Resta sintonizzato

Attualità

Giovane accusato di violenza sessuale per aver messo incinta una tredicenne: la situazione

Pubblicato

il

Ha dell’incredibile quanto avvenuto al Tribunale di Mantova, dove un ventenne e una quindicenne si sono presentati con la figlia in braccio davanti al giudice. Fin qui nulla di strano, se non fosse che lui è sotto processo per aver compiuto atti sessuali illeciti nei confronti della ragazza, all’epoca tredicenne.

In particolare i fatti risalgono al 2021, quando l’imputato e la ragazza avevano iniziato una relazione nata dalla frequentazione delle rispettive famiglie, amiche da diversi anni. Poi, una volta che rimase incinta, furono gli stessi suoi insegnanti a segnalare l’accaduto ai servizi sociali.

Tuttavia, una volta interrogata dai carabinieri, la giovane sostenne di non essere stata vittima di abusi e che quella col ragazzo, era una vera storia d’amore. Ciò nonostante, fu aperto un fascicolo a carico del giovane in base all’articolo 609-quater del codice penale, secondo cui chi compie atti sessuali con una persona minore di 14 anni è punibile in ogni caso con le pene previste per la violenza sessuale.

Pertanto, i due si sono presentati insieme all’udienza preliminare con al seguito la figlia, che adesso ha un anno. Ecco l’arringa dell’avvocato del ragazzo, Giovanni Gasparini:

“A sconfessare la violenza è stato lo stesso atteggiamento dei ragazzi, mano nella mano. Una situazione molto tenera, che dimostra come siano innamoratissimi e compongano una famiglia molto unita. Questa è una vicenda molto particolare. La legge stabilisce dei limiti al di qua dei quali si pone l’illiceità. Questi limiti, però, devono essere precisi e determinanti. Ma questo solco dell’illiceità è difficile da stabilire. Spetta a noi avvocati far emergere la peculiarità del caso, e distinguere tra fattispecie penale astratta e realtà. Se il fatto fosse avvenuto solo otto mesi dopo, la ragazza avrebbe avuto 14 anni e sarebbe stato lecito”.

Attualità

Cereali Kellogg’s al cacao ritirati dal mercato: i dettagli

Pubblicato

il

Dal 17 maggio è stato disposto il richiamo per alcune confezioni di Kellogg’s al cacao, le quali presentano dei grumi duri di cereali che non si ammorbidiscono nel latte.

Gli stessi potrebbero provocare danni ai denti o soffocamento, per cui il Ministero della Salute ha deciso di ritirarle dal mercato. Pertanto l’azienda Kellanova, proprietaria del brand Kellogg’s, tiene ad informare che era già stata avviata una procedura di ritiro del prodotto a causa di un possibile difetto di qualità.

Al momento in Italia,, non sono stati registrati disagi in questo senso.

Continua a leggere

Attualità

Crollo cantiere metro Capodichino, oggi sciopero operai edili: presidio presso la Prefettura di Napoli

Pubblicato

il

I lavoratori impegnati nei cantieri di tutte le linee della Metropolitana di Napoli (linea 1, 6 e 7) e Alifana da questa mattina, stanno manifestando dalle 10 di stamane, presso la Prefettura di Napoli. Lo sciopero di 8 ore è stato proclamato nella giornata di ieri dalle organizzazioni sindacali di categoria Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea CGIL di Napoli sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, dopo il tragico incidente di due giorni fa avvenuto nel cantiere della Metropolitana a Capodichino.

Per il prossimo mercoledì 29 maggio è stato convocato in Prefettura il vertice richiesto dal sindacato, al quale sono stati chiamati a partecipare il Comune di Napoli, la Regione Campania e gli organi preposti alla vigilanza. 

Continua a leggere

Attualità

Sisma, il Comune di Pozzuoli: “La ruota panoramica sarà rimossa”

Pubblicato

il

Il Comune di Pozzuoli, con ordinanza firmata dal sindaco puteolano, Gigi Manzoni, fa sapere che “La ruota panoramica presente sul lungomare Sandro Pertini sarà rimossa, a seguito degli ultimi eventi sismici che hanno interessato Pozzuoli e tutta la zona flegrea”.
La rimozione avverà nell’immediato.
La ruota panoramica in quel di Pozzuoli era stata montata soltanto pochi mesi fa, lo scorso 15 dicembre.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy