Resta sintonizzato

Cronaca

“E’ morta per cause naturali, poi l’ho fatta a pezzi”. La confessione del figlio assassino di Pianura

Pubblicato

il

NAPOLI“E’ morta per cause naturali, poi l’ho fatta a pezzi”. Queste esatte parole sono state pronunciate da Eduardo Chiarolanza, il ragazzo accusato di aver ucciso la madre nel quartiere di Pianura, a Napoli.

Lo avrebbe confessato subito dopo l’accaduto al fratello durante una telefonata, per poi riconfermarlo il giorno dopo al termine di un lungo interrogatorio ai carabinieri.

Ora si aspetta la conferma davanti al gip per l’interrogatorio di garanzia, dopo aver trascorso la sua prima notte in carcere. Interrogatorio che avverrà dopo il confronto con il suo avvocato.

Intanto emergono alcuni particolari sulla sua confessione- che come anticipa Il Roma- ha fatto per primo al fratello che vive a Parma. L’uomo che voleva salutare la mamma al telefono aveva ricevuto una gelida risposta dal fratello Eduardo: “Non piò rispondere perché è morta e io l’ho fatta a pezzi”.

L’uomo si è messo in auto e quando è arrivata in via Montagna Spaccata a Pianura non ha trovato la mamma in casa. Ha capito allora, il fratello diceva la verità. E’ andato dai carabinieri a denunciare tutto. Sono partite le ricerche: Eduardo Chiarolanza è stato fermato e poi ha confessato. “Sono stato io a fare a pezzi mia madre, troverete il corpo in un curvone di via Marano-Pianura”.

Cronaca

Sorrento, anziana truffata e rapinata da un finto corriere: arrestato 45enne

Pubblicato

il

Siamo a Sorrento, dove una truffa si è trasformata in una vera e propria rapina.

Secondo una prima ricostruzione, un uomo utilizzando il trucco del finto corriere è riuscito a introdursi in casa di un’anziana di 78 anni, convincendola a consegnargli ben 700 euro in contanti e alcuni gioielli.

Per fortuna l’arrivo della figlia ha consentito di smascherare la truffa, anche se l’uomo è riuscito comunque a fuggire dopo averla spintonata. Tuttavia la sua corsa si è fermata in pieno centro, quando un agente della Polizia locale lo ha bloccato dopo una breve colluttazione.

Poi l’uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale, i quali lo hanno identificato nel 45enne Gaetano Conte, originario di Grumo Nevano e già noto alle forze dell’ordine. Al momento l’uomo è in carcere in attesa di giudizio, e dovrà rispondere ai reati di truffa aggravata e rapina impropria.

Invece la donna aggredita è stata medicata dal personale sanitario e ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. La refurtiva sottratta è stata poi riconsegnata alla legittima proprietaria.

Continua a leggere

Cronaca

Tragico incidente in galleria, morti due giovani: la situazione

Pubblicato

il

Tragico incidente stradale avvenuto questa notte nella galleria ‘I Pianacci’ della circumvallazione a Montesilvano, nel pescarese, nel quale un’Alfa Romeo si è schiantata contro uno spigolo all’interno del tunnel dopo aver tamponato un’altra vettura.

In particolare, l’impatto con il muro laterale della galleria è stato molto violento e per i due giovani a bordo della vettura non c’è stato nulla da fare. Pertanto le vittime sono state identificate in un 23enne residente a Pescara e in una ragazza di 33 anni residente a Montesilvano, morti entrambi sul colpo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Pescara, che hanno estratto i corpi dalle lamiere. Inoltre gli agenti della Polizia Stradale hanno effettuato i rilievi del caso per risalire all’esatta dinamica dell’incidente.

Continua a leggere

Cronaca

Ex sindaco aggredito nel suo studio legale da un vecchio cliente: i dettagli

Pubblicato

il

Episodio di violenza avvenuto nel pomeriggio di ieri presso lo studio legale dell’ex sindaco di Cerignola Franco Metta, aggredito prima verbalmente e poi con un bastone da un ex cliente.

Pertanto l’uomo è stato soccorso e trasportato all’ospedale per le cure del caso. Egli ha riportato ferite alla testa, che hanno reso necessaria l’applicazione di alcuni punti di sutura. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, che hanno raccolto la denuncia sporta dall’ex primo cittadino, il quale ha così parlato sui social:

“Grazie di cuore a tutti. Vi abbraccio tutti. Ci vediamo presto!”.

Al momento si pensa che il motivo dell’aggressione sia da ricercare in una vecchia causa giudiziaria.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy