Resta sintonizzato

campania

Napoli. Addio ad Antonella, lacrime e dolore per la giovane

Pubblicato

il

Lacrime e palloncini bianchi, questa mattina, per Antonella Fragiello. Nella chiesa di San Tommaso d’Aquino, a San Pietro a Patierno, sono stati celebrati i funerali della 37enne morta sabato scorso dopo una lunga malattia. Una folla commossa si è stretta alla famiglia di Antonella e in particolare al marito Carlo, sposato poco più di un anno fa. Bella e solare, capace di non perdere il sorriso neanche sotto il peso della malattia, Antonella era nota per il suo passato da modella, ma soprattutto per tutte le opere di bene portate avanti in questi anni, nonostante la sua giovane età. Innamorata della vita, ha lottato con tutte le sue forze prima che la malattia la strappasse prematuramente all’affetto dei suoi cari.

Il marito Carlo, nel corso della funzione religiosa, ha fatto leggerte una lunga lettera dedicata ad Antonella. “Il giorno del nostro matrimonio mi scrivesti una lettera. Facesti un patto con Gesù: volevi guarire, guarire per me, per noi tutti. Ma alla fine non ce l’hai fatta. Te ne sei andata così, dall’oggi al domani, senza darmi il tempo di stringerti ancora e riempirti di baci. La tua assenza fa male, amore, fa tanto male. La tua assenza fa rumore. Questa casa è vuota. Nulla intorno a me ha più sapore”, ha scritto il giovane. “Quante cose mi hai insegnato – ha continuato – e spesso senza neanche parlare. Ho imaparato da te nella nostra quotidianità, dai gesti verso me e verso gli altri. Che donna sei stata. Una parola dolce per tutti, una spalla su cui piangere. Sei stata la moglie migliore che potessi mai desiderare, la figlia che ogni padre vorrebbe, la sorella e l’amica che tutti vorrebbero. Ho sempre pensato, amore mio, che non conoscerti fosse come perdersi qualcosa di importante e profondo nella vita”.

Sei una persona che non si può raccontare. I tuoi occhi, i tuoi sorrisi, la tua dolcezza, il tuo carisma, l’amore che mettevi in ogni tuo gesto. Ti chiedo solo di darmi la forza, di darla a tuo padre, a tuo fratello e a tutti noi qui presenti. Ti sentivi un peso per noi. Volevi che nessuno soffrisse per te e nascondevi ogni sofferenza. Hai sempre avuto un desiderio: morire con dignità. Così è stato. Te ne sei andata come tu volevi“, ha scritto ancora. “Siamo nati e non moriremo mai più. In un post su Instagram ti identificavi in tre punti: per ascoltare Dio bisogna accettare di non capire; essere disposti a soffrire; rinunciare al male e scegliere il bene. Da li ho compreso quanto fosse grande la tua Fede. Oggi dovrei solo dirti grazie dal profondo del mio cuore  Grazie di tutto amore mio. Grazie di aver scelto me come tuo compagno di vita su questa Terra. Per me è stato un onore averti accanto, poterti amare ed essere amato da te. Ti amo immensamente. Tuo per sempre, Carlo.”, ha concluso.

La lettura della lettera è stata accompagnata da un lungo applauso, così come un lungo applauso e il lancio di palloncini bianchi ha accompagnato l’uscita della bara bianca. Uno degli ultimi post social di Antonella è stato proprio per il marito. “Sono lontana da te da qualche giorno e non c’è minuto della giornata a cui non penso a quanto io sia fortunata ad averti nella mia vita. Sei l’aria che respiro, il mio sorriso più bello, il mio sguardo più luminoso. Sei raro. Sei tu. Ti amo“, scriveva la giovane. Da quando la notizia della sua morte ha iniziato circolare, sono stati centinaia i messaggi per lei sui social.

campania

Napoli. Corre in mutande e scalzo in strada, l’incredibile scelta nonostante il gelo di questi giorni

Pubblicato

il

I carabinieri di Castellammare di Stabia hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio un 44enne di Pimonte già noto alle forze dell’ordine. Durante una perquisizione, presso la sua abitazione, i militari hanno rinvenuto 160 grammi di marijuana, 1 bilancino di precisione e 1120 euro in contante ritenuto provento illecito. La droga è stata trovata in alcuni barattoli che l’uomo ha provato a nascondere. Il 44enne, infatti, ha tentato la fuga da casa in mutande, scalzo. Nonostante l’insolito freddo. L’uomo è ora in carcere, in attesa di giudizio. La vicenda ha subito fatto il giro della città e per gli appassionati è partita la corsa al Lotto.

Continua a leggere

campania

Spaventoso incendio a Ischia, da accertare le cause del rogo, scoppiato in località Montagnone.

Pubblicato

il

Un vasto incendio si è sviluppato, nel pomeriggio di ieri, a Ischia. Le fiamme – visibili a diversi chilometri di distanza – hanno riguardato un’ampia area boscata, di circa 3 ettari, in località Montagnone. Arbusti e sottobosco sono stati distrutti, e il rogo è arrivato a lambire alcune abitazioni per fortuna senza alcuna conseguenza. Le cause dell’incendio sono in corso di accertamento I vigili del fuoco, giunti sul posto, hanno affrontato le fiamme su due diversi fronti, in un intervento reso peraltro molto difficile dal vento. “Si tratta dell’ennesimo schiaffo al nostro patrimonio boschivo – hanno dichiarano il deputato di alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli e la responsabile locale di Europa Verde Mariarosaria Urraro – un danno enorme che si somma ai disastri e tragedie degli ultimi mesi”.

Continua a leggere

campania

Le mani della camorra su distributori di carburanti e bar, il provvedimento dopo le indagini dei Carabinieri

Pubblicato

il

Cresce l’interesse della criminalità organizzata nel settore dei carbo lubrificanti. A Villaricca la Prefettura di Napoli, su proposta dei Carabinieri, ha emesso 4 interdittive anti-mafia nei confronti di altrettante società. Quest’attività, considerata la recente esecuzione delle misure cautelari da parte dei carabinieri del nucleo investigativo di Napoli a carico di persone del clan Mazzarella, evidenzia – come detto – il crescente interesse della criminalità organizzata nel settore dei carbo lubrificanti.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy