Resta sintonizzato

Cronaca

SANT’ANTIMO. Vandali nella scuola I.C Romeo-Cammisa: ecco cosa è accaduto

Pubblicato

il

Atto vandalico a Sant’Antimo nella scuola I.C Romeo-Cammisa.

Alcuni ignoti si sono introdotti nell’Istituto Comprensivo Rome-Cammisa, nel plesso in via Crucis 6, vandalizzando il piano d’ingresso e alcune aule.

La notizia è stata diffusa dalla pagina Facebook ‘Il Santantimese’, che ha spiegato le dinamiche dell’accaduto.

“Apprendiamo di un nuovo atto vandalico verificatosi ieri nel plesso Cammisa dell’I.C. Romeo-Cammisa. Nel tentativo di penetrare nella scuola, dei balordi hanno infranto a sassate il vetro di una finestra. Una volta entrati, sembra per fortuna che non abbiano arrecato grossi danni alle aule.

Già lo scorso 15 febbraio lo stesso edificio scolastico era stato oggetto di un’incursione da parte di ignoti teppisti.

Un atto di vilipendio contro una scuola rappresenta uno schiaffo tirato all’intera comunità: un gesto che, purtroppo, ancora una volta, qualifica negativamente il nostro territorio.
Ci auguriamo che le forze dell’ordine individuino i responsabili e, soprattutto, che si faccia loro comprendere la gravità di una simile azione”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Covid-19 a Napoli: divieto d’accesso alle spiagge fino al 2 maggio

Pubblicato

il

È stata prorogata fino al 2 maggio l’ordinanza del sindaco Luigi de Magistris per fronteggiare fenomeni di assembramento sulle strade di accesso alle spiagge della città di Napoli.

È interdetto, fino a quella data, l’accesso in via Franco Alfano, via Ferdinando Russo, alla discesa Gaiola, in via Coroglio, via Nisida e via Marechiaro.

Si raccomanda a tutti i cittadini di «osservare comportamenti responsabili, ispirati al principio della massima cautela e prudenza, osservando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e dell’uso della mascherina».

Continua a leggere

Cronaca

Acerra. Il piccolo Giovanni non ce l’ha fatta: è morto nell’attesa di un nuovo cuore

Pubblicato

il

Dopo un intervento all’età di tre anni, il piccolo Giovanni era riuscito a vincere anche il Coronavirus ma questa volta la battaglia era troppo dura e il suo cuoricino, nell’attesa di quello nuovo, ha smesso di battere.

Da alcuni giorni era ricoverato all’Ospedale Monaldi e ad inizio settimana i suoi genitori avevano lanciato un disperato appello per un nuovo trapianto.

Aveva superato tenacemente il Covid ma quest’ultimo lo aveva fortemente indebolito e così il suo cuoricino, già trapiantato all’età di tre anni a causa di una cardiomiopatia ipertrofica, aveva subito delle lesioni.

Dopo l’infezione il piccolo era tenuto in vita con il sostegno dei farmaci ed era in lista per un secondo delicatissimo intervento chirurgico.

Purtroppo non c’è stato tempo, il suo cuore si è fermato prima gettando nello sconforto i suoi familiari e tutti coloro che avevano sperato in un lieto fine per la storia del piccolo Giovanni.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli. Pusher in azione: in manette un’intera famiglia di spacciatori

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio i Falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno predisposto mirati servizi di osservazione in salita Paradiso, all’ angolo con vico Rosario a Portamedina,  dove hanno notato due persone che hanno consegnato un involucro in cambio di denaro ad un ragazzo che si è allontanato velocemente.

Poco dopo è giunto un altro giovane che, dopo aver ricevuto un involucro in cambio di denaro da un altro individuo, accortosi della presenza dei poliziotti, si è dato alla fuga ma, dopo un breve inseguimento, è stato raggiunto e bloccato in salita Paradiso e trovato in possesso di due involucri contenenti un grammo circa di cocaina. Inoltre, i poliziotti hanno fermato i tre spacciatori trovandoli in possesso di 60 euro.

Patrizia De Luca e Gennaro e Pasquale Mancini, madre e figli di 65, 48 e 47 anni, napoletani con precedenti di polizia, sono stati arrestati per spaccio di sostanza stupefacente, mentre l’acquirente è stato sanzionato amministrativamente per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante