Resta sintonizzato

Attualità

GMG, il Papa ai giovani: “Non temete di non farcela, c’è bisogno di voi”

Pubblicato

il

In occasione della chiusura della messa al Parque Tejo alla fine della GMG di Lisbona, Papa Francesco ha annunciato che la prossima Giornata Mondiale della Gioventù si terrà a Seoul, in Corea del Sud, nel 2027.

Tuttavia, i giovani cattolici di tutto il mondo sono stati invitati dal Pontefice prima a Roma, dove nel 2025 si celebrerà il Giubileo dei giovani. Inoltre Francesco, nei ringraziamenti, ha citato anche il presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa, che in questi giorni è stato presente a tutti gli eventi con lui, oltre ad un “obrigado” anche al cardinale patriarca di Lisbona Manuel Clemente, che ha ospitato l’evento.

In particolare, il Papa parla ai giovani della luce che serve nella vita:

“Amici, anche noi abbiamo bisogno di qualche lampo di luce che sia speranza, tante sconfitte quotidiane. La luce che è venuta a illuminare il mondo è Gesù. È Lui la luce che non tramonta mai e brilla anche nella notte”.

Poi, ha proseguito: “Vorrei dirvi una cosa: non diventiamo luminosi quando ci mettiamo sotto i riflettori, quando esibiamo un’immagine perfetta e ci sentiamo forti e vincenti. Diventiamo luminosi quando, accogliendo Gesù, impariamo ad amare come Lui”.

In seguito, il Pontefice ha invitato i giovani a non avere paura delle loro fragilità, del loro senso di inadeguatezza, perché “il mondo ha bisogno di voi. A voi giovani, che coltivate sogni grandi ma spesso offuscati dal timore di non vederli realizzati; a voi giovani, che a volte pensate di non farcela, di non essere capaci, c’è un po’ di pessimismo, a voi giovani, tentati in questo tempo di scoraggiarvi, di giudicarvi inadeguati o di nascondere il dolore mascherandolo con un sorriso; a voi, giovani, che volete cambiare il mondo, e va bene che volete cambiare il mondo, e lottate per la giustizia e per la pace; a voi giovani, che ci mettete impegno e fantasia ma vi sembra che non bastino; a voi giovani, di cui la Chiesa e il mondo hanno bisogno come la terra della pioggia; a voi giovani, che siete il presente e il futuro; sì, proprio a voi giovani, Gesù dice: ‘Non temete!'”.

Poi, conclude: “Tornando a casa continuate, per favore, a pregare per la pace. Voi siete un segno di pace per il mondo, una testimonianza di come le nazionalità, le lingue e le storie possono unire anziché dividere. Siete la speranza di un mondo diverso”.

Attualità

Campi Flegrei, Commissione Grandi Rischi: “Le scosse potrebbero aumentare da settimana prossima”

Pubblicato

il

“Nella giornata di ieri si è riunita la Commissione Grandi Rischi – Settore Rischio Vulcanico, che ha raccomandato di mantenere alta l’attenzione sulle attività di monitoraggio del vulcano e sulle misure di prevenzione e mitigazione del rischio. Sebbene non si riscontrino elementi che suggeriscano una migrazione del magma verso livelli più superficiali, l’analisi dei dati multi-parametrici evidenzia la prosecuzione dell’intensificazione del fenomeno bradisismico. L’inasprimento della crisi in atto richiede, dunque, verifiche frequenti dello stato del vulcano. La commissione evidenzia inoltre che l’attività sismica potrà proseguire o incrementarsi nelle prossime settimane. Allo stato attuale permane il livello di allerta gialla”.

A riportarlo è la Protezione Civile con una nota sul suo sito istituzionale.

Continua a leggere

Attualità

32 anni dalla strage di Capaci, Sergio Mattarella: “La mafia è destinata a finire”

Pubblicato

il

Come sostenevano Falcone e Borsellino, la Repubblica ha dimostrato che la mafia può essere sconfitta e che è destinata a finire. L’impegno nel combatterla non viene mai meno. I tentativi di inquinamento della società civile, le intimidazioni nei confronti degli operatori economici, sono sempre in agguato. La Giornata della legalità che si celebra vuole essere il segno di una responsabilità comune”.
Lo dice il capo dello Stato Sergio Mattarella in un messaggio nel 32° anniversario della strage di Capaci.

Continua a leggere

Attualità

Campi Flegrei, il ministro Musumeci: “Chi vive lì sapeva i rischi”

Pubblicato

il

Per la messa in sicurezza dei Campi Flegrei ci vorrano oltre 500 milioni di euro.
Le scuole avranno la priorità. Il Governo studia poi l’ipotesi di sostenere chi vuole trasferirsi altrove, escludendo il ricorso al sisma-bonus.
Lo ha riferito il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, al termine del vertice a Palazzo Chigi presieduto dalla Premier Giorgia Meloni.

“Ma chi ha scelto di vivere lì – ha sottolineato Musumeci – sapeva che era un’area difficile. Serve una convivenza vigile col pericolo. Se decidi di stare in quel luogo ci devi aiutare a promuovere una convivenza responsabile con una maggiore consapevolezza”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy