Resta sintonizzato

Cronaca

Rifiuti nel Parco del Vesuvio, nove arresti

Pubblicato

il

-San Sebastiano al Vesuvio- Blitz dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata e del reparto “Parco” di San Sebastiano al Vesuvio: nove arresti per traffico illecito di rifiuti. Contestualmente, i militari hanno eseguito anche il sequestro della sede dell’impresa interessata nonché di due impianti di trattamento dei rifiuti, di sette autocarri e di due pale meccaniche, tutti di proprietà della ditta, verosimilmente utilizzati per la commissione del reato contestato. 

Nel corso dei mesi , si raccoglievano numerosi elementi di prova in ordine alla presenza di un collaudato sistema di dismissione di vari rifiuti speciali e rifiuti pericolosi (rifiuti di lavori edili e stradali, cartongesso, guaine bituminose, fresato d’asfalto, amianto e terre e rocce da scavo) con il metodo del cosiddetto giro bolla, ovvero la falsificazione dei documenti di trasporto, tramite i quali gli scarti sarebbero stati declassificati ad arte a rifiuti non pericolosi, abbattendo conseguentemente i costi di trattamento e smaltimento, consentendo di ottenere, pertanto, centinaia di migliaia di euro in profitti illeciti per l’impresa. in pochi mesi, decine di tonnellate di rifiuti sarebbero state, pertanto, sotterrate senza alcuna cautela in terreni agricoli  non idonei alla messa in riserva o allo stoccaggio. Uno dei siti d’interramento ricade addirittura all’interno del territorio dell’area protetta del Parco Nazionale del Vesuvio. In questi luoghi di sversamento, venivano campionate – con il supporto di ARPA Campania – numerose sostanze fortemente inquinanti, capaci di danneggiare e deteriorare gravemente la matrice suolo e l’ambiente, tra cui amianto, idrocarburi e IPA. Due dei siti monitorati venivano sottoposti a sequestro a seguito dei citati accessi ispettivi. Ulteriori riscontri sull’attività in parola venivano effettuati tramite l’acquisizione di documenti e l’analisi dei filmati di videosorveglianza disponibili. Due degli indagati destinatari del provvedimento sono stati sottoposti alla custodia cautelare in carcere; tre degli indagati sono stati ristretti in regime di arresti domiciliari e per i restanti quattro è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Giugliano-Parete, terreno avvelenato da rifiuti tossici: nei guai un imprenditore

Pubblicato

il

Nel corso della mattinata odierna, gli agenti della Guardia di Finanza di Giugliano che hanno eseguito un’ordinanza atta a disporre del divieto temporaneo di esercizio dell’attività imprenditoriale oltre a un decreto di sequestro preventivo di un terreno di 13mila metri quadrati nonché di quattro mezzi pesanti.

Il terreno in questione si trova tra Giugliano e Parete, e dalle indagini è emersa la responsabilità di un imprenditore agricolo che opera tra i due comuni. L’uomo è ora indagato poiché, usufruendo di un contratto di comodato d’uso, avrebbe permesso lo scarico incontrollato di materiali di risulta su un fondo agricolo, provenienti da cantieri edili del circondario.

Continua a leggere

Cronaca

Sorrento, anziana truffata e rapinata da un finto corriere: arrestato 45enne

Pubblicato

il

Siamo a Sorrento, dove una truffa si è trasformata in una vera e propria rapina.

Secondo una prima ricostruzione, un uomo utilizzando il trucco del finto corriere è riuscito a introdursi in casa di un’anziana di 78 anni, convincendola a consegnargli ben 700 euro in contanti e alcuni gioielli.

Per fortuna l’arrivo della figlia ha consentito di smascherare la truffa, anche se l’uomo è riuscito comunque a fuggire dopo averla spintonata. Tuttavia la sua corsa si è fermata in pieno centro, quando un agente della Polizia locale lo ha bloccato dopo una breve colluttazione.

Poi l’uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale, i quali lo hanno identificato nel 45enne Gaetano Conte, originario di Grumo Nevano e già noto alle forze dell’ordine. Al momento l’uomo è in carcere in attesa di giudizio, e dovrà rispondere ai reati di truffa aggravata e rapina impropria.

Invece la donna aggredita è stata medicata dal personale sanitario e ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. La refurtiva sottratta è stata poi riconsegnata alla legittima proprietaria.

Continua a leggere

Cronaca

Tragico incidente in galleria, morti due giovani: la situazione

Pubblicato

il

Tragico incidente stradale avvenuto questa notte nella galleria ‘I Pianacci’ della circumvallazione a Montesilvano, nel pescarese, nel quale un’Alfa Romeo si è schiantata contro uno spigolo all’interno del tunnel dopo aver tamponato un’altra vettura.

In particolare, l’impatto con il muro laterale della galleria è stato molto violento e per i due giovani a bordo della vettura non c’è stato nulla da fare. Pertanto le vittime sono state identificate in un 23enne residente a Pescara e in una ragazza di 33 anni residente a Montesilvano, morti entrambi sul colpo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Pescara, che hanno estratto i corpi dalle lamiere. Inoltre gli agenti della Polizia Stradale hanno effettuato i rilievi del caso per risalire all’esatta dinamica dell’incidente.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy