Resta sintonizzato

Campania

Si inaugura l’asilo nido alla Federico II e si tiene chiuso quello del Cardarelli. Per quale motivo?

Pubblicato

il

NAPOLI – L’altro ieri il governatore Vincenzo De Luca ha inaugurato l’Asilo nido all’interno dell’Università Federico II.

“L’asilo servirà ai genitori che lavorano all’Università per poter lasciare, durante l’orario di lavoro, in estrema sicurezza e tranquillità il proprio pargolo in mani sicure”. Questo è l’incipit fatto dal Presidente della Regione Campania ed è anche lo scopo di questo nuovo varo che avvicina sempre più il terzo settore alle esigenze dei cittadini.

Peccato però che il governatore abbia la memoria corta o che adotti due pesi e due misure. Si, perché per un asilo che apre con tanto di taglio del nastro con annessa passerella politica, ce n’è un altro che resta chiuso. Stiamo parlando dell’asilo nido dell’Azienda Ospedaliera del Cardarelli.

L’Asilo nido del nosocomio napoletano è stato chiuso, causa pandemia, nel 2020 e da allora non ha più riaperto i battenti. Il gestore vincitore del bando pubblico ha ancora 60mila euro da mettere a disposizione della comunità e attende notizie da più di un anno.

Insomma, ad oggi, non si sa perché l’asilo nido del Cardarelli non riparte. Visto che non si tratta più di pericolo di contagio tra i bambini, dato che si è aperto quello all’Università. Allora per quale arcano motivo si continua a tenere chiuso l’Asilo nido dell’azienda ospedaliera Cardarelli?

Nel noto Talk “L’Assise” andato in onda, in via del tutto eccezionale di Lunedì, su MinformoTV il Consigliere Regionale Severino Nappi sull’argomento ha dichiarato (guarda qui al min. 10:00): “Voglio essere cattivo e voglio considerare che il candidato Sindaco di Napoli dalla parte di De Luca è un signore molto distinto che faceva il rettore proprio alla Federico II e quello può essere considerato benissimo il suo discreto covo elettorale, chissà forse c’entra proprio questo fattore?”. Ai posteri l’ardua sentenza.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

La confessione dell’assassino del Bambino

Pubblicato

il

A un tratto l’ho preso in braccio e sono uscito fuori dal balcone. Giunto all’esterno con il bambino tra le braccia, mi sono sporto a ho lasciato cadere il piccolo”.  Queste sono le parole di Mariano Cannio il 38enne per il quale oggi i giudici hanno confermato il fermo per l’omicidio del piccolo Samuele, il bimbo di 4 anni morto dopo la caduta dal balcone di casa a via Foria.

Ho immediatamente udito delle urla – ha aggiunto Cannio – e mi sono spaventato consapevole di essere la causa di quello che stava accadendo”. A mettere i brividi è però un’ulteriore dichiarazione: “Sono andato a mangiare una pizza nella Sanità”.

Ora per il 38enne i legali potrebbero chiedere verifiche psichiatriche, per stabilire cioè se fosse capace di intendere e volere al momento dell’incidente e se sia una persona socialmente pericolosa. 

Continua a leggere

Campania

Aggiornamenti Covid in Campania

Pubblicato

il

Sono 198, in Campania, i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore su 6542 test. Come ogni fine settimana, quando diminuisce il numero dei test, aumenta il tasso di incidenza che passa dal 2,’2% al 3,02%.

Sette i decessi; 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri. In merito alla situazione negli ospedali, calano leggermente i ricoveri in terapia intensiva (-2), e anche in degenza (-5).

Continua a leggere

Campania

Morte del bimbo di 4 anni convalidato dal gip il fermo per il domestico

Pubblicato

il

Il gip di Napoli, Valentina Gallo, ha convalidato il fermo emesso sabato scorso dalla Procura di Napoli riguardo l’uomo colpevole dell’omicidio di Samuele il bambino morto per essere caduto nel vuoto venerdì scorso in via Foria a Napoli. Questa mattina c’è stata l’udienza di convalida l’uomo ha reso parziali ammissioni riguardo all’accaduto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante