Resta sintonizzato

Cronaca

Shock in Abruzzo, uccisa a fucilate l’orsa Amarena: i particolari

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma quello avvenuto alla periferia di San Benedetto dei Marsi, in provincia de L’Aquila, dove nella tarda serata di ieri un uomo ha ucciso a fucilate l’orsa Amarena.

Pertanto, l’uomo che le ha sparato è stato identificato e portato in caserma dai carabinieri per l’interrogatorio, e avrebbe così spiegato i motivi del suo terribile gesto:

“Ho sparato per paura ma non volevo uccidere, l’ho trovata dentro la mia proprietà, è stato un atto impulsivo e istintivo”.

Ecco invece il post pubblicato dal Parco Nazionale:

“L’episodio è un fatto gravissimo, che arreca un danno enorme alla popolazione che conta una sessantina di esemplari, colpendo una delle femmine più prolifiche della storia del Parco. Ovviamente, non esistono motivazioni di nessuna ragione per giustificare l’episodio visto che Amarena, pur arrecando danni ad attività agricole e zootecniche, sempre e comunque indennizzati dal Parco anche fuori dai confini dell’Area contigua, non aveva mai creato alcun tipo di problema all’uomo”.

Rincara la dose il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che ha così commentato:

“La notizia dell’uccisione a colpi di fucile dell’orsa Amarena rappresenta un atto gravissimo nei confronti dell’intera Regione, che lascia dolore e rabbia per un gesto incomprensibile. In tutti questi anni, le comunità fuori e dentro ai parchi hanno sempre dimostrato di saper convivere con gli orsi senza mai interferire con le loro abitudini. Mai un orso ha rappresentato in Abruzzo un qualunque pericolo per l’uomo, neanche quando si è trovato a frequentare i centri abitati. Sono pronto a costituire la Regione come parte civile contro questo delinquente, per tutelare l’immagine e l’onorabilità della nostra gente”.

Cronaca

Interdittiva antimafia per le onoranze funebri a Napoli e a Pomigliano d’Arco

Pubblicato

il

“Si rende noto che, nella giornata del 21 maggio u.s., il Prefetto di Napoli, Michele di Bari, nell’ambito dell’attività di prevenzione antimafia, ha adottato ulteriori 7 provvedimenti interdittivi nei confronti di altrettante ditte operanti nel settore dei servizi ambientali, della consulenza imprenditoriale e delle onoranze funebri, aventi la propria sede legale nei comuni di Napoli e Pomigliano d’Arco.”, è la nota ufficiale rilasciata dal Prefetto di Napoli sul suo sito istituzionale.

Continua a leggere

Casoria

Casoria, un serpente si aggira nel cortile della scuola Moscati Maglione

Pubblicato

il

Sono diventate virali, nell’arco di poco tempo, le immagini che ritraggono un serprente aggirarsi indisturbato per il cortile dell‘Istituto Comprensivo Moscati Maglione, in via Martiri D’Otranto a Casoria. 
Tutto è partito da alcune segnalazioni dai gruppi delle mamme su whatsapp.
Stamane, molti degli alunni non hanno seguito le normali ore di lezione, i genitori hanno preferito lasciarli a casa, in attesa che la dirigenza si attivi per risolvere il problema.
Si presume, però, che il serpente in questione sia un semplice bacco (Hierophis viridiflavus) specie protetta innocua per l’uomo.

Continua a leggere

Castel Volturno

Tremendo incidente sull’Asse Mediano: 1 morto e 1 ferito gravissimo

Pubblicato

il

Stamattina, si è consumata l’ennesima tragedia lungo l’Asse mediano, in direzione Lago Patria: due scooter sono stati coinvolti da un incidente stradale rivelatosi mortale per uno dei due conducenti, l’altro versa in condizioni gravissime (ci sono alcune agenzie di stampa che ne hanno annunciato il decesso).

L’impatto è avvenuto all’altezza del chilometro 3.250, secondo quanto riporta l’Anas.
Sul posto è presente personale di Anas e delle Forze dell’Ordine, per la gestione dell’evento ed il ripristino della regolare circolazione in tempi brevi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy