piccola e la madre trascorrevano in Italia, in quanto risiedevano in Francia. A raccontare come sarebbero andati i fatti, è stata proprio la giovane vittima ma solo a distanza di diversi anni dalle presunte violenze subite.

Il 67enne ora si trova agli arresti domiciliari, come stabilito dal Riesame del Tribunale di Salerno, che si è pronunciato sul ricorso della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy