Resta sintonizzato

Crispano

CRISPANO. Sossio Vitale, al netto delle firme, si autoelegge candidato a Sindaco. È rottura con Carlo Esposito

Pubblicato

il

CRISPANO – Comincia ufficialmente la campagna elettorale per una parte del centrosinistra crispanese. Due giorni fa il giovane, così non tanto rampante, Sossio Vitale ha posto fine su dubbio amletico che cominciava ad attanagliare il suo gruppo, così attraverso l’approvazione di un mix di giovani inesperti e di anziani attempati è riuscito a guadagnarsi la così tanto sudata investitura di candidato a sindaco. Ma perché così presto?

In realtà, si spera per il plenipotenziario del Consigliere regionale Giovanni Porcelli, tutto questo non diventi un’arma a doppio taglio. Si, poiché le firme poste sotto il documento che lo vede leader indiscusso della sua mini-coalizione sono vuote di contenuto. In realtà il vero dominus indiscusso di quella parte del centrosinistra non si è ancora espresso e da indiscrezioni raccolte in esclusiva si è venuti a conoscenza che non solo non auspicava a questo finale e che il leader di Campania Libera crispanese è stato considerato alla stregua del Sindaco Emiliano quando, nel 2019, con un colpo di coda si impose come candidato a sindaco a pochi giorni dalla presentazione delle liste perché fiutò la sempreverde strategia di Carlo Esposito ma l’ex Sindaco sta anche sguinzagliando i suoi cani fedeli a sondare il terreno su improbabili alleanze che dovessero intercettare lui come terzo nome di superamento. Tutto ciò è assurdo, frutto della sindachite una patologia molto nota a queste latitudini che associata alla politichite fa sì che un anziano di circa 80 anni al posto di godersi la pensione e i nipotini sieda ancora ai tavoli che decidono le sorti della propria città.

In questo periodo di sondaggi, sembra che Carlo Esposito si sia avvicinato, e anche di molto, al Sindaco Michele Emiliano, forse accarezzando l’idea che, perso per perso, tanto vale stare con chi ha più carte in tavola. Eh si. Perché volente o nolente l’ex Sindaco storico di Crispano riesce ancora a determinare l’andamento elettorale nell’alveo del centro sinistra e quindi cerca di far valere il proprio peso elettorale.

Adesso bisognerà capire solo cosa succederà: se il Sindaco Emiliano, per aumentare le sue possibilità di vittoria accetterà le solite richieste sulla modifica del PUC avanzate da sempre da Carlo Esposito o quest’ultimo, per il gusto di stare al centro, rinuncerà alle proprie pretese poiché il suo obiettivo adesso è la sconfitta di Sossio Vitale?

Ovviamente chi se la gode bellamente in tutto questo è Enzo Cennamo a cui nessuno invade il proprio campo del centro destra e nell’idea di tracciare una bella linea di differenza non è escluso che nei prossimi giorni egli riesca anche a portare a casa l’endorsement dei principali partiti del centrodestra nazionale. Così la sfida sarà tra il centrodestra e il centrosinistra spaccato in due.

Su questo tema bisognerebbe stabilire chi dei due è il vero centrosinistra a Crispano poiché mentre Sossio Vitale non perde tempo a calare a terra il poker con Europa Verde, PD, Campania Libera e Azione, il Sindaco Emiliano pur esprimendo l’unica carica elettiva del PD in città, si fa sfuggire dalle mani, come se nulla fosse, il simbolo dei dem, risultando agli occhi dell’opinione pubblica come un sindaco uscente decapitato che si appoggia sulle uniche forze civiche della vicesindaco Lara Imitazione, ultimamente intenta a distribuire banane e Pasquale Vitale che seppur volenteroso, poche sono le azioni determinanti che i crispanesi ricordano.

Da capire inoltre quale sarà la posizione di Nicola Mazzara che da tesserato PD vede il suo partito coalizzato contro di lui ma soprattutto cosa farà, alla fine, Carlo Esposito che, si vocifera inoltre, nell’indecisione nata proprio dalla fuga in avanti del Sossio Vitale, ha proposto in giro per la città, giusto per sondare l’opinione dei cittadini e sfruttarlo come sempre fatto per altri suoi delfini, il nome di Marina Cennamo, nome, ovviamente, che non dispiace alla stragrande maggioranza della città ma che il papà Salvatore, ha smentito prontamente la probabilità di vederla candidata a primo sindaco donna della città.

Insomma, tante le indecisioni all’ombra dei gigli e nulla ancora è stato determinato, le fughe in avanti lasciano il tempo che trovano e le elezioni, per i tempi della politica, ultimamente molto fluida, sono ancora lunghi. C’è ancora tanto da vedere e da raccontare.

Continua a leggere
Pubblicità

Crispano

CRISPANO. Ufficiale la vittoria di Michele Emiliano. Così sarà la formazione del prossimo Consiglio Comunale

Pubblicato

il

CRISPANO – Finita la conta degli scrutini, si è ufficializzata la vittoria già annunciata del Sindaco Michele Emiliano. Vince con una percentuale del 62,66% contro il 37,34% del suo antagonista Sossio Vitale.

Completato anche il quadro delle preferenze il prossimo Consiglio Comunale di Crispano si configura così: Lara Imitazione (988), Carolina Cosentino (844), Pasquale Vitale detto Lino (775), Pasquale Cennamo detto Lino Cennamo (688), Teodoro Pezzella (548), Concetta Montanino detta Imma (442), Nicola Mazzara (404), Anna Castiello (403), Gregorio Cennamo (381), Michele Vitale (337) e Biagio Fusco (230).

Nei banchi dell’opposizione siederanno Sossio Vitale – candidato a sindaco perdente – Vincenzo Franzese (468), Carlo Granata (397), Slenia Fuzio (387) e Noemi Chiara Arbolino (310).

Continua a leggere

Crispano

CRISPANO. Il Sindaco Emiliano durante la chiusura della sua campagna elettorale chiarisce la posizione del PD

Pubblicato

il

CRISPANO – Si è conclusa ieri sera la campagna elettorale del Sindaco Michele Emiliano, ovviamente non senza una nota di precisione in merito all’equivoco nato sul territorio da parte del PD cittadino.

All’inizio dell’evento, prima del monologo del Sindaco, è stato letto un documento a firma di una parte del direttivo del PD cittadino nelle persone di Carlo Esposito, Nunzio Cennamo, Tommaso Cennamo, Pierluigi Onorato nonché l’Avv. Raffaella Crispino una tesserata molto rappresentativa del partito democratico cittadino, avente ad oggetto l’adesione e il supporto al Programma elettorale della lista Unità e Cambiamento.

A rafforzare la posizione del PD di respiro provinciale invece, erano presenti, sempre a supporto del Sindaco Michele Emiliano il Sindaco di Frattamaggiore Marco Antonio Del Prete e il Sindaco di Cardito nonché vicesindaco metropolitano Giuseppe Cirillo.

La discrasia nonché le verità di quanto accaduto sul territorio erano già state svelate da Minformo (leggi qui) e la lettura del documento nonché la presenza dei due sindaci ieri sul palco non hanno fatto altro che dimostrare quanto di vero ci sia nel lavoro della nostra testata.

Questo il testo del documento letto ieri dal palco: “Stasera siamo chiamati a dare dei chiarimenti, premesso che nonostante le incomprensioni e le vicissitudini degli ultimi mesi la nostra stima nei confronti del segretario cittadino resta invariata ma occorre precisare però che purtroppo per la prima volta il Partito democratico non si presenta in forma unitaria alla tornata elettorale, poiché i fatti ci dicono che dei tre consiglieri comunali uscenti uno ha scelto liberamente e legittimamente di non candidarsi e gli altri due si trovano candidati in liste contrapposte.
Questo palesa una chiara crisi politica e programmatica, crisi che ha generato anche divisioni negli organi dirigenziali del partito locale.
Nonostante le divisioni il nostro impegno nel prossimo futuro sarà quello di ricostruire, riunificare e rilanciare il partito democratico. Perché Crispano ha bisogno del PD ed il PD ha bisogno di Crispano.
Ai nostri iscritti storici, ai simpatizzanti, agli elettori lasciamo libera scelta alle urne, precisando che chi è legato alla nostra storia personale è invitato a sostenere la lista di unità e cambiamento.
Cogliamo l’occasione anche per un appello al voto in vista delle elezioni Europee, votare PD significa votare per un Italia progressista e soprattutto antifascista
Grazie.

Firmato
Carlo Esposito
Nunzio Cennamo
Tommaso Cennamo
Pierluigi Onorato
Raffaella Crispino”

Continua a leggere

Crispano

CRISPANO. Sossio Vitale tenta la furbata dell’endorsement del PD con la speranza di raccattare consensi

Pubblicato

il

CRISPANO – Nel comune dei gigli si fa sentire molto l’imbarazzo di uno dei principali partiti italiani ma soprattutto appare imbarazzante l’uso del suo simbolo che alcuni candidati fanno sul territorio.

Sto parlando del PD che a partire dalla fuga in avanti di Sossio Vitale fatta con quel documento firmato anche dal segretario cittadino Pietro Angelino, il suo simbolo ha sempre campeggiato sull’immagine coordinata della campagna elettorale di Sossio Vitale.

Alcune settimane fa il PD provinciale nella persona del Segretario provinciale Giuseppe Annunziata diffida il leader di “Campania Libera” crispanese sull’uso del simbolo del Partito, poiché la firma di quel documento, in realtà, non ha mai rispecchiato la volontà del direttivo crispanese del partito. Al momento della scelta del candidato sindaco della lista-coalizione le votazioni si fermarono su 4 voti a favore dell’investitura di Sossio Vitale e 4 a sfavore, pertanto c’era da aggiornare la riunione. Giorni prima della riunione risolutiva uscì fuori quel documento firmato – da parte del PD a titolo nominativo dal Segretario cittadino Pietro Angelino – che designava Sossio Vitale prossimo candidato a Sindaco.

Dal canto suo, il plenipotenziario di Giovanni Porcelli, non ha mai fatto conto di aver ricevuto tale diffida, tanto è che il simbolo del PD ha continuato ad essere in bella mostra durante la sua campagna elettorale. Solo quando anche il suo competitor Michele Emiliano, essendo accreditato nel mondo dem, avendo tra le sue fila la candidatura dell’assessore Nicola Mazzara – iscritto al PD e parente dell’altra metà del direttivo cittadino dem – e promuovendo la candidatura di Lello Topo alle elezioni europee, ha deciso di esporre il simbolo del PD con apposite bandiere sventolanti installate fuori la sede del suo comitato cittadino, Sossio Vitale ha pensato bene uscire col suo manifesto, comunicando alla città che il PD compatto vota lui e non l’attuale sindaco.

Non ci può essere più bambinata di questa all’interno di una campagna elettorale. Uno, perché non è che con l’endorsement di un partito – tra l’altro anche inviso dalla maggior parte degli italiani, dato che governa il centrodestra oggi – che un sindaco viene eletto e secondo, non si può vivere di continue fughe in avanti e furbate, dato che anche l’esistenza di questa affissione è stata preclusa al direttivo provinciale. Infatti il segretario provinciale del PD, quando è stato contattato dall’altro lato del direttivo cittadino, ha ammesso di non essere a conocenza di questo auto-endorsement di Sossio Vitale.

Insomma, una campagna elettorale esasperata da continue strategie infantili, quella imbracciata da Sossio Vitale che fa tutt’altro che far distendere gli animi. Menomale che questa sarà l’ultima settimana, poi sapremo che cosa avranno scelto i crispanesi.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy