Resta sintonizzato

Caserta

CASERTA. Incidente shock per due ragazze: macchina distrutta

Pubblicato

il

I vigili del fuoco della centrale di Caserta sono dovuti intervenire in seguito ad una chiamata di soccorso sulla variante A13, nei pressi dell’uscita Stadio.

Al bordo dell’auto, del tutto distrutta nell’impatto, (vedi foto) sono state tratte in salvo due ragazze, che avrebbero riportato solamente ferite e tagli non gravissimi, ma sono state portate comunque in ospedale per accertamenti.

Non è ancora chiarissima la dinamica dell’incidente, visto che non ci sono altri veicoli coinvolti nell’accaduto. Probabilmente la conducente ha perso il controllo dell’auto a causa del manto stradale scivoloso, perché bagnato.

Caserta

Mamma con i due bimbi a piedi al centro dell’autostrada: tragedia sfiorata nel Casertano

Pubblicato

il

Una donna, in evidente stato confusionale, insieme a due bambini, stava percorrendo a piedi l’autostrada, camminando al centro della carreggiata. La Polizia di Stato di Caserta le ha prestato soccorso.
I poliziotti della Stradale di Caserta Nord, ricevuta la segnalazione della presenza di persone in autostrada, sono intervenuti sulla autostrada A/30, interccettando la donna che, colta da malore, stava vagando in mezzo alla carreggiata assieme a due bambini piccoli.

Considerata la situazione di pericolo, sono stati attivati i protocolli d’urgenza per rallentare il flusso veicolare dell’autostrada, così da salvaguardare la sicurezza dei tre pedoni e delle vetture che sopraggiungevano a forte velocità.

I poliziotti hanno fermato la donna risultata essere poco collaborativa.
È stata allontanata dalla careggiata, fino all’arrivo del 118, che ha trasportato la persona in ospedale, mentre i bambini sono stati messi al sicuro nell’auto di servizio.
I due bambini sono stati accompagnati presso gli uffici della Polizia Stradale di Caserta Nord, dove sono accuditi fino all’arrivo del padre, al quale sono stati affidati.

Continua a leggere

Caserta

Napoli e Caserta, extracomunitari pagati meno di 2€ all’ora: 6 ‘caporali’ in manette

Pubblicato

il

Una sessantina di braccianti agricoli extracomunitari sottoposti a condizioni di lavoro e di vita degradanti, sottopagati, minacciati, a volte anche di morte. Per tali fatti, sei persone sono state arrestate dai Carabinieri del Comando per la Tutela del lavoro, mentre ad un settimo è stato notificato un obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

L’operazione anticapolarato ha interessato diverse località delle province di Napoli e di Caserta.

I braccianti, pagati meno di 2 euro l’ora, erano costretti a lavorare da un minimo di 11 ore fino ad un massimo di 16; venivano condotti sul luogo di lavoro su mezzi fatiscenti, dove i sedili erano sostituiti da cassette di plastica rovesciate e vivevano in locali fatiscenti, senza servizi igienici. Quando pioveva, non potevano interrompere la raccolta e si coprivano con delle buste di plastica.
Gli indagati sono tutti accusati del reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro in agricoltura, in concorso.

Maria Antonietta Troncone, ha diretto le indagini dei carabinieri, condotte in collaborazione con i vari reparti territoriali

Continua a leggere

Caserta

Operatore ecologico investito da un pirata della strada nel Casertano

Pubblicato

il

Questa mattina, un operatore ecologico, mentre lavorava, è stato investito da un’auto in corsa, in via XXV Aprile, in quel di Casagiove (Ce).
L’automobilista si è dato alla fuga, facendo perdere le sue tracce.
L’addetto al cantiere è stato soccorso dai suoi colleghi e trasportato d’urgenza all’ospedale civile di Caserta. Ha riportato ferite alla schiena e ad una gamba.

Le indagini sono partite subito dopo la denuncia della vittima, sicché la polizia ora è alla ricerca del pirata della strada, sul quale per adesso non si sa molto.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy