Resta sintonizzato

Caserta

Torna la schiavitù nel casertano: 4 euro l’ora per 12 ore di lavoro nei campi

Pubblicato

il

Sembra essere tornata la schiavitù nel casertano dove i lavoratori, sottoposti a turni massacranti, anche di 12 ore al giorno e 7 giorni su 7, venivano retribuiti con una paga di 4 euro l’ora.

In questo modo avevano drasticamente abbattuto il costo del lavoro e quello della sicurezza dei lavoratori, aumentando a dismisura i guadagni.

Il paradiso di imprenditori e caporali, a cui corrispondeva l’inferno per i braccianti che erano finiti nel giro di quello che, più che a un lavoro, era associabile alla schiavitù.

Tutto ricostruito nelle indagini di Carabinieri e Guardia di Finanza, che hanno arrestato un imprenditore e un “caporale”, responsabili di aver sfruttato per anni nei campi centinaia di lavoratori stranieri pescando da un bacino di disperazione.

E’ emerso dalle indagini che i caporali avevano anche una sorta di catalogazione, stilata sulla base dell’esperienza di sfruttamento: le più richieste erano le donne ma, a seconda del tipo di lavoro richiesto, che fosse nel campo o in serra, sceglievano se portare con sé uomini o donne e provenienti dall’Africa o dall’Est Europa.

Tutti i braccianti venivano scelti tra i più disperati, disposti a lavorare intere giornate per paghe misere, che ogni giorno aspettavano il “padroncino” sperando di venire scelti.

Per osservare i campi, e monitorare quell’esercito di lavoratori sottopagati, come riporta Fanpage.it, sono stati utilizzati anche i droni.

Le tre aziende coinvolte, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, ogni giorno sfruttavano una ventina di braccianti, e questo modus operandi andava avanti almeno dal 2017: un numero preciso di stranieri impiegato in questo modo non è possibile calcolarlo, ma si stima che si tratti di diverse centinaia di persone, probabilmente oltre un migliaio.

L’operazione è scattata nella mattinata di oggi, giovedì 27 maggio, in esecuzione di un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali e reali emessa dal gip di Santa Maria Capua Vetere, al termine delle indagini svolte in collaborazione tra carabinieri e Guarda di Finanza di Mondragone e coordinate dal procuratore di Santa Maria Capua Vetere Maria Antonietta Troncone.

Sotto sequestro due imprese agricole, beni e denaro per complessivi 1,8 milioni di euro.

Agli arresti, con destinazione carcere, il legale rappresentante di una società di capitali, attiva nel settore ortofrutticolo; in manette anche un imprenditore agricolo di Mondragone (Caserta), per il quale sono stati disposti i domiciliari.

Per altri due “caporali” è scattata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le accuse sono di associazione per delinquere dedita allo sfruttamento del lavoro e all’intermediazione illecita di manodopera a beneficio di aziende agricole di Mondragone, Falciano del Massico e altre località limitrofe.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Open Day Pfizer a Caserta: le date e come prenotarsi

Pubblicato

il

Al via l’Open Day Pfizer nell’Asl di Caserta dedicato agli over 12 anni per le giornate del 25 e 26 giugno 2021.

Le somministrazioni delle dosi di vaccino a base mRna avverranno in tutti i centri vaccinali dell’Asl. A disposizione ci sono 10mila posti. Per partecipare è obbligatorio registrarsi preventivamente all’indirizzo https://web.aslcaserta.it/PfizerOpenDay e inserire codice fiscale, numero di tessera sanitaria, indirizzo email e numero di cellulare.

Sarà possibile effettuare la prenotazione a partire da mercoledì 23 giugno alle ore 9, fino a esaurimento scorte.

L’Asl di Caserta ha precisato che i posti saranno assegnati in base all’ordine cronologico di iscrizione e distribuiti nei vari centri vaccinali dell’Asl. All’esaurimento dei posti è previsto overbooking. La coda di overbooking verrà utilizzata per le successive convocazioni.

La conferma definitiva dell’avvenuta prenotazione arriverà nelle ore successive dopo i controlli dell’Asl. Per conoscere l’esito delle prenotazioni l’Asl ha messo a disposizione un QR code sulla cedola di prenotazione consultabile dalle ore 14 del 24 giugno.

I prenotati riceveranno la conferma tramite SMS ed email con indicazione dell’orario e della sede vaccinale, con invio del consenso e del questionario da portare compilato. Senza Sms o email non si potrà fare la vaccinazione.

Continua a leggere

Caserta

Caserta. Trovato corpo senza vita in un appartamento. L’uomo aveva ferite su tutto il corpo

Pubblicato

il

Un uomo è stato trovato senza vita nel suo appartamento a Santa Maria Capua Vetere.

L’uomo, quando è stato soccorso, aveva ferite su tutto il corpo. Le Forze dell’ordine stanno indagando sulle dinamiche della sconvolgente scomparsa dell’uomo.

Continua a leggere

Caserta

Caserta. Marino-Zinzi già è scontro sui social per le prossime elezioni

Pubblicato

il

A Caserta il centrodestra ha affidato la candidatura di Sindaco a Zinzi, confermata poi dallo stesso stesso capogruppo della Lega con un post sui social.

La candidatura di Zinzi ha infiammato il panorma politico della città. Infatti il Sindaco Marino, non si è tirato indietro nel commentare, sempre a mezzo social, la candidatura del suo rivale politico.

Marino con una foto che ritraeva la scitta “L’unica cosa contronatura sono i meridionali che votano Lega” ha infiammato la prossima campagna elettorale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante